VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

TRINO - Progetto FaRete. I ragazzi e la loro città, i ragazzi e i loro luoghi del cuore          

Il resoconto dei ragazzi in merito alla prima uscita

A Trino si è svolta martedì 22 marzo la prima delle uscite con i ragazzi della classe I, sezione C, della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Trino, che grazie alla collaborazione dell’insegnante Cristina Barcotti, hanno aderito al progetto FaRete, proposto e coordinato dal  Comitato del Gemellaggio di Trino, in partenariato con una fitta rete di enti e associazioni locali e sostenuto dalla Regione Piemonte.

L’attività, condotta da Anna Maria Bruno, prevede una serie di uscite in città, uno speciale ‘viaggio’ di scoperta di Trino, osservata con lo sguardo di generazioni, professioni e culture diverse.

A condurre la prima uscita sono stati i ragazzi stessi che hanno scelto i luoghi da loro maggiormente amati.

E così che si è andati in piazza IV Novembre, popolarmente detta piazza della Fusa, luogo prescelto da Nicolò: “Per me è un luogo molto speciale – ha spiegato – è  un punto di ritrovo per noi ragazzi, un posto dove andare a giocare con gli  amici”.

Ma anche Jasmine ha scelto quel luogo perché “è un luogo di ricordi, uno spazio adatto a grandi e piccoli, è molto grande ed è bellissimo, con un  grande albero nel suo centro”.

Raggiunta la piazza e l’attenzione si è focalizzata su un particolare pezzo di storia conservato in quel luogo, un raro documento di quella che era una realtà un tempo diffusa anche nelle nostre città: il lavatoio pubblico, realizzato in cemento, dove gratuitamente le donne potevano recarsi per fare il bucato. E di quei tempi ha raccontato il nonno di uno dei ragazzi, un anziano che abita proprio alla Fusa.

Altro luogo del cuore raggiunto dal gruppo è stato il Parco della Stazione, segnalato da Salvatore che ha voluto guidare il gruppo in quel “posto speciale, ed importante per la cultura storica trinese, dove si trova il monumento della memoria dei soldati e partigiani trinesi caduti nella seconda guerra mondiale”.

Redazione di Vercelli