VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

AVO CASALE MONFERRATO - Un pubblico attento ha partecipato all’incontro dell’Associazione  

Durante l’incontro sono state illustrate anche le nuove linee di servizio che l’associazione si propone

Sabato 9 aprile scorso si è tenuto nella Sala Pertini di Palazzo Trevigi l’incontro che l’A.V.O., Associazione Volontari Ospedalieri di Casale Monferrato, ha voluto organizzare per i propri concittadini.

La sala, arricchita con cura per l’occasione grazie a fiori, piante verdi ed espositori con molte fotografie che ripercorrono alcuni momenti importanti dell’associazione e ricordano i suoi valori fondanti (gentilezza, passione, gratuità e vicinanza) ha ospitato un pubblico attento e partecipe alle parole dei relatori.

La vicepresidente Chiara Patrucco nella sua introduzione ha dapprima voluto spiegare che per il volontario A.V.O. la parola chiave del proprio servizio non è fare ma è “esserci”, con l’ascolto partecipe ed empatico, la parola, il sorriso e la gentilezza.

Ha poi illustrato le nuove linee di servizio che l’associazione si propone :

– pur mantenendo attiva la collaborazione all’interno della struttura sanitaria, raggiungere i beneficiari seguiti dal Servizio Socio Assistenziale nelle proprie case attraverso il servizio domiciliare;                                   –  avviare la collaborazione con la Casa di Riposo cittadina e con Vitas, con l’intento di realizzare una serie di belle iniziative per rendere più piene e piacevoli le giornate trascorse dagli ospiti della struttura.

La Presidente Marina Pagliano ha raccontato come l’associazione, a livello nazionale, sia nata a Milano nel 1978 e quale sviluppo ha avuto negli anni, arrivando dopo quasi 45 anni di attività ad operare in oltre 240 realtà locali e in 700 strutture in tutta Italia, mentre A.V.O. Casale ha preso vita nel 1980 grazie alla volontà dell’indimenticato Prof. Capra Marzani e all’impegno della signora Tecla Canepa Allara, per molti anni Presidente dell’associazione.

Subito dopo hanno preso la parola le ospiti speciali invitate da A.V.O.:

la dr.ssa Annamaria Avonto, Direttore del Servizio Socio Assistenziale, ha ringraziato i volontari per la disponibilità manifestata nel raggiungere le persone più fragili al proprio domicilio, per donare loro il tempo e la vicinanza che gli operatori sanitari, per i pressanti ritmi di lavoro, non sono nelle condizioni di offrire e ricordando quanto grande sia il bisogno;

la dr.ssa Daniela Degiovanni,  Direttore sanitario della Casa di Riposo e Presidente di Vitas, ha poi incantato il pubblico presente con le sue parole sempre decise, profonde, ricche di sentimento e di spunti intelligenti, sottolineando il valore impagabile di tutto il mondo del volontariato in Italia – poiché senza l’impegno e la passione di tanti volontari molte strutture e servizi sanitari sarebbero destinati a chiudere – e rimarcando altresì la professionalità acquisita dai volontari attraverso la formazione specifica al proprio servizio;

la Presidente di A.V.O. Magenta, Valentina Bollini, invitata anche a testimonianza della collaborazione e reciprocità esistente tra le A.V.O. locali per quanto ognuna con le proprie specificità, ha descritto l’esperienza della propria associazione nel servizio domiciliare, avviato da pochi mesi con grande e reciproca soddisfazione sia da parte dei volontari sia da parte dei beneficiari raggiunti presso le proprie case.

Alle parole dei relatori sono poi seguite le testimonianze di esperienza diretta nel servizio raccontate dalla volontaria e componente del Consiglio Direttivo di A.V.O. Casale Anna Carro, che con parole semplici e dirette, piene di passione e di sentimento, ha parlato a cuore aperto, raccontando le emozioni e la gioia che si prova quando si fa dono di se stessi, del proprio tempo, della capacità di ascoltare l’altro, perché tutto torna moltiplicato a colui che dona.

L’incontro si è chiuso con un lungo applauso e i ringraziamenti da parte dei presenti, alcuni dei quali, colpiti dalle parole e dalle esperienze descritte dei relatori, hanno subito manifestato la propria adesione come aspiranti volontari al corso di formazione, già pianificato per la seconda metà di maggio.

Al termine A.V.O. ha poi offerto un piccolo rinfresco, anche per lasciare la possibilità a chi lo desiderasse di parlare con i volontari, per approfondire il proprio interesse e porre domande sul servizio e sulle novità di cui si è parlato.

Chi fosse interessato a candidarsi come volontario può prenotare un appuntamento telefonico o di persona scrivendo alla mail avocasalemonferrato@gmail.com o mandando un messaggio whatsapp alla segretaria dell’Associazione, Mirella Scagliotti, al numero 333 7251484 .

Per conoscere qualcosa in più sull’associazione si può visitare il sito www.avocasalemonferrato.it e la pagina Facebook di AVO Casale Monferrato.

Reazione di Vercelli