VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Il peccato di Davide Calzoni sarebbe quello di non essersi fatto da parte

TRIPPA PER I GATTI / 842 - Civiasco, paracadutata da Varallo una Lista Cerli? - Costruire un concorrente per punire il Sindaco uscente è più di un'ipotesi

C'è chi non lo crede, perchè l'Eraldo ha gli occhi buoni

Valsesia e Valsessera

Da domani, venerdì 13 maggio (anniversario delle Apparizioni di Fatima), fino alle 12 del seguente sabato, si potranno presentare le liste di candidati alle cariche di Sindaco e Consigliere Comunale nei Comuni dove si voterà il 12 giugno prossimo.

In provincia di Vercelli, come sappiamo, seggi aperti a Campertogno, Civiasco, Varallo Sesia, Borgosesia, Ghislarengo, Saluggia, Ronsecco.

Se in questi ultimi tre centri le cose sembrano, almeno al momento, ben poco adrenaliniche, un po’ (solo un po’) più di pathos l’hanno motivato  Borgosesia e Varallo dove, come è ormai noto, i gruppi di potere al comando da oltre 10 anni corrono, per vari motivi, con i gregari.

Niente di più.

L’attenzione si è a lungo appuntata, invece, sui piccoli Comuni di Campertogno e Civiasco.

Da almeno un anno si sa che, in uno di questi due avrebbe potuto scendere in campo Eraldo Botta.

Il motivo sarebbe stato del tutto in linea con la prassi politica di occupazione del territorio.

Cioè: siccome bisogna lasciare che Botta continui a guidare la Provincia (ci sono imprenditori che, altrimenti, potrebbero provare un dolore) allora ecco che è necessario trovargli una poltrona di Sindaco da qualche parte.

Appunto, o Campertogno, o Civiasco.

Per qualche mese era parso che la bandierina dovesse essere conficcata sulla carta geografica, proprio in corrispondenza del primo.

Poi, c’è stata come una ripresa di consapevolezza dei residenti e, anche su Fb, si è dato il via ad obiezioni, con il passare del tempo sempre più decise: giammai un candidato forestiero, un professionista della politica. Viva l’autogoverno di Campertogno.

Sicchè, ecco la lista, per ora unica.

***

Si ripiega su Civiasco – leggi qui – .

Dove, però, l’attuale Sindaco, Davide Calzoni, non molla: e non si vede perché dovrebbe mollare.

I bene informati dicono che, almeno in questo caso, la cosa potrebbe causare contraccolpi.

L’Eraldo avrebbe tenuto contatti costanti con Carlo Cerli, ex Sindaco ed ex Presidente della Comunità Montana, per incoraggiarlo a presentare comunque una propria lista, concorrente con quella del Sindaco uscente, Calzoni.

Non si può parlare di lista di “disturbo”, perché Cerli è persona comunque di primo piano, dal curriculum specchiato e conosciuto in Valle: non certo un kamikaze qualsiasi.

Però, una lista a suo modo “punitiva”, quasi che l’Eraldo volesse mandare a dire al Calzoni: non mi hai voluto? E io ti faccio la lista contro.

Meglio: ti faccio fare da altri una lista contro, io me ne sto dietro le quinte.

Possibile?

Di sicuro si sa che la lista Cerli è, in queste ore, più di un’ipotesi.

C’è chi dice: ma no, non è possibile, l’Eraldo non farebbe mai una cosa del genere: è buono; non vedi che ha gli occhi buoni?!

Sarà …