VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

LIONS CLUB VALSESIA - Charter night e Festa degli auguri          

Durante la serata sono state conferite tredici Melvin Jones a soci e amici del Club che si sono distinti per impegno e spirito di servizio

Valsesia e Valsessera

Il 48° anniversario della fondazione del Lions Club Valsesia è stato festeggiato martedì 20 dicembre, nella elegante cornice del Ristorante Pinocchio di Borgomanero: il Presidente, dr. Vito Arlunno, ha invitato tutti i soci alla Charter night e Festa degli auguri.

Alla serata ha partecipato il Governatore Distrettuale, dr. Carlo Ferraris, Bernardo Brignoli, Presidente Lions Borgomanero Host, Massimo Trada, Delegato di zona del Distretto, Mauro Didò, Presidente della Terza Circoscrizione del Distretto, ed alcuni Presidenti dei sodalizi vicini al Lions per tradizione e territorio: Patrizia Rizzolo, Presidente Rotary Club Valsesia, Eugenia Borzone, Presidente Soroptimist Valsesia.

Il Governatore, dr. Carlo Ferraris, si è complimentato con il Club attivo sul territorio: “Vi caratterizzano grandi services e grandi prospettive, continuate a dimostrare spirito di collaborazione nel confronto delle Associazioni del territorio che portano avanti gli stessi valori. Con i vostri services avete contribuito a far conoscere il Lions Club International che, durante il periodo COVID, ha raccolto 6.800.000 dollari rendicontati, ma la somma reale certamente supera i dieci milioni. L’invito è quello di promuovere attivamente un ricambio generazionale tra i soci, perché c’è bisogno di una rinnovata creatività per comprendere e rispondere in maniera adeguata alle nuove necessità che stanno emergendo, dando anche uno spazio sempre maggiore alla presenza femminile”.

Il “Premio Muratore” 2023, promosso dai cinque Lions Club: Omegna,  Borgomanero Host, Borgomanero Cusio, Verbano Borromeo e Valsesia, che da trentanove anni viene assegnato con la finalità di aiutare una famiglia di “muratori” in difficoltà, o per finanziare opere di restauro, o interventi edili, quest’ anno, ha annunciato il Presidente Vito Arlunno, sarà utilizzato per il restauro di un importante affresco quattrocentesco nell’Oratorio di San Fabiano a Ghemme.

Durante la serata sono state conferite tredici Melvin Jones a soci e amici del Club che si sono distinti per impegno e spirito di servizio, come ha spiegato il Presidente Arlunno: “Il Melvin Jones Fellowship è l’alta onorificenza lionistica conferita a persone,  o enti, che si siano particolarmente distinti quali sostenitori dei Lions, o nelle attività di servizio volontario a favore di emarginati, ammalati, minorati, o in opere di alto valore sociale e di solidarietà. Può essere conferito anche a persone estranee all’Associazione, ma vicine per comportamenti e azioni affini ai principi etici ed agli scopi propri del lionismo, come nel caso di Piera Mazzone, in considerazione dei Suoi meriti professionali, anche a favore degli ipovedenti che frequentano la Biblioteca Civica “Farinone-Centa” di Varallo, da lei diretta, nonché per la vicinanza a questo nostro sodalizio a favore del quale come giornalista svolge, ormai da anni, la preziosa attività di collegamento con la stampa nazionale e locale, contribuendo a dare visibilità al nostro operato per il territorio”.

Il Melvin Jones è stato conferito al Socio Carlo Ronco, per il suo impegno come Presidente dell’Anffas Valsesia, nella ristrutturazione dello storico complesso Cascina Spazzacamini, in funzione dal 2011, che ospita la struttura per ragazzi diversamente abili, dotata di quattordici posti in residenziale e venti per l’attività diurna, nella quale è stata creata una cucina didattica per ragazzi con disabilità lieve, sia per uso interno, che aperta ad un pubblico esterno.

Carlo Ronco sarà conferenziere in occasione del primo meeting 2023 del Lions Club Valsesia, presentando l’attività dell’Anffas e il nuovo progetto che si concretizzerà nel 2023: a Piane Sesia, in uno stabile che prima ospitava l’asilo e le scuole elementari, si aprirà il Gruppo Appartamento Residenziale San Giacomo, composto da sei posti letto, ampio soggiorno e cucina, che ospiterà disabili medio-lievi, mentre tutti i laboratori saranno concentrati alla Cascina Spazzacamini.

Le altre undici Melvin Jones sono state consegnate a Pier Luigi Moretta e Alberto Regis Milano, per attività a favore del Club; Enzo Barbano e Adriano Foglia, quali soci fondatori; Vito Arlunno, Vanni Boggio, Sergio Caneparo, Fausto Luotti, Fabrizio Zamboni, Vincenzo Magnano di San Lio, in qualità di ex Presidenti; Luciano Zanetta per l’impegno profuso a favore del Club quale Tesoriere da ben quindici anni.

Le “Pins del Governatore”, distintivi particolari che vengono dati ai soci per premiare l’anzianità di iscrizione al Club, sono state conferite a: Maurilio Castelletta, Roberto Comoli e Carlo Alberto Prosino per i quarantacinque anni, Vincenzo Magnano di San Lio per i venticinque anni, Gian Piero Ciocca Vasino per i  vent’anni, Domenico Ginex e Adriano Pizzi per i quindici anni, Sergio Foglia, Vanni Boggio, Stefano MarianiMassimo Montanari ed Enrico Valier per i dieci anni.

 

Redazione di Vercelli