VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

AL NÒST CARVÈ - Il Carnevale Storico Crescentinese in mostra nelle vie del centro storico      

Il  carnevale ufficiale è stato annullato, ma lo spirito carnevalesco a Crescentino è più vivo che mai

Crescentinese, PiemonteOggi, Regione Piemonte

Al nòst Carvè”: è questo l’asso nella manica che ha intenzione di giocare all’ultimo minuto utile l’associazione I Birichin che, dal 2012, mantiene salde le redini del Carnevale Storico Crescentinese. L’avevano annunciato qualche settimana fa quando, viste le normative vigenti erano stati costretti a rinunciare agli appuntamenti tradizionali della kermesse cittadina, una delle più antiche e conosciute del Piemonte, che se le condizioni pandemiche lo avessero permesso avrebbero comunque messo in piedi qualche iniziativa. Ed eccoli qua alla prova del nove.

Dal 19 febbraio “Al nòst Carvè” rallegrerà le vie del centro storico cittadino.

Una sorta di esposizione a cielo aperto – ha spiegato il presidente de I Birichin, Andrea Bazzano – in cui saranno protagoniste le immagini delle Regine Papetta e dei Conti Tizzoni che hanno fatto la storia del Carnevale Storico Crescentinese. Quarantasette tableau che saranno appesi ai balconi degli edifici posti lungo il tradizionale percorso della sfilata dei carri allegorici. Non saranno quindi i reali a sfilare, perché non si può, ma saranno i crescentinesi a poter passeggiare per le vie col naso all’insù ad ammirare i volti conosciuti di coloro che hanno interpretato le due maschere cittadine. Epoche passate, costumi, personaggi che racconteranno una tradizione che è solo temporaneamente sospesa, ma che è ben viva ed impressa in ognuno di noi. Il percorso si snoderà da via Cenna, per poi proseguire in via Tournon, via De Gregori, via Dappiano, via Bena, via San Giuseppe e piazza Garibaldi: un vero tuffo nella storia del Carnevale Storico Crescentinese. L’esposizione resterà ufficialmente aperta dal 19 febbraio al 6 marzo anche se ci vorrà qualche giorno per poterla allestire. Colgo l’occasione per lanciare un invito a tutti gli operatori commerciali cittadini di addobbare, nello stesso periodo, le vetrine degli esercizi commerciali con foto ed immagini dei carnevali passati”. I Birichin presenzieranno inoltre con la Regina Papetta Chiara Zola ed il Conte Tizzoni Alessandro Tonon, ancora in carica dal 2020, alla Messa di Carnevale che sarà celebrata alle 11 di domenica 20 febbraio dal parroco don Januszt nella Chiesa Parrocchiale dell’Assunta. Un’altra iniziativa è stata poi pensata anche per gli alunni dell’Istituto Comprensivo Serra e della scuola paritaria di viale IX Martiri. Nei prossimi giorni verrà consegnato un fumetto in cui sono disegnati la Regina Papetta e il Conte Tizzoni e il duca Gian Galeazzo Visconti e la duchessa di Castelnuovo del Garda, maschere del Carneval de Castelnovo con il quale I Birichin hanno siglato un patto di gemellaggio nel settembre 2021. Ai piccoli allievi delle sezioni infanzia e primaria verrà chiesto di colorare con fantasia le figure dei reali e completare i fumetti con un ipotetico dialogo tra la Regina Papetta ed il Duca. Non appena la situazione pandemica lo consentirà verranno consegnati dei premi a tutte le classi partecipanti”.

Insomma, il carnevale ufficiale è stato annullato, ma lo spirito carnevalesco a Crescentino è più vivo che mai.

Redazione di Vercelli