VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Senza fascia tricolore, una qualsiasi, addio a 4 mila euro al mese

TRIPPA PER I GATTI / 837 - Come un pisello (per ora) senza baccello - Qualcosa dev'essere andato storto a Campertogno - Così l'Eraldo tenta di lasciare Calzoni in mutande

Le sirene si rivolgerebbero a Carlo Cerli: ci starà?

Provincia di Vercelli, Valsesia e Valsessera

Come si trasmettono le nozioni?

Anche per vie talvolta imprevedibili.

Il bambino di sette anni che non vedeva l’ora di guardare in televisione i telefilm di Stanlio e Ollio, poteva trovarsi alle prese con la immortale pièce dei piselli nel baccello

Eccola

Perché – insiste Alberto Sordi che presta la voce ad Oliver Hardy – il pisello non sta nel “guscio”, ma nel baccello.

Non parliamo nemmeno della buccia.

Baccello.

E’ così per tutte le leguminose: oltre al pisello, per esempio, il fagiolo, la soia.

Il baccello.

Da un punto di vista squisitamente epistemologico, peraltro, l’approccio alla conoscenza per la via di Cric e Croc non è mai parso meno dignitoso di tanti altri.

Il baccello, dunque, un posto accogliente e, soprattutto, un posto che assicura la vita.

***

In fondo, è quello che ancora oggi la politica non riesce a trovare per Eraldo Botta.

Il Presidente della Provincia di Vercelli sa che, dopo il 12 giugno, potrebbe rimetterci la poltrona.

Se non riuscirà a diventare Sindaco di un paese, anche di un paesino minuscolo, ma Primo Cittadino, decadrà dalla carica di Presidente della Provincia.

Perderà così oltre 4 mila euro lordi al mese.

Che, tra non molto, potrebbero essere 9 mila, grazie agli aumenti concessi per iniziativa del Governo Draghi (stesso trattamento economico anche per i Sindaci di Capoluogo di Provincia).

Sicchè gli toccherebbe cercarsi un lavoro alternativo.

Probabilmente, non sarebbe difficile trovare un posto; tra le tante opzioni che – eventualmente – potrebbero essere messe in campo, perchè non pensare anche ad un’assunzione presso l’impresa Bertini di Varallo Sesia: perchè no?!.

Da sinistra: Davide Calzoni, Niccolò Bertini, Eraldo Botta

Non dovrebbe neppure fare il pendolare.

Ma perché questa incertezza?

Pareva tutto fatto: candidato Sindaco di Campertogno.

Invece, sembra che, nelle ultime ore, qualcosa sia andato storto e la candidatura non sia più così pacifica.

Nonostante i vari potentati locali abbiano tentato di tutto per imporlo, sembra che la ribellione serpeggi.

Sicchè – dicono i bene informati – l’Eraldo senza baccello starebbe tornando alla soluzione antica, la candidatura a Civiasco.

Qui, però, l’attuale Sindaco, Davide Calzoni, non sarebbe affatto dell’idea di lasciare il campo.

E, così, l’Eraldo in cerca di baccello si starebbe rivolgendo (dicono sempre i bene informati) all’ex Sindaco, Carlo Cerli, per tentare di mettere su qualcosa in grado di … lasciare Calzoni in mutande.

Ce la farà l’Eraldo a trovare il suo baccello?

Per comprendere come e quanto la questione appassioni i contemporanei, non si può prescindere da un dato demografico “macro”.

Che assumiamo da statistiche ufficiali.

A gennaio 2022 la popolazione mondiale ha raggiunto gli 8 miliardi di persone.

Di queste, se ne fregano tranquillamente del futuro dell’Eraldo almeno 7.999.999.999.

Il pathos è tutto suo.

Comunque, è sempre vero: chi vivrà, vedrà.