VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

Sono giunti a Novi Ligure cento atleti per aggiudicarsi il  “I° Trofeo Donna nello Sport Inclusive” disciplina Karate va ricordato che la parola Kata nell’antichità assumeva il significato di simbolo per enfatizzare il contenuto spirituale, in seguito assunse il significato più semplice di forma.

La manifestazione indetta e organizzata dalla Unione Nazionale Veterani Sport di Novi Ligure, in collaborazione con “Il Tempo Del Karate, E.N.S.T.L.,C.S.A.In. Comitato Provinciale Alessandria”.

Alla manifestazione sono intervenuti atleti dalla Lombardia, dalla Liguria, dalla Toscana e dal Piemonte.

Responsabile della manifestazione il Maestro Gimmo Borsoi, con la collaborazione dei fratelli Nando e Giorgio Bellora, Patelli, D’Assisi, Pellegrini e Cazzulino.

Per ricordo della manifestazione sono assegnate coppe alle società, mentre a tutti gli atleti il diploma “1° Trofeo Donna nello Sport Inclusive”

I maestri Borsoi, D’Assisi, Caferri, Bellora, Cazzulino,  fra i quali vi è un solido rapporto di collaborazione che lega il basso-Piemonte alla Lombardia, hanno condotto e definito nell’occasione la programmazione annuale agonistica in funzione alle Gare Nazionali ed Internazionali 2022/23

Desideriamo dare alcune nozione del significato della disciplina Karate 

Ufficialmente il nome formale è “空手道 karate-dō”. 道(dō) è strada. Quindi attraverso karate si cerca la strada della vita.

Come il nome rispecchia, in karate si combatte con le mani vuote, senza armi.

Karate è una delle arti marziali (in giapponese tradotto 武道 budō). Non è sport.

Ma quale è la differenza tra arte marziale e sport?

Secondo me, una grande differenza è se viene data molta importanza a vittoria e sconfitta o no.

In arte marziale ci si allena a uccidere o ferire un uomo.

Quindi la sconfitta significa la morte.

Direi che vincere e perdere in arte marziale hanno un senso più profondo di quelli in sport.

 

 

Redazione di Vercelli

 

 

La Sanremese cha ha pareggiato nell’ultimo turno dopo aver raccolto tre vittorie, affronta la Castanese cha ha perso tre gare su quattro.

Il Vado, sconfitto dopo due vittorie, attende il Chieri (4 punti raccolti in 3 gare).

Il Bra che ha ottenuto tre punti in tre gare, affronterà sul proprio campo l’Asti (2 vittorie e 2 pareggi).

Il Borgosesia, sconfitto dopo aver conquistato 5 punti in 3 turni, va in casa del Casale reduce da 2 vittorie, della quali una a tavolino.

La Fezzanese reduce da un pareggio dopo due sconfitte affronta il Derthona che sinora ha sempre pareggiato.

Il Gozzano (7 punti i 3 gare), ospita la Castellanzese in arrivo da 2 vittorie.

Vittorioso dopo tre sconfitte il Legnano attende il Pinerolo (2 punti in 3 gare).

Il Ligorna che ha ottenuto due punti in tre turni, affronta il Fossano che ha perso le ultime tre.

Il Sestri Levante in striscia vincente da tre gare attende il Chisola che ha sempre perso.

Lo Stresa cinque punti in tre gare, attende il Pont Donnaz sconfitto nelle ultime due, una delle due è arrivata a tavolino.

La giornata

Bra-Asti

Casale-Borgosesia

Fezzanese-Derthona

Gozzano-Catellanzese

Legnano-Pinerolo

Ligorna-Fossano

Sanremese-Castanese

Sestri Levante-Chisola

Stresa-Pont Donnaz

Vado-Chieri

La classifica

Sanremese 10

Sestri Levante 9

Asti 8

Casale 8

Castellanzese 8

Vado 7

Gozzano 7

Chieri 7

Borgosesia 5

Bra 5

Stresa 5

Ligorna 5

Pinerolo 5

Derthona 4

Fezzanese 4

Legnano 3

Castanese 3

Pont Donnaz 3

Fossano 1

Chisola 0

Redazione di Vercelli

 

 

Bra-Asti

Arbitro: Mattia Mirri di Savona

Guardalinee: Nicolò Pasquini di Genova e Matteo Manni di Savona

Casale-Borgosesia

Arbitro: Michele Pasculli di Como

Guardalinee: Federico Mezzalira di Varese e Pietro Tinelli di Treviglio

Fezzanese-Derthona

Arbitro: Marco Schmid di Rovereto

Guardalinee: Gabriele Lombardi di Pontedera e Gianluca Stella di Grosseto

Gozzano-Castellanzese

Arbitro: Federico Tassano di Chiavari

Guardalinee: Jonas Blondon Nkenkeu Teulem di Parma e Marco Nasi di Reggio Emilia

Legnano-Pinerolo

Arbitro: Stefan Arnaut di Padova

Guardalinee: Matteo Lauri di Modena e Mariano Pascale di Bologna

Ligorna-Fossano

Arbitro: Vincenzo Hamza Riahi di Lovere

Guardalinee: Nicolò Selleri di Bologna e Matteo Sintoni di Faenza

Sanremese-Castanese

Arbitro: Vincenzo D’Ambrosio Giordano di Collegno

Guardalinee: Paolo Cufari di Torino e Anthony Cusumano di Collegno

Sestri Levante-Chisola

Arbitro: Francesco Aloise di Lodi

Guardalinee: Thomas Vora di Como e Dario Fantaccione di Cinisello Balsamo

Stresa-Pont Donnaz

Arbitro: Gabriele Cortale di Locri

Guardalinee: Andrea Manzini di Voghera e Nicolò Matteo Presta di Cosenza

Vado-Chieri

Arbitro: Andrea Mazzer di Conegliano

Guardalonee: Usman Ghani Arshad di Bergamo e Giuseppe Lentini di Milano

 

Redazione di Vercelli

Nella serata di sabato 24 settembre alle ore 20.00 circa, su allerta della Squadra Operativa della Questura di Vercelli, operatori della Squadra Volante si sono recati in Corso Torino dov’era stato segnalato il transito di un’auto rubata.

Un equipaggio della Squadra Volante si è posto immediatamente all’inseguimento del veicolo, provento di un furto della giornata di giovedì 23 settembre, mentre un altro equipaggio ha formato un posto di blocco in corso Torino al fine di arrestare la corsa del veicolo in fuga.

A questo punto, un operatore ha intimato invano l’alt al conducente del veicolo rubato che, nella circostanza, ha tentato di investirlo per poi continuare la corsa nel senso opposto di marcia.

In tale frangente, l’operatore ha esploso due colpi di arma da fuoco in direzione degli pneumatici dell’auto in fuga, allo scopo di arrestarne la corsa.

Nonostante tale azione, il conducente del veicolo rubato, ha perseverato nella sua condotta per poi essere raggiunto da un’altra volante della Polizia di Stato.

Da ciò ne è scaturito uno speronamento che ha consentito ali operatori di arrestare la folla corsa pochi metri dopo.

L’uomo alla guida, poi identificato come cittadino italiano, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale ed è stato associato alla Casa Circondariale di Vercelli per gli adempimenti di rito.

 

Redazione di Vercelli

Gli amici di Marco organizzano una raccolta fondi per il Gaslini dopo la sua scomparsa a soli 25 anni.

D’accordo con la sua famiglia, abbiamo deciso di organizzare una raccolta fondi per fare del bene nel primo posto in cui Marco ha ricevuto del bene in vita sua: l’Ospedale Gaslini di Genova, dove è stato curato quando era bambino”.

Così sulla piattaforma G0FundMe gli amici di Marco Mazzarda, consulente commerciale e campione di karate di Vercelli, scomparso il 22 settembre nel giorno del suo 25simo compleanno, che hanno già raccolto cinquemila euro in sua memoria.

Straordinario. Fuori dagli schemi. Acuto. Sveglio. Incredibile. Marco – scrive l’organizzatrice della campagna, Alessandra Anelliera un milione di cose diverse in una persona sola, una mente poliedrica, un’intelligenza fuori dal comune, ma soprattutto un nostro amico, un pezzo del nostro cuore”.

Che vogliamo ricordare – prosegue – dispensando dai soliti fiori, ma facendo del bene, così come Marco avrebbe voluto. Cerchiamo di trasformare le nostre lacrime in sorrisi per qualcun altro”.

La donazione è libera – conclude – la mamma di Marco provvederà a girarla da parte nostra”.

La raccolta fondi è raggiungibile al link https://gf.me/v/c/gfm/djhzdb-in-loving-memory-of-marco

 

Redazione di Vercelli

Due podi, un primo posto a squadre e un terzo posto individuale, compongono il bilancio finale del weekend di Coppa del Mondo di scherma paralimpica per Andreea Mogos, uscita con un ricco bottino di medaglie dalla tappa disputata a Pisa.

La vittoria è arrivata domenica 25 settembre nella gara Open a squadre di sciabola, una formula mista che vede affrontarsi quartetti composti da due uomini e due donne.

Quello azzurro vedeva in pedana, oltre all’atleta piemontese delle Fiamme Oro di base alle Lame Rotanti, anche Rossana Pasquino, Edoardo Giordan e Gianmarco Paolucci.

I quattro azzurri si sono imposto al termine di una finale equilibratissima, vinta per una sola stoccata, 20-19, grazie a una superba rimonta dal 9-15 di Edoardo Giordan contro la Polonia.

In semifinale l’Italia aveva battuto la Francia per 20-11.

Venerdì 23 settembre, Andreea Mogos aveva conquistato invece il terzo posto nella gara individuale di fioretto femminile categoria A, imponendosi agli ottavi per 15-5 contro la giapponese Shino Kawai e poi per 15-8 ai quarti sulla coreana Hyo Kyeong Kwon, prima di arrendersi in semifinale all’ungherese Eva Andrea Hajmasi per 15-13, dopo essere stata in vantaggio per 10-5.

Coppa del Mondo Paralimpica – Sciabola open a squadre – Pisa, 25 settembre 2022

Finale

ITALIA b. Polonia 20-19

Finale 3/4 posto

Francia b. Corea 20-5

Semifinali

Polonia b. Corea 10-5

ITALIA b. Francia 20-11

Quarti

Corea b. Germania 20-19

Classifica (5): 1. ITALIA, 2. Polonia, 3. Francia, 4. Corea, 5. Germania

Coppa del Mondo Paralimpica – Fioretto femminile CAT. A – Pisa, 23 settembre 2022

Finale

Krajnyak (Hun) b. Hajmasi (Hun) 15-10

Semifinali

Hajmasi (Hun) b. Mogos (ITA) 15-13

Krajnyak (Hun) b. Tibilashvili (Geo) 15-12

Quarti

Hajmasi (Hun) b. Veres (Hun) 15-4

Mogos (ITA) b. Kwon (Kor) 15-8

Tibilashvili (Geo) b. Vide (Fra) 12-7

Krajnyak (Hun) b. Madryk (Ukr) 15-3

Tabellone dei 16

Kwon (Kor) b. Trigilia (ITA) 15-12

Mogos (ITA) b. Kawai Jpn) 15-5

Madryk (Ukr) b. D’Agostino (ITA) 15-5

Fase a gironi

Rebecca D’Agostino: 4 vittorie, 2 sconfitte

Loredana Trigilia: 2 vittorie, 4 sconfitte

Andreea Mogos: 5 vittorie, 1 sconfitta

Classifica (21): 1. Zsuzsanna Krajnyak (Hun), 2. Eva Andrea Hajmasi (Hun), 3. Andreea Mogos (ITA), 3. Nino Tibilashvili (Geo), 5. Hyo Kyeong Kwon (Kor), 6. Brianna Vide (Fra), 7. Nataliia Madryk (Ukr), 8. Amarilla Veres (Hun), 10. Rebecca D’Agostino (ITA), 12. Loredana Trigilia (ITA)

 

Redazione di Vercelli

 

Pro Roasio-Montanaro 1-2

Quaronese-Gattinara 2-3

Santhià-Ponderano 0-2

Serravallese-La Vischese 3-2

Sizzano-Valle Cervo Andorno 2-1

Strambinese-Pro Palazzolo 3-3

Valdilana Biogliese-Ivrea Banchette 0-1

Virtus Vercelli-Cigliano 4-0

Classifica

Ponderano 9

Montanaro 9

Ivrea Banchette 7

Valle Cervo Andorno 6

Gattinara 6

Cigliano 6

La Vischese 4

Pro Palazzolo 4

Sizzano 4

Quaronese 3

Virtus Vercelli 3

Valdilana Biolgiese 3

Serravallese 3

Strambinese 1

Pro Roasio 1

Santhià 0

 

Redazione di Vercelli

Bianzè-Dufour Varallo 2-1

Bulè Bellinzago-LG Trino 3-0

Ce.Ver.Sa.Ma Biella-Piedimulera 2-2

Chiavazzese-Pro Novara 1-1

Fulgor Ronco Valdengo-Vigliano 2-1

Juventus Domo-Feriolo 3-1

Sparta Novara-Arona 3-2

Valduggia-Omegna 0-3

 

Classifica

Bulè Bellinzago 9

Arona 6

LG Trino 6

Pro Novara 5

Bianzè 5

Piedimulera 5

Ce.Ver.Sa.Ma Biella 4

Omegna 4

Sparta Novara 4

Dufour Varallo 3

Valduggia 3

Chiavazzese 3

Fulgor Ronco Valdengo 3

Juventus Domo 3

Feriolo 1

Vigliano 0

 

 

Redazione di Vercelli

 

 

 

Vercelli, 24-09-2022

S2M Volley Vercelli – Volley Pirates Novi Gavi 0-3 (17/25 23/25 18/25)

S2M Volley Vercelli: Saino (L1), Avilia (2), Ogliaro (8), Bertinazzi, Comello (7), Fenoglio (6),  Lupo (5), De Ambrogio, Vattimo, Vercellone, Bittolo (2), Ippolito (5), Trasente, Breda (L2).All: Gherardi, Vigliani

Nella seconda partita di Coppa Piemonte , la S2M non ha ripetuto la buona prova della scorsa settimana.

Opposte alla Bertinetti al Volley Gavi, le atlete bicciolane hanno fatto un passo indietro.

In partita solo nel secondo set, le atlete di Gheradi e Vigliani hanno offerto una prestazione non certo positiva.

Non si può giustificare una gara con i pochi allenamenti fatti sin ora o la mancanza di amalgama della nuova formazione o l’assenza di Mastronardi, ma occorre sottolineare la poca grinta vista in campo, unita alla solita difficoltà in attacco, contro una formazione che, oltre tutto ha sbagliato molto di più della S2M.

Basti pensare che nel primo set, perso per 17/25, tutti gli attaccanti schierati in campo, al di fuori delle giovani Ippolito (34%) e Bittolo (50%), hanno avuto una percentuale in attacco pari a ZERO.

Meglio nel secondo periodo dove l’ingresso di Comello ha dato maggiore consistenza alla formazione bianconera, ma che ancora una volta nel finale, ha commesso banalità evidenti, che hanno permesso al Gavi di conquistare anche il secondo set per 23/25.

Nella terza frazione, vista la buona prestazione nel periodo precedente, ci si aspettava una reazione di orgoglio della S2M, che invece non c’è assolutamente stata, tanto che le alessandrine vincono anche il terzo set per 18/25 e la gara per 3-0.

Ancora una volta da salvare il bravissimo libero Gloria Savino che da sola ha tenuto in piedi la ricezione e la difesa delle vercellesi.

Sicuramente la squadra dovrà avere margini di miglioramento che si otterranno sia con il lavoro in palestra il più duro possibile, sia con la gestione degli effettivi a propria disposizione che dovranno dare sicuramente di più.

Il prossimo turno di coppa è previsto per sabato 01 ottobre con la S2M che affronterà a Biella la Virtus Chiavazza.

Staremo a vedere.

 

Redazione di Vercelli

Accademia Borgomanero-Settimo 3-0

Aygreville-Biellese 3-1

Città di Baveno-Briga 3-2

Città di Cossato-Borgaro 2-4

Oleggio-RG Ticino 2-1

Pro Eureka-Alicese Orizzonti 0-1

Venaria-Volpiano 0-0

Verbania-Alpignano 3-0

Classifica

Borgaro 7

Accademia Borgomanero 7

RG Ticino 6

Settimo 6

Venaria 5

Verbania 5

Città di Cossato 4

Volpiano 4

Alicese Orizzonti 4

Oleggio 4

Aygreville 3

Alpignano 3

Città di Baveno 3

Biellese 2

Pro Eureka 1

Briga 1

 

Redazione di Vercelli