VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

CASALE MONFERRATO - Polizia Locale: le attività del 2022 e la celebrazione del patrono San Sebastiano    

Riboldi: «Continua l’impegno della Polizia Locale per la città e il territorio»

Si sono tenute venerdì 20 gennaio le celebrazioni di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale.

Alle ore 16,00, infatti, è stata celebrata alla presenza del Sindaco Federico Riboldi e di una rappresentanza delle istituzioni civili e militari, la santa messa nella cappella di Sant’Evasio in Duomo.

La festa è sempre stata anche l’occasione per fare il punto della situazione sulle attività svolte dal Comando nell’anno precedente.

Il resoconto dell’anno 2022, quindi, è riportato qui di seguito.

Organigramma

Il Corpo Polizia Locale della Città di Casale Monferrato è attualmente composto da 33 unità suddivise in:

1 Comandante

5 Ufficiali (Ruolo dei Commissari)

4 Sottufficiali (Ruolo degli Ispettori)

22 Agenti

1 Impiegato amministrativo

Attività di Controllo Amministrativo

Controllo stradale

In materia di controllo stradale si è puntato molto sulla prevenzione e deterrenza che ha permesso, nel corso dei controlli su strada, di accertare 2341 violazioni al CDS con contestazione immediata di cui:

70 per violazione ai limiti di velocità

70 per circolazione senza copertura assicurativa con relativo sequestro deI veicolo

333 per omessa revisione con relativo fermo dei veicoli

18 le patenti ritirate

1796 punti decurtati

Inoltre, 10.450 le violazioni in materia di controllo della sosta

Regolamenti comunali e normative ambientali

350 le violazioni accertate a regolamenti comunali e ambientali anche grazie alla collaborazione dell’Ispettore ambientale di COSMO.

Commercio

123 controlli su attività commerciali per assicurare una corretta concorrenza ai quali sono conseguite 18 violazioni alle normative in materia.

Ambito Giudiziario e di Sicurezza Pubblica e Urbana

1) Il deferimento all’A.G. sulla scia di una indagine partita nel 2021 di ulteriori 18 persone, oltre alle 29 denunciate nel dicembre 2021, che percepivano fraudolentemente il RDC bloccandone l’erogazione

2) L’organizzazione del seminario di studio “I pericoli di internet e dei social network per i minori” con il coinvolgimento dei docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e delle forze di polizia dello Stato presenti sul territorio al fine di fornire ulteriori strumenti conoscitivi e di meglio coordinare all’interno della nostra realtà sociale una risposta a quella che è ormai da considerare la principale causa del disagio giovanile

3) La collaborazione fornita all’Arma dei Carabinieri e alla Polizia di Stato nell’autunno scorso sia nel corso dell’attività per assicurare alla giustizia i responsabili della sequela di furti che hanno interessato la città, sia nell’attività di prevenzione svolta anche in alcuni istituti scolastici cittadini con l’unità cinofila antidroga messa a disposizione dalla Polizia Locale di Alessandria

4) Lo svolgimento dei controlli sotto il coordinamento della Questura di Alessandria, finalizzati alla prevenzione dell’organizzazione di Rave Party sul nostro territorio che hanno dimostrato una sostanziale efficacia deterrente

5) L’avvio della campagna informativa di prevenzione dei reati predatori in danno delle persone “non più giovani” con personale appositamente formato, il cui primo momento ha coinvolto gli ospiti del pensionato civile

6) Nell’ambito della videosorveglianza

– L’ultimazione degli impianti di videosorveglianza nei pressi di tre istituti scolastici con l’aggiudicazione di risorse finanziarie statali assegnate a seguito della partecipazione al bando “Scuole Sicure”

– La progettualità esecutiva per l’integrazione e il miglioramento della videosorveglianza comunale in stretta collaborazione con il Settore Tutela Ambiente e Servizi Informatici (ringrazio per il fattivo lavoro di squadra il Commissario Paolo Boarino, l’Architetto Piercarla Coggiola e i suoi collaboratori) che ci ha permesso di presentare la richiesta di accesso ad una bando di co-finaziamento del Ministero dell’Interno per 160.000 euro del quale siamo ancora in attesa dell’esito.

7) Il servizio svolto su 33 comuni del circondario casalese nell’ambito della Convenzione per la Polizia Locale del Monferrato che ha visto impegnati su questi territori gli operatori del Corpo di Polizia Locale per un totale di 2.180 ore

Protezione Civile

La prosecuzione dell’attività coordinata dal Comando Polizia Locale per il miglioramento della struttura comunale di protezione Civile che vede coinvolti tutti gli uffici comunali, il Nucleo comunale volontari di Protezione civile e tutte le ODV appartenenti al COM2.

Il Comandante della Polizia Locale, Dott. Vittorio Pugno: “La ricorrenza del nostro patrono San Sebastiano ha, almeno personalmente, sempre una duplice funzione. Per un verso deve ricordarci che l’impegno quotidiano profuso senza clamore di chi ha il privilegio e l’onere di indossare una divisa rimane per sempre, costituendo giorno dopo giorno il volano per il conseguimento di quello che è il bene collettivo supremo: la serena e armoniosa convivenza sociale. Per un altro, come emerge chiaramente dalle statistiche, ha la funzione di esternare quella che è la principale caratteristica dell’attività della polizia locale: l’essere multiforme, tangendo ambiti che spesso, anche per non corretto senso comune, sfuggono all’attenzione o alla conoscenza della collettività. Pertanto ben venga questa celebrazione con l’auspicio che insieme a tutte le iniziative che svolgiamo costantemente in collaborazione con le agenzie sociali del territorio, in primis gli istituti scolastici, possa concorrere a costruire un sempre  più positivo rapporto con la nostra comunità”.

L’assessore Luca Novelli: “La ricorrenza di San Sebastiano, nel ricordarci l’importanza dell’attività del Comando di Polizia Locale, sottolinea come l’operato dei nostri Agenti sia sempre più improntato alla prevenzione e all’attenzione verso le categorie fragili. In un’ottica di servizio alla cittadinanza, quindi, l’impegno del nostro Comando si esprime oltre che negli ambiti propri della sicurezza e viabilità, anche nelle nuove tendenze ed esigenze di supporto della collettività”.

 

Redazione di Vercelli