VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

EUROPEAN YOUTH PARLIAMENT - Sei studenti dell’Istituto Ferrari di Borgosesia volano a Cork    

Il racconto dei ragazzi sulla splendida esperienza

Valsesia e Valsessera

Tra il 19 e il 23 aprile sei studenti del Liceo G. Ferrari di Borgosesia, dopo essere stati selezionati al concorso indetto dall’Associazione Parlamento Eurpeo Giovani, hanno partecipato all’iniziativa europea “European Youth Parliament”, in particolare la venticinquesima sessione tenutasi in Irlanda, nella città di Cork.

Hanno partecipato al progetto Fabio Mei, Giorgia Roncarolo (3SB), Giulia Vitali, Dennis Zerbini (4A), Michele Rege e Leonardo Tambone (4SB), unici selezionati tra 61 istituti italiani. La preselezione, avvenuta nel dicembre 2021, consisteva nella stesura di una proposta da porre al Parlamento Europeo per risolvere la situazione afghana a seguito della ripresa di Kabul da parte dei talebani.

Durante la sessione irlandese, gli studenti sono poi stati smistati tra dieci gruppi di lavoro, ognuno dei quali avrebbe dovuto stendere delle proposte riguardo alcuni temi tra cui il femminismo, l’economia circolare e l’intelligenza artificiale, da presentare in una simulazione di una seduta del Parlamento Europeo tenutasi all’interno dell’UCC (University College Cork).

Gli studenti hanno vissuto una splendida esperienza, infatti Giorgia ricorda: “È stata un’esperienza che mi ha sorpreso piacevolmente, non mi sarei mai aspettata di viverla. Anche se è durata poco, mi ha insegnato molto, soprattutto su come vivere e vedere la vita. In quei sei giorni mi sono messa in discussione e ho fatto amicizia con molti ragazzi che mi porto nel cuore e con cui continuo ancora a sentirmi. L’Irlanda, anche se un po’ losca, mi è piaciuta molto e ci andrei a vivere anche oggi stesso!”.

Il suo compagno di classe Fabio afferma: “E’ stata un’esperienza formativa sotto numerosi punti di vista, primo di tutti quello della lingua. È stato prezioso poter conoscere persone provenienti da un modello culturale anche solo poco diverso da quello italiano. A posteriori, so che ricorderò questa esperienza come una grande opportunità per crescere, e non me ne dimenticherò mai”.

Giulia, dalla 4A, racconta: “È stata semplicemente un’avventura indimenticabile! Aver avuto la possibilità di lavorare con ragazzi madrelingua ha sicuramente dato una marcia in più al mio inglese. Il divertimento è assicurato quando si costruiscono nuove amicizie e si esplora un bellissimo Paese!”.

Il suo compagno di classe Dennis riferisce: “È stata un’esperienza edificante: sono dovuto uscire parecchio dalla comfort zone e sono entrato in contatto con realtà diverse da quelle in cui sono abituato a vivere. Consigliatissimo: tutto bello se preso dalla giusta prospettiva.”

Anche Michele, della classe 4SB racconta: “Dall’Irlanda sicuramente torno con un bagaglio colmo di nuove amicizie, esperienze e punti di vista; è stata infatti l’opportunità di confrontarsi con altre persone provenienti da contesti spesso molto diversi dalle nostre realtà su temi di grande importanza a rendere un’esperienza di questo tipo unica nel suo genere e proficua per avvicinarci e capire i doveri e le responsabilità che tra non molto dovremo assumerci.”.

Infine, sempre dalla 4SB, Leonardo riporta: “L’inaspettata mail con cui siamo stati invitati alla sessione è arrivata a febbraio e ci ha colto assolutamente di sorpresa. L’emozione era tanta prima di partire per l’Irlanda e, una volta tornati in Italia, abbiamo realizzato quante belle memorie ci sarebbero rimaste e quante competenze avevamo assimilato, prima fra tutte l’enorme progresso acquisito per quanto riguarda la lingua inglese”.

Fabio Mei, Giorgia Roncarolo (3SB)

Giulia Vitali, Dennis Zerbini (4A)

Michele Rege e Leonardo Tambone (4SB)

 

Redazione di Vercelli