VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

UNIONE EUROPEA – Conferenza al Liceo Ferrari di Borgosesia            

La conferenza è stata tenuta dal Dott. Andrea Piletta Massaro ex studente del liceo, ora laureato in giurisprudenza e impegnato nella carriera accademica

Valsesia e Valsessera

Interessante incontro nella sede del liceo Gaudenzio Ferrari di Borgosesia, il 7 marzo.

I ragazzi di tutte le classi quinte dell’Istituto hanno seguito una conferenza sull’Unione Europea, tenuta dal Dott. Andrea Piletta Massaro, organizzata dalla confraternita degli ex studenti della scuola. Lo stesso Piletta era uno studente del liceo, ora laureato in giurisprudenza e impegnato nella carriera accademica.

L’Unione è un’intesa di collaborazione tra vari Stati – ha esordito – . La parola collaborazione è centrale, perché scelta da Paesi che fino a prima si erano combattuti, mentre da quel momento si sarebbero fatti sforzi per diventare un fronte compatto e coeso”.

Le prime riflessioni non possono che andare alla situazione Ucraina: “Credo sia l’ottima dimostrazione, insieme alla pandemia, di che importanza abbia l’UE per trovare e mettere in campo delle soluzioni efficaci, che Stati soli non avrebbero potuto neanche immaginare”.

L’incontro è poi proseguito con una breve analisi delle tappe che hanno portato Stati divisi dalla Seconda guerra mondiale alla creazione di un organo sovranazionale come questo, partendo dal mercato comune su carbone e acciaio fino alla libera circolazione delle persone e una moneta comune.

Sono poi stati analizzati gli strumenti e l’ordinamento di cui l’Unione si è dotata.

Credo che incontri come questo siano importanti perché ad oggi l’Unione Europea è spesso posta sotto accusa, ma i suoi vantaggi sono dati per scontati e passano sotto traccia – conclude Piletta -. Serve invece più spirito critico, una maggior conoscenza di cosa l’UE permette di fare e quali diritti, fino a poco tempo prima impensabili, essa concede”.

L’incontro si è poi concluso con alcune domande da parte degli studenti e la visione di un filmato.

Lorenzo Della Peruta, 5SA

Redazione di Vercelli