VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Santhiatese e Cavaglià
Appuntamento al 6 gennaio

SANTHIA', QUANDO L'EPIFANIA LE FESTE NON LE PORTA VIA, ANZI... - Al via il Carnevale più antico del Piemonte (e forse d'Italia) - Dopo due anni di festeggiamenti annullati o ridotti al minimo  – la voglia di Carnevale è ai massimi livelli.              

Il Presidente Fabrizio Pistono annuncia una novità (a dir poco...) epocale

Si è soliti affermare che l’Epifania le feste porti via…

Questo a Santhià non avviene in quanto venerdì 6 gennaio si darà il via ai festeggiamenti con l’apertura del Carnevale storico, il più antico del Piemonte e probabilmente d’Italia, una kermesse attesa, quest’anno più che mai, da tutta la popolazione e che, in ogni edizione, è capace di trasformare la città in un turbinio di colori, allegria e festeggiamenti.

Alle ore 17,30 ci sarà il ritrovo in piazza Vittorio Veneto delle Autorità Carnevalesche, capitanate da Stevulin e Majutin, che, accompagnati dai Magnifici Cavalieri, dalla Direzione, dal Corpo Pifferi e Tamburi, dalla Banda Musicale Cittadina, dalla Banda Musicale i Giovani e dallo Stato Maggiore, sfileranno con le compagnie del Carnevale lungo corso Nuova Italia, per poi trasferirsi in via Dante Alighieri, presso la Biblioteca Civica, per l’inaugurazione della mostra dei bozzetti dei carri allegorici, grandi protagonisti dei corsi mascherati.

La mostra è organizzata dalla Compagnia dell’Ottimismo e sarà visitabile durante l’orario di apertura della Biblioteca fino a sabato 31 gennaio; i bozzetti saranno inoltre pubblicati sulla pagina facebook della Compagnia dell’Ottimismo e sarà possibile votare con un like il bozzetto preferito.

Successivamente, alle 19.30, verrà offerto il tradizionale assaggio dei fagioli della Colossale Fagiuolata del lunedì grasso e, alle 20.00 in punto, tutti i Santhiatesi saranno in trepidante attesa di udire il suono della Banda in piazza e il passaggio del tamburo per le vie cittadine, che annuncia ufficialmente l’apertura della manifestazione più divertente dell’anno.

Dopo due anni di festeggiamenti annullati o ridotti al minimo – per i motivi sanitari che tutti conosciamo – la voglia di Carnevale è ai massimi livelli.

Infatti già sabato 7 e domenica 8 gennaio si svolgeranno le prime due pule, curate rispettivamente dalla Banda Cittadina e dalla Compagnia Batusu.

Il Presidente Fabrizio Pistono annuncia una novità (a dir poco…) epocale:Il 2023 sarà l’anno che verrà ricordato dalla popolazione per un importante cambiamento, dovuto al forzato blocco dei festeggiamenti degli scorsi anni e ai continui aumenti delle materie prime. Infatti la Direzione ha preso una storica decisione: l’ingresso alla Colossale Fagiuolata del Lunedì grasso non sarà più libero, ma saranno ammessi nel perimetro di distribuzione esclusivamente i cittadini in possesso di un buono che varrà come lasciapassare.

Durante le questue e le pule verrà distribuito il buono a chiunque farà una libera offerta; ci saranno poi alcuni punti di raccolta delle offerte, che saranno comunicati nei prossimi giorni, per chi non si trovasse in casa durante il passaggio dei questuanti. L’oblazione potrà inoltre essere fatta anche lo stesso Lunedì grasso, direttamente in piazza.

Per quanto riguarda la distribuzione, si tornerà alle tradizionali 32 paline e tutti i possessori di buono potranno mettere, come sempre, i propri recipienti sui tavoli, che saranno riempiti con le consuete modalità che tutti conoscono. Sono certo che i Santhiatesi comprenderanno i motivi che ci hanno spinto a prendere questa decisione e dimostreranno il loro attaccamento al Carnevale con la proverbiale generosità che contraddistingue tutti i Carnevalanti”.

Redazione di Vercelli

notizie correlate