VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

ENTE MANIFESTAZIONI BIELLA RIVA – “Ben rivà an Riva” Festa Patronale di San Cassiano

Torna la tradizionale festa dello storico rione Riva e la Festa Patronale della Parrocchia San Cassiano

Dopo due anni di edizioni in formato ridotto ritorna in piazza senza limitazioni il Ben rivà an Riva, la tradizionale festa dello storico rione Riva e Festa Patronale della Parrocchia San Cassiano.

Sabato 8 ottobre nella Chiesa di San Cassiano ore 21 si terrà la rassegna corale Genzianella e… con la partecipazione del Coro Valpellice , del Coro Alpina dal Rosa e naturalmente del Coro Genzianella Città di Biella che festeggia i 70 anni di vita.

La serata è ad ingresso libero (vedere sotto le descrizioni dei cori). Domenica 9 ottobre dalle 10 i volontari di Croce Rossa Italialana-Biella , AIB-Biella Orso , Vigili del Fuoco Volontari di Cossato e Protezione Civile di Biella allestiranno un’esposizione di mezzi e di stand con le proprie attività.

Alle ore 10.45 verrà celebrata la Santa Messa officiata da Mons. Francesco Ravinale Vescovo Emerito di Asti ed al termine ci sarà la presentazione del libro Di lui solo più una medaglia da parte dell’autore Guido Donati.

Per la pausa pranzo gli Amici della Panissa di Albano Vercellese prepareranno 500 porzioni che potranno essere consumate direttamente sul posto (sarà possibile anche l’asporto e i buoni saranno disponibili in piazza dal mattino).

Nel pomeriggio tantissime attrazioni per la gioia di famiglie e bambini con il percorso di Pompieropoli , i giochi a stand per il quartiere, Live Music con gli insegnanti di Fabrika e i Mesonyx , esibizioni con la scuola di Danza l’Arabesque e dimostrazione di pattinaggio con ASD BI Roller .

Alle 16 la distribuzione della nutellata benefica :questa merenda, che piace proprio a tutti, negli anni ha permesso di donare quasi 30.000 euro in beneficienza a vari enti del Biellese: il ricavato di quest’anno sarà devoluto alla Mensa il Pane Quotidiano ( Caritas Biella – Ass. La Rete).

Pillole di Street Art Riva Festival : Lo spettacolo di Adrian Kaye alle ore 17.15 in piazza S.G.Bosco chiuderà la giornata di festa per la gioia di grandi e piccini ( vedi sotto le info su artista e spettacolo ) Un ringraziamento all’Assessorato alle Manifestazioni della Città di Biella , a tutti gli sponsor , ai commercianti del quartiere, alle famiglie e ai volontari dell’Ente Manifestazioni Biella Riva e della Parrocchia San Cassiano per l’aiuto e la collaborazione fornita per la realizzazione di questo evento .

Adrian Kaye attore, mimo, clown di poche parole e tanti sorrisi. “Hardcore streetperformer” come lui ama definirsi.

Si forma alla Guildford School of Acting “GSA” ed anche alla “Desmond Jones School of Mime”.

Adrian debutta in strada nel lontano febbraio 1988, nella piazza di Covent Garden, nel cuore di Londra. Dall’Inghilterra, alle più importanti piazze Europee, fino all’Italia, dove partecipa a quasi tutti i Buskers Festival.

Il suo show è un misto di pantomima, improvvisazione, semplici ed efficaci gag da seguire tutto d’un fiato.

Un baule pieno di semplici oggetti che prendono vita, una mimica facciale ben costruita e l’interazione con i passanti, danno vita ad uno spettacolo di grande comicità.

Uguale e sempre diverso al tempo stesso, cambia e si adatta al pubblico ed al contesto.

Da non perdere!

Per ulteriori info : https://www.adriankayeclown.com/

Coro Valpellice Torre Pellice (TO) – Italia

Il Coro Valpellice, con la forte spinta del suo ideatore Roberto Malan, è stato fondato nel 1958 sotto la direzione di Angelo Agazzani, al quale sono seguiti Silvio Avondetto, Edgardo Paschetto, ancora Silvio Avondetto e, dal 1983, l’attuale direttore Ugo Cismondi.

Il coro, nato come “Coro Alpino Valpellice – Amicale del Canto Popolare e di Montagna” e modificatosi poi nel 1997 in “Coro Valpellice – Gruppo Vocale di Ispirazione Popolare”, passa, di giorno in giorno, di mese in mese, di anno in anno, dal cantare i canti legati alla tradizione valdese a quelli classici del canto popolare proposti dal Coro della SAT di Trento e poi ancora, evolvendosi musicalmente e calandosi sempre di più nelle esigenze del mondo che cambia, alle composizioni di Alfio Inselmini, di Bepi De Marzi, di Marco Maiero ed ai canti ormai diventati anch’essi di ispirazione popolare come quelli composti negli ultimi lustri del secolo scorso da cantautori italiani.

Il suo cantare di oggi è fatto di emozioni, di parole ancor prima della musica che ne è parte integrante, di comunicazione con il pubblico attraverso i cuori di chi esegue e di chi ascolta, di poesia, di amori, di pace, di fede: il suo cantare di oggi è la vita.

Dopo le esperienze maturate in sessantaquattro anni di attività ininterrotta i coristi di oggi sono pronti per cantare ancora, con la consapevolezza che non ha più importanza in quale luogo ed in quale contesto ciò avviene, ma ha importanza il continuare a ritrovarsi per farlo, per studiare, per capire e per raccontare le storie di sempre con l’umiltà e con la saggezza di chi canta con il cuore, di chi canta le parole del vivere quotidiano, di chi canta la poesia e l’amore per la vita.

Alpin dal Rosa

Il coro da sedici anni canta per la Sez.”Valsesiana” ed ha un consolidato organico di trentasei alpini che continuano con lo stesso entusiasmo iniziale a studiare i canti della tradizione.

I coristi provengono da 19 gruppi :Ailoche, Aranco, Boccioleto, Borgosesia, Civiasco, Cravagliana-Sabbia, Crevacuore, Doccio, Guardabosone, Isolella-Vanzone, Mollia, Plello, Quarona, Romagnano Sesia, VAlbusaga, Valmaggiore, Varallo, Foresto, Grignasco.

Il coro partecipato alle adunate nazionali dell’A.N.A di Asti, Udine, Reggio Emilia, Padova, Cremona, Brescia, Genova, Aosta, Trieste, Parma, Asiago, Cuneo, Bassano del Grappa, Latina, Bergamo e Torino; ha cantato per Sezioni e gruppi A.N.A. in Piemonte, Liguria e Lombardia.

E’ stato in Svizzera a La Chaux de Fonds e, nel marzo 2007, ha fatto una tourèe in Argentina dove ha cantato a Mendoza, Rosario e Buenos Aires.

A dicembre del 2008 ha cantato in Vaticano in onore di S.E. Cardinal Bertone mentre nel marzo del 2010 è stato in Inghilterra, a Londra, accolto dagli emigrati italiani con un calore commovente, e all’inizio di luglio 2011 ha cantato in Belgio a Marcinelle e Charleroy, a ricordare gli italiani morti in miniera nel 1956.

Il Coro si propone di mantenere viva l’attenzione per i “Canti degli alpini”, inestimabile patrimonio musicale e genuina testimonianza di vita, storia e cultura popolare; autentica voce di chi ha sofferto in trincea la tragedia delle guerre e di chi è stato alpino in tempo di pace.

Nell’anno 2005 a Marzo, il coro ha realizzato un CD di 18 canti dal titolo: “La storia d’italia raccontata attraverso il canto degli alpini”.

I canti sono spesso arricchiti dal suono della tromba di Fernando Santucci.

Le semplici armonizzazioni, realizzate per l’organico del gruppo, sono utili anche per cantare con il pubblico.

Il Coro, diretto dal maestro Cantarutti Ivan, ha sede a Roccapietra (Varallo) nella Sede Sezionale A.N.A. Valsesiana in via Baraggia sn., si presenta sempre con il cappello alpino e partecipa esclusivamente alle manifestazioni dove intervengono gruppi e/o sezioni A.N.A.

 

Redazione di Vercelli