VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Spese Tecniche di 28 mila euro

TRIPPA PER I GATTI / 825 Bis - Balocco, ancora un incarico all'Arch. Ilaria Angioni - Per l'area sportiva di Bastia, questa volta si gioca di fino: basterà?

Gian Mario Morello non ha dubbi: costi per la progettazione congrui

Lungosesia Ovest e Baraggia

Il Lettore ricorderà il nostro articolo del 21 marzo scorso (leggi qui):

Si raccontava degli incarichi di lavoro conferiti dal Comune di Balocco, di cui è Sindaco il leghista Gian Mario Morello, a Professionisti familiari del Dott. Piero Gaetano Vantaggiato, Vice Segretario della Provincia di Vercelli.

Oggi ancora un incarico di rilievo, sempre alla Nuora di Vantaggiato, l’Arch. Ilaria Angioni.

Ma andiamo con ordine.

Dunque, come si è visto, si lavora per l’

“AMMODERNAMENTO ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELL’AREA SPORTIVA DI BASTIA IN BALOCCO” – leggi qui –

L’Atto che abbiamo linkato poco sopra è chiaro nel dire dove si prendano i soldi per l’opera:

“(…) dalla legge 13 ottobre 2020, n.126 viene assegnato a ciascun comune con popolazione inferiore a 1.000 abitanti un contributo di euro 84.168,33 per l’anno 2022”.

Ma non sono i soli, perché, dalla:

“Legge 160/2019 viene concesso un contributo per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, nel limite complessivo di 50.000,00 euro annui, per investimenti destinati ad opere pubbliche”.

Sicchè l’estensore dell’Atto pare giungere alla conclusione che:

“a fronte dei contributi di cui sopra, l’amministrazione Comunale di Balocco intende realizzare i lavori di “Ammodernamento ed efficientamento energetico dell’area sportiva di Bastia”.

***

La determinazione in esame non dice se vi siano o meno altre fonti di provvista finanziaria, sicchè si può dedurre (né all’albo pretorio, né alla Sezione Amministrazione Trasparenze sono raggiungibili altri Atti, che autorizzino a pensare altro) , che bastino per le opere all’area sportiva gli importi di 84 mila più 50 mila euro, cioè 134 mila complessivi.

Sempre che il progetto non sia di più ampio respiro, realizzato con altre fonti di finanziamento non note dall’ esame degli atti oggi pubblicati.

***

Abbiamo visto che all’Arch. Angioni fu già assegnata la predisposizione di uno studio di fattibilità volto a stabilire l’effettiva praticabilità di questo progetto.

E quello fu compensato (si legge tra gli allegati dell’articolo precedente) con circa 7.600 euro, compresi oneri.

Oggi l’incarico si riferisce alla successiva progettazione per quegli stessi lavori.

E questo perché, come si legge nell’Atto:

“lo studio di fattibilità tecnica-economica è stato approvato con delibera di giunta comunale n 11 del 15.03.2022”.

Questa delibera n. 11 non è più reperibile nel sito del Comune: Balocco è uno di quegli Enti che ha scelto di lasciare disponibili gli Atti per il tempo di esposizione all’Albo Pretorio (15 giorni) e poi di archiviarli.

Come la norma rende, peraltro, possibile: una sorta di minimo di Legge.

Anche se la tendenza generale (a parte un gruppetto minoritario di Enti) è quella di lasciare anche gli Atti “vecchi” sempre integralmente reperibili dal cittadino.

E se uno ne avesse bisogno?

A Balocco e altri Comuni che la pensano nello stesso modo, al cittadino non resterebbe che fare una richiesta di accesso agli Atti: sicchè nessuno si dovrà offendere se la gente farà così.

***

Peraltro, diamo ovviamente per scontato che anche quella numero 11 / 2022 sia la regolarità fatta Delibera.

***

Accade molte volte che, quando un Professionista è incaricato dello Studio di fattibilità, poi l’Ente gli conferisca anche le progettazioni successive: un modo (si presume) anche per semplificare.

Invece, qui a Balocco, per la scelta del Professionista incaricato di questa seconda fase, essendo la prima parte dello stesso percorso progettuale realizzata dall’Arch. Angioni, il Comune di Balocco ha scelto di avvalersi del Mepa, il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione.

Sicchè – dice sempre la delibera – ci sono stati tre Studi interpellati.

Sulla doverosità del ricorso al Mepa per questo genere di incarichi, non tutti sono d’accordo.

Per esempio, il Ministero delle Infrastrutture (leggi qui) rende

un parere in cui conclude non ravvisando tale obbligo.

***

Stando, dunque, a ciò che racconta in narrativa il Responsabile del Servizio che ha affidato l’incarico, lo stesso Gian Mario Morello, esperita una “gara” Mepa cui avrebbero partecipato altri due Professionisti, l’offerta di Angioni sarebbe stata ritenuta la migliore e:

“l’importo pattuito è da ritenersi congruo ed in linea con le indagini di mercato effettuate per le vie brevi”.

***

Dunque, da un lato ci sono lavori che – per i numeri a disposizione nell’Atto – sono finanziati con provvista complessiva di 134 mila euro.

E, dall’altro, ci sarebbe l’incarico al Professionista, per l’importo complessivo di € 27.913 tutto compreso, lordo.

Sono pochi, sono tanti 27 mila euro di spese tecniche su lavori di quest’ordine di grandezza?

Per saperne di più si può compilare il format che alleghiamo qui,

utilizzato da tante Amministrazioni e Professionisti.

***

L’ammontare dei compensi riconosciuti all’Arch. Angioni perché il Comune di Balocco possa pervenire all’auspicato

“Ammodernamento ed efficientamento energetico dell’area sportiva di Bastia”,

risulta, dunque, di euro 7.600 già deliberati per lo studio di fattibilità, cui si sommano questi 27.913 euro.

Lira più, lira meno, si tratta di 35.500 euro.

(Continua)