VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Vercelli Città
Isola sempre meno "isolata" e, anzi, ormai protagonista nello Sport anche a livello nazionale

VERCELLI ISOLA - La benedizione degli zainetti, borse, sacche sportive - Occasione per riunire e, soprattutto, unire la comunità - Bella iniziativa del Comitato, sostenuta dall'infaticabile Parroco Don Augusto - VIDEO E GALLERY

Tanta gente, nonostante si fosse alla prova d'esordio di un appuntamento che meriterà ripetere anche in futuro

Oggi, lunedì, riprendono, quasi ovunque, le attività “formative” in senso ampio.

Dalla riapertura delle aule scolastiche agli allenamenti delle Società sportive, non meno che ai corsi di avviamento allo sport.

Insomma, si torna a seguire programmi e percorsi utili alla crescita individuale e collettiva.

Qualcuno di coloro che da oggi riprende a frequentare Scuole e Palestre, Palazzetti e Piscine, ha una chanche in più.

Lo zaino, la sacca sportiva, la borsa, benedetti da Don Augusto.

Ma andiamo con ordine.

Sabato pomeriggio, nel giardino che sta di fronte al Palahockey del Rione Isola (il Comune ha negato la disponibilità, chissà perché, del campetto recintato, ma amen), una bella iniziativa, che ha riunito e unito la comunità.

Perché l’incontro?

Soprattutto per stare insieme, salutarsi, rivedersi.

Insomma, per dirsi, anche così, di essere “comunità”: Isola si chiama il Rione, ma non “isolati” i suoi abitanti.

Anche perché questo quartiere così ricco di storia di una Vercelli del lavoro, dei sacrifici, del sudore della fronte, sta mettendo in campo (pista, palestra) realtà sportive ormai di livello che si conquista rispetto e stima non meno che risultati a livello nazionale e internazionale.

Qualche nome, sperando di non dimenticarne nessuno, ma tutti sono comunque chiamati per nome dal Parroco e lo possiamo ascoltare nel video che apre questo articolo: per l’hockey, Engas e Amatori; la rotellistica rappresentata anche dalla Rollerblot di Caresanablot e dallo Skating Vercelli. Poi il powerlifting con la Vigor di Turi Putrino.

***

Un quartiere che l’attuale organizzazione delle Zone pastorali, collega molto opportunamente a Caresanablot ed al Belvedere.

Parrocchie affidate ai Salesiani, con la guida del Parroco Don Augusto.

Ma è chiaro che tutto questo contribuisce a “fare comunità”, soprattutto se, come sempre quando si parla del carisma di San Giovanni Bosco, tutta l’attività pastorale e sociale è concepita non per dividere, selezionare, allontanare, fare elite, ma, al contrario, per unire, incontrare, ascoltare, capire, aiutare tutti, a prescindere dalle provenienze e dalle convinzioni.

E se c’è un esempio di Sacerdote ispirato da questo carisma salesiano è proprio Don Augusto.

Senza nulla togliere a tutti gli altri santi Sacerdoti, ma…perché non dirlo?!

Per esempio, sabato era appena arrivato da un lungo viaggio, un pellegrinaggio nei luoghi di Padre Pio, tutto in pullman, con tanti suoi parrocchiani.

Ma subito ha celebrato Messa qui, per non perdere questa occasione di incontro e forse anche perché ci teneva a dire una parola sulla Parabola del Vangelo parte delle Letture della Liturgia domenicale.

Quello straordinario dono che è la Parabola detta del “figliol prodigo”, oppure del “Padre misericordioso”.

Lo ascoltiamo integralmente nel nostro video, preoccupato di sottolineare l’importanza della “tenerezza di Dio”. L’importanza del perdono come codice capace di costruire relazioni di pace.

***

Occasio proxima, però, come abbiamo detto all’inizio, la benedizione dei “ferri del mestiere”, gli zainetti.

Non tanto agli oggetti, quanto alle persone che li useranno: che siano ragazzi, studenti, sportivi, come sono sportivi anche i partecipanti alle attività di ginnastica dolce per la Terza Età.

La risposta della gente, pur considerando che si trattava di “una prima volta” di questa iniziativa, è stata incoraggiante: tutti i posti pieni.

Poi, dopo la Messa, il Comitato aveva preparato una ottima panissa: come resistere?!

Vi lasciamo con video e gallery.

notizie correlate