VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

CARNEVALE STORICO DI CRESCENTINO - Nuova iniziativa con il “Corteo storico di San Crescentino”  

Una sfilata serale in abiti medievali nel giorno dedicato dal Martirologio Romano al santo patrono della Città

Crescentinese

Al calar della sera di mercoledì 1 giugno, giorno dedicato dal Martirologio Romano a San Crescentino, si snoderà per le vie del centro di Crescentino un corteo storico in abiti medievali. Organizzata dall’Associazione Carnevale Storico Crescentinese “I Birichin”, la sfilata vedrà la partecipazione straordinaria degli Sbandieratori e Musici e dei figuranti del Borgo Torretta del Palio di Asti.

Dame, cavalieri, nobili, vessilliferi, tamburini e chiarine faranno rivivere uno spaccato della Crescentino del periodo che va dal XII al XV secolo.

Oltre cento i figuranti che prenderanno parte al corteo storico dedicato al Santo Patrono nel giorno della sua festa, manifestazione che partirà alle 21.30 da piazza Marconi e che sarà aperta dal gonfaloniere che porterà in sfilata il drappo del Palio di Crescentino dipinto nel 2011 da Maria Giulia Alemanno e raffigurante il soldato romano San Crescentino mentre sorregge la statua lignea della Madonna del Palazzo.

Le figure del Santo e della Madonna del Palazzo si stagliano su un fondo nei toni delle terre e dell’ocra.

Allo scudo militare del Santo si sovrappone quello del Comune di Crescentino, con le sue rosse falci di luna crescente, i rami intrecciati di alloro e di quercia e la corona.

Al termine del corteo, che toccherà corso Roma, via Mazzini, via De Gregori e via Dappiano sino ad arrivare in piazza Garibaldi, si terrà l’esibizione degli Sbandieratori e, a seguire, l’abbruciamento del falò propiziatorio per l’anno a venire.

Si tratta di un antico rito pagano passato poi nella cultura contadina di tutta Europa ed oggi riproposto come testimonianza di cultura popolare.

La pira, realizzata in fascine ed erica, quest’ultima come metafora di ottima fortuna e protezione dal pericolo, sarà accesa dalla torcia del Sindaco e di Regina Papetta e Conte Tizzoni, i personaggi storici simbolo della Città di Crescentino.

Siamo molto contenti di proporre ai crescentinesi e agli amici che vorranno raggiungerci per l’occasione – ha commentato il presidente de I Birichin Andrea Bazzanouna nuova iniziativa che speriamo possa diventare col tempo una piacevole tradizione. Da alcuni anni avevamo in mente di creare qualcosa che potesse dare lustro alla nostra festa patronale e, quest’anno, è arrivato il momento di proporre questo prestigioso evento che viene organizzato col patrocinio e col contributo della Città di Crescentino. I ricchi costumi dei figuranti del Borgo Torretta del Palio di Asti, uniti ai suoni dei tamburi e delle chiarine, contribuiranno a creare l’atmosfera di un borgo medievale e trasporteranno la fantasia di ciascuno di noi in un’epoca del tempo che fu”.

 

 

Redazione di Vercelli