VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

ANPI CRESCENTINO - Commemorazione IX Martiri       

Le iniziative in programma

Crescentinese

Per commemorare i Nove Martiri, fucilati dai nazifascisti l’8 settembre 1944 nel piazzale della stazione, la sezione ANPI organizza, con il patrocinio del Comune di Crescentino e dell’Istituto per la Storia della Resistenza di Varallo e con la collaborazione del Circolo Filatelico Numismatico Crescentinese, due iniziative per conservare la memoria dei difficili tempi di guerra e per conoscere il periodo della dittatura fascista.

Giovedì 8 settembre, alle ore 21 presso il Teatro “Angelini”, si terrà la conferenza del professor Gianni Oliva “Marcia su Roma, 1922-2022. Storia e significato oggi”.

Sabato 10 settembre, alle 17.30 presso la Chiesa della Resurrezione, verrà inaugurata la mostra “La biciletta nella Resistenza e la straordinaria storia di Gino Bartali”, edita dall’Associazione Culturale “Stella Alpina” di Pombia.

Parteciperà Giovanni Bloisi, il Ciclista della Memoria, che gira l’Italia per rendere omaggio e ricordare le vittime del nazifascismo.

Il Circolo Filatelico Numismatico Crescentinese esporrà giornali, manifesti, francobolli dedicati al ciclismo e opuscoli riguardanti il ciclista crescentinese Orfeo Ponzin.

La mostra resterà aperta sino al 18 settembre, ingresso libero. “Questo 8 settembre, data cruciale per la nostra città, rinnova la memoria delle Nove Vittime dei nazifascisti nel 1944. Cade in un periodo di crisi – precisa la presidente Anpi Marilena Vittone -. La guerra in Ucraina, l’aumento di gas e generi alimentari, le prossime elezioni del 25 settembre: queste sono le preoccupazioni attuali. Ma la nostra associazione con tutto il direttivo ha, invece, pensato di tornare ai fatti dell’eccidio con due iniziative. Secondo noi, possono contribuire a far crescere conoscenza e senso di responsabilità nei cittadini. Inoltre, con la mostra si aprono le manifestazioni di Crescentino, città dello sport. Tutti sono invitati a partecipare”.

 

Redazione di Vercelli