VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

CAVALLINO D’ORO – Le novità sulla serata di premiazione        

Nell’attesa dell’evento in dettaglio le novità

Vercelli Città

Ci sono novità significative sull’attesa serata di venerdì 4 marzo, al Civico, quella del “Cavallino d’oro” organizzata da Carlo Olmo per premiare appunto con la preziosa statuetta del Cavallino d’oro un personaggio (che verrà svelato solo venerdì sera) che ha fatto tanto per la popolazione vercellese, nonché per consegnare quindici (e non più quattordici) borse di studio a studenti vercellesi delle medie e delle superiori per il loro rendimento scolastico.

La prima novità riguarda appunto la quindicesima borsa di studio da 500 euro che è stata creata grazie al bellissimo gesto di uno degli ex dipendenti della “Cerutti” che furono aiutati da Olmo durante le festività di fine anno del 2020. Ebbene, quel dipendente, ricevuto il Tfr, ha deciso di restituire a Olmo quei cinquecento euro che ottenne allora, pregando il Lupo Bianco di utilizzarli per altri scopi e Olmo li ha subito destinati ad una quindicesima borsa di studio, che sarà appunto consegnata venerdì sera.

La prima edizione del “Cavallino d’oro”, che sarà presentata dalla giornalista della Rai Silvia Squizzato, premiazioni a parte, vedrà le esibizioni di alcuni artisti molto apprezzati della nostra città: l’Accademia Danzarte di Annalisa Braghin e Nicoletta Guizzardi, i gruppi musicali di Giuseppe Garavana e della cantautrice Adriana Lariccia, che in arte si chiama Nosylla, quindi Piero Ambrosini alla fisarmonica.

L’apertura dello spettacolo sarà affidata al soprano Serena Rubini e al trombettista Francesco Cilione.

E’ prevista la presenza del presidente nazionale dell’Associazione Insigniti all’Ordine della Repubblica Fulvio Pacileo.

La serata ha il patrocinio della provincia, del Comune, dell’Accademia Shen Qi Kwoon Tai e appunto dell’Aior.

Tra i premi di studio che saranno assegnati, uno è intitolato alla memoria del chitarrista e compositore Angelo Gilardino.

L’ingresso è libero, ma saranno raccolte offerte a favore dell’Aism, l’Associazione che combatte la sclerosi multipla: la prima edizione del “Cavallino d’oro” è infatti dedicata alla memoria della tesoriera dell’Aism Rita Casè, scomparsa nel maggio scorso a soli 58 anni.

Inizio alle 21.00.

Redazione di Vercelli