VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Il Sindacato Nursing Up fortemente critico

SANITARI UCRAINI AL POSTO DI QUELLI ITALIANI NON VACCINATI? - L'ipotesi mette a rumore il mondo della Sanità - Mentre arrivano altre sentenze che dispongono il reintegro dello stipendio 

Sta mettendo a rumore il mondo della Sanità la recente decisione di sostituire i Sanitari (Medici, Infermieri, Oss) che rifiutano il vaccino con Personale proveniente ed in fuga dall’Ucraina.

Non è ancora chiaro se vaccinato o no.

Proprio in questi giorni, peraltro, si aggiungono, alle molte già raccolte dai Sindacati dei Sanitari, altre Sentenze importanti.

Qui l’ultima, che dispone il reintegro della retribuzione ad un’Infermiera, in provincia di Torino.

Molte persone, infatti e soprattutto, rifiutano di sottoscrivere quella sorta di “liberatoria” che i preposti alla somministrazione sottopongono affinchè il paziente dichiari di essere “informato” sui rischi possibili conseguenti alla pratica vaccinale.

Qui il modulo, come viene proposto al Paziente: se non lo sottoscrive, niente vaccino; ma se non accetta il vaccino non può andare a lavorare.

***

Ora si aggiunge questa novità, che il Sindacato NursingUp stigmatizza (leggi qui).

Per molti motivi, oltre quello di una “supplenza” assai controversa; tra questi il fatto che pare non procedesi né a verifiche di equipollenza dei requisiti, né di conoscenza della lingua italiana.