VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

Intanto, poiché oggi è il suo Onomastico, per prima cosa bisogna fare gli auguri alla Dottoressa Anna Actis Caporale, Segretario Generale del Comune di Borgosesia.

Partiamo da lei perché è, se non la protagonista, quanto meno la destinataria (implicita) di questa richiesta di chiarimenti presentata dal Gruppo consiliare di Opposizione “Bentornata Borgosesia”, con il candidato Sindaco Sara Costa.

Le domande sono rivolte al Sindaco Fabrizio Bonaccio da un’Opposizione che – come già successo per quella rappresentata da Claudia Marchesini – pare ben decisa ad esercitare appieno una funzione di controllo e proposta alla nuova Amministrazione.

Anche perché le Opposizioni sanno bene di rappresentare, in realtà, la maggioranza dei cittadini: non va, infatti, dimenticato che la lista di Bonaccio ha racimolato non più del 32 per cento dei voti. Maggioranza relativa, quindi, certo con il diritto – dovere assegnato dalla Legge elettorale di governare, ma (specularmente) un ruolo accresciuto per le Opposizioni.

Che, insieme, rispetto al 2017 perdono circa 270 voti. Ma circa 700 sono i consensi lasciati per strada  dalla maggioranza tra la Giunta 2017 e quella 2022.

Sono cose su cui rifletteranno un po’ tutti, cittadini ed Amministratori.

***

Oggi, però, siamo di fronte ad un’attività inedita delle Opposizioni, che lascia intendere come i prossimi cinque anni saranno molto diversi dai precedenti.

Il gruppo “Bentornata Borgosesia” ha presentato ieri ben 10 richieste di chiarimenti, documenti o interrogazioni.

Si vedrà come risponderà la Giunta.

I temi proposti sono vari e sarebbe riduttivo riassumerli tutti in un solo articolo.

Peraltro, essendosi tenuta ieri (25 luglio) una seduta di Consiglio Comunale in cui non sono state trattate interrogazioni, il tempo che ancora ci separa dalla prossima riunione non sarà, verosimilmente, breve e, quindi, c’è modo per una esposizione mirata, trattando ogni singolo argomento.

***

Oggi, dunque, il primo intervento che è una “richiesta di chiarimenti”: leggilo integrale cliccando qui.

Di cosa si tratta?

Presto detto: recentemente la Giunta Bonaccio ha deciso di “potenziare” lo staff del Sindaco, con l’assunzione di un giovane di Vercelli.

E qui la domanda “semplice” che Sara Costa con i suoi Consiglieri rivolge: perché prendere a Vercelli un impiegato di livello esecutivo (categoria C, quindi non un Quadro, né un Dirigente).

Non ne abbiamo a Borgosesia ed in Valsesia di giovani che potrebbero essere assunti?

Leggi – cliccando qui – la deliberazione della Giunta con cui si decide l’assunzione.

***

Poi c’è la parte più “tecnica” e complessa del documento, che invita l’Amministrazione a chiarire (forse anche a se stessa) come, ad un impiegato (con tutto il doveroso rispetto per la persona, che non è in discussione da parte di nessuno) d’ordine un compito strategico come il “supporto (…) nelle verifiche del programma di mandato”.

Semmai – è l’opinione dell’Opposizione – questa figura dovrebbe essere in staff o alle dipendenze del Segretario Generale del Comune che, ove non sia nominato un Direttore Generale, ha, tra i propri compiti, appunto quello di sovrintendere al funzionamento della “macchina” comunale.

(Continua)

Ci sono tutti gli indizi per fare ritenere che l’incendio divampato oggi 22 luglio, nel primo pomeriggio a Cigliano, in Via Pietro Micca, si di origine dolosa.

Il vecchio stabilimento della un tempo molto nota industria “Sila” è ormai dismesso da sette anni ed è seguito da un Curatore.

In passato molto attiva, l’azienda, in particolare negli Anni Ottanta, dava lavoro ad un numero elevato di Maestranze, molte delle quali provenienti dai vicini comuni di Villareggia, Mazzè, Maglione, oltre che da Cigliano e Moncrivello.

Oggi le fiamme, che hanno attinto depositi di masserizie ed immondizie, in un compendio altresì caratterizzato dalla massiccia presenza di fibrocemento.

Da prime sommarie informazioni i punti di innesco sarebbero stati ben tre, sì che è difficile pensare ad un caso.

Per fortuna non si registrano vittime ed il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco e di Arpa Piemonte ha limitato al massimo i danni ambientali.

Sul posto anche la Polizia Municipale, i Carabinieri e vari Tecnici del Comune di Cigliano, unitamente al Sindaco.

E’ previsto per lunedì un nuovo sopralluogo nel corso del quale le Autorità di vigilanza valuteranno la situazione, in particolare legata alla presenza di residui d’amianto.

 

Serata all’insegna del divertimento quella di giovedì 21 luglio.

A Vercelli, nell’ambito Musa, in piazza Antico Ospedale, si è infatti esibito il comico Max Angioni.

Comasco classe 1990, Angioni è uno dei comici emergenti del panorama artistico italiano.

I suoi personaggi surreali e la sua capacità di esporre monologhi esilaranti lo stanno accompagnando nel suo tour.

Il pubblico vercellese, composto da grandi e piccoli, è stato intrattenuto dalle sue battute quanto mai attuali, visto che hanno come scenario la vita di tutti i giorni.

 

 

Redazione di Vercelli

 

Le squadre dei Vigili del Fuoco della sede Centrale e del distaccamento di Santhià sono intervenute oggi, giovedì 22 luglio poco dopo le 15.20, sulla tratta ferroviaria Torino – Milano, nei pressi di San Germano Vercellese, a seguito di un guasto ad un treno passeggeri.

Le squadre intervenute hanno prestato assistenza ai circa 200 passeggeri aiutandoli ad evacuare le carrozze e fornendo assistenza agli stessi in collaborazione con il personale del 118.

Sul posto sono presenti PolFer di Vercelli, Carabinieri di San Germano, Polizza Locale e Protezione Civile.

La linea ferroviaria è parzialmente ripristinata.

 

Redazione di Vercelli

Proseguono gli appuntamenti del Musa che porta a Vercelli grandi nomi del panorama artistico italiano.

Nella serata di martedì 19 luglio a esibirsi è stato Nino Frassica.

Conosciutissimo nelle vesti di comico e attore, il poliedrico artista messinese, classe 1950, è stato protagonista di una serata all’insegna del divertimento e della musica.

Così da frontman dei Los Plagger con i quali ha eseguito oltre 100 brani rivisti e corretti.

Brani famosissimi che hanno avuto un personalissimo taglio ironico.

La manifestazione ora prevede in cartello l’esibizione comica di Max Angioni, protagonista sul palco nella serata di giovedì 21 luglio.

Redazione di Vercelli

 

Attorno alle 15 di oggi, 19 luglio, un sinistro stradale di lieve entità in Corso Fiume a Vercelli.

Sono entrate in collisione, per cause che sono al vaglio della Polizia Municipale, intervenuta tempestivamente sul posto, un’utilitaria condotta da un privato ed una Panda di servizio dell’Asl di Vercelli.

Nessun danno alle persone.

Tempo di presentazioni a Vercelli.

E’ il momento di conoscere meglio Giovanni Corradini, Coli Saco e Antonio Vergara, i tre centrocampisti nuovi acquisti dei leoni.

I giovani calciatori sono stati introdotti dal direttore sportivo Alex Casella e dall’amministratore delegato Paolo Pinciroli.

 

Cosa ha fatto scegliere loro Vercelli?

Per loro sarà un salto nel calcio dei grandi, come affronteranno la Serie C?

Quali sono le aspettative per la prossima stagione?

Ora la parola passa al campo.

Tutto è pronto per il ritiro in Valsesia.

Redazione di Vercelli

Sono passati solo due mesi da quell’8 maggio in cui i cittadini di Gattinara e Lenta

– leggi qui –

hanno deciso di continuare a vivere in armonia tre le due comunità, respingendo il disegno buffo, quanto cinico, concepito per banali problemi di conservazione del posto.

Un disegno che veniva da lontano e che, sin da febbraio 2020, VercelliOggi.it

aveva comunicato.

Ci ha pensato la gente.

Con il referendum popolare il cui esito è stato chiaro: Lenta e Gattinara restano due Comuni vicini, amici, capaci di collaborazione.

Ma ciascuno con la propria identità e storia e, soprattutto, ciascuno con il proprio futuro.

 

***

Ieri, sabato 9 luglio e oggi, domenica 10, proprio la gente di Lenta ha voluto festeggiare.

Prima di tutto un festa che ha riunito tutto il paese (non solo i “vincitori”) e tanti amici di Gattinara (presenti l’Avv. Mariella Goldin, Capogruppo dell’Opposizione in quel Comune, insieme al Collega di minoranza Francesco Patriarca).

Una festa in allegria, amicizia e serenità: ne va dato atto agli organizzatori; sarebbe stato comprensibile qualche scivolone revanscista, ma, invece, niente.

Solo una bella festa e tante idee per il futuro.

Un insieme di appuntamenti che hanno unito momenti ricreativi e di divertimento, come le musiche del sabato, con quelli culturali: molto partecipate le visite guidate al Castello del X Secolo.

Infine, un pranzo in amicizia, apertosi – il nostro video è eloquente – esclamando “Viva Lenta”.

La Strada del Riso Vercellese di Qualità approda in Svezia insieme a Principato di Lucedio, Riso Ecorì, Terre Alte di Villarboit.

L’evento si è svolto mercoledì 15 giugno presso l’Ankarsmedjan Social, location dedicata ad eventi food e scuola di cucina di Göteborg. Prima dello Show Cooking con lo Chef Stellato Ulf Wagner, Massimo Biloni, presidente Strada del Riso Vercellese di Qualità, ha presentato agli ospiti il ruolo della Strada sul territorio, raccontando le particolarità dei suoi risi di eccellenza.

Valentina Masotti, professionista del Digital Marketing nel settore risicolo e sommelier del riso, ha presentato i produttori e le peculiarità dei risi coltivati da ciascuna azienda, introducendo i relativi rappresentanti.

Paolo Salvadori di Wiesenhoff, Principato di Lucedio, dopo aver raccontato le origini dell’Abbazia di Santa Maria di Lucedio, culla del riso italiano, ha descritto le particolarità del territorio delle Grange e il suo sviluppo in seguito all’insediamento dei monaci cistercensi nel 1123.

La sua azienda oggi coltiva riso in uno dei territori più vocati alla risicoltura d’Italia e lo commercializza in tutto il mondo.

Tra le sue eccellenze ci sono il riso Carnaroli, Arborio, Baldo, risi pigmentati a cottura rapida e risotti pronti.

Alice Viazzo, in rappresentanza dei soci di Riso Ecorì, ha parlato dell’importanza della filiera nel settore risicolo.

Composta da 11 soci, Riso Ecorì segue la produzione del Carnaroli Classico dal campo alla tavola, garantendo l’autenticità della cultivar e la produzione eco-compatibile a chilometro zero.

Ecorì produce e commercializza Carnaroli, Arborio, Baldo, Roma, S.Andrea, Apollo, Rosso, Nero, Ribe integrale e risotti pronti. Giacomo Buffa, Terre Alte di Villarboit, ha presentato l’azienda agricola di famiglia, condotta con la sorella Caterina.

Il suo S. Andrea viene coltivato nel cuore della Baraggia piemontese ed è apprezzato dagli chef per la preparazione di risotti al dente ma naturalmente cremosi.

L’azienda produce e commercializza in tutto il mondo Carnaroli, S.Andrea, Ebano e Fortunato.

Ulf Wagner, primo chef svedese a guadagnarsi la Stella Michelin e nominato miglior sommelier di Svezia, ha preparato un “doppio” risotto alla parmigiana, mettendo a confronto il riso S. Andrea TerreAlte Villarboit con il Carnaroli Principato di Lucedio, per evidenziare le differenze legate alle varietà e ai territori di coltivazione, proprio come avviene nei vini provenienti da diversi terroirs.

Sempre il S. Andrea è stato protagonista di una preparazione fusion italo-svedese del risotto, con gamberetti, asparagi e Våsterbotten, un formaggio di eccellenza prodotto solo nel Nord della Svezia.

Il Carnaroli Classico di Ecorì ha reso omaggio al celebre risotto alla milanese con lo zafferano con l’aggiunta di pomodoro e zest di limone.

Un primo passo verso la scoperta del mercato svedese, ma soprattutto verso la promozione del risotto e del riso italiano nel Nord Europa.

 

Redazione di Vercelli