VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Ma qualcuno ha capito quando riaprirà il ristorante?

TRIPPA PER I GATTI / 847 - Occhi Buoni oggi graffia - Ma non dice quando saranno finiti i lavori alla Casa del Pellegrino al Sacro Monte - Sarà mica nel 2023?

Eppure dovrebbe essere tutto nel contratto

Valsesia e Valsessera

Forse non si sono parlati.

Perché c’è gente – addetti ai lavori – che è convinta di una cosa: il cantiere aperto alla Casa del Pellegrino del Sacro Monte di Varallo, più o meno da marzo sembra non andare avanti.

Così lo storico locale, invece che aprire in queste settimane, pare sarà di nuovo disponibile per il pubblico, secondo attendibili addetti ai lavori “a giugno 2023” (dicesi: 2023, cioè l’anno prossimo).

Chissà fino a quando non sarà a disposizione il ristorante e, perciò, la Casa può fare solo bed and breakfast.

Sono tutte cose dette chiaramente a VercelliOggi.it da persona addetta ai lavori, nel corso di una conversazione telefonica di questo pomeriggio.

Del resto, in un impeto di sincerità, l’Eraldo (che ha sempre gli occhi buoni, ma forse oggi percorsi da una sfumatura di sarcasmo: speriamo non voglia graffiare)

mette su Facebook, pagina ufficiale del Comune – leggi qui –  

(e dicesi ufficiale e dicesi del Comune) dopo avere effettuato un sopralluogo sul posto, oggi 25 maggio alle 11,30, evidentemente in buona compagnia, un’informazione vaga:

“Proseguono intanto i lavori all’Albergo Casa del Pellegrino, la cui riconsegna alla cittadinanza è prevista nei prossimi mesi

Si tratta del primo recupero funzionale dopo oltre 60 anni dall’ultimo effettuato, che sta realizzando la Ditta Bertini, seguita dal Direttore del lavori ing. Egidio Fauda Pichet, che ringraziamo”.

Diciamo che, sulla pagina ufficiale del Comune, uno si aspetterebbe (soprattutto essendo presente il Direttore dei Lavori Ing. Egidio Fauda Pichet e un Architetto rinomato come Pietro Bondetti) che un Pubblico Amministratore dicesse (ad esempio, non desideriamo certo insegnare il mestiere ad alcuno) cose aventi senso da un punto di vista amministrativo e contrattuale.

Ecco l’esempio: guardate, Signori cari, l’Unione Comuni Montani, Stazione Unica Appaltante (cioè l’Ente che fa la gara per conto del Comune), ha esitato questa gara d’appalto – leggi qui – aggiudicando alla rinomata Impresa Bertini.

Il capitolato prevedeva tot giorni consecutivi di durata dei lavori, a partire dalla consegna del cantiere.

Questi tot giorni sarebbero (o: scadranno) scaduti il giorno tot.

Poi è successo (se è successo) qualcosa per cui (eventualmente) ci sono stati intoppi, che però stiamo (se ci sono effettivamente, gli intoppi) risolvendo.

Prevedo, perciò (io Eraldo OB, io Architetto Pietro, io Ing. Fauda Pichet) che la Casa del Pellegrino tornerà alla piena ricettività (fine lavori) il giorno tot: è già tutto nero su bianco. Non ci sono riserve contrattuali, non ci sono revisioni prezzi.

***

Qui, invece, Eraldo OB delinea un orizzonte temporale sibillino: nei prossimi mesi.

***

Pazienza: i dati che ci si attende di trovare sulla pagina ufficiale di un Ente Pubblico, sono, in fondo, quelli che si possono reperire agevolmente con un accesso civico normato dalla Legge presso la Stazione Appaltante, appunto l’Unione dei Comuni Montani.

Non c’è che mandare una pec, e saranno a disposizione di tutti.

Per ora, come abbiamo già pubblicato nel precedente articolo, un’occhiata all’estratto della procedura di gara mette già a disposizione alcuni dati curiosi.

Il primo: l’Ente invita 10 ditte, tutte locali ed alcune di queste particolarmente titolate per operare in contesti di valore storico ed artistico.

Secondo:  ma – si vede che in giro c’è troppo lavoro, sicuramente pagato e ben pagato, perché viene da Enti Pubblici – nessun altro concorrente, tra quei nove, si presenta.

Partecipa solo l’Impresa Bertini srl.

Presenta l’offerta anche un’altra impresa che, però, non è tra quelle invitate e, così, forse (poi si vedranno i verbali di gara) quell’offerta non viene considerata valida.

Quindi, un solo offerente tra i 10 invitati, che si aggiudica l’appalto: Bertini.

***

Come abbiamo detto, tutti i termini contrattuali saranno presto a disposizione di tutti, non foss’altro perché facilmente reperibili con un normale accesso civico.