VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

TRINO - La Prima Comunione nel giorno della Divina Misericordia - I 17 comunicandi

Distribuita l'immagine del Beato Carlo Acutis

(marilisa frison) – In questa domenica della Divina Misericordia, alle 10, il portone ligneo della parrocchiale San Bartolomeo, di Trino, si è spalancato per consentire l’ingresso al primo gruppo di 17 bambini in “albis”, in procinto di ricevere per la prima volta Gesù, accompagnati dalle catechiste e dal sacerdote.

I loro volti erano visibilmente emozionati come del resto quelli dei loro genitori.

Come gli apostoli, uno per uno, dopo il loro “eccomi”, hanno preso posto intorno all’altare, che per l’occasione è stato trasformato in un giardino fiorito, ma i fiori più belli e particolari erano questi 17 bambini dagli occhi luminosi e dal cuore puro.

Le catechiste Mariuccia Martinotti e Maria Teresa Montagnini, hanno fatto un buon lavoro con questi ragazzi, il parroco don Maggioni, ha potuto accertarsene personalmente in occasione del ritiro a Morzano.

Una cerimonia ricca di eventi che hanno coinvolto i comunicandi, nella preghiera dei fedeli, durante l’offertorio dove hanno presentato anche i genitori e i nonni e nei ringraziamenti finali.

Don Maggioni, nell’omelia ha parlato di un ragazzo speciale colui che della Comunione ha fatto una sua ragione di vita, Carlo Acutis, l’Eucarestia era la sua autostrada per il cielo.

Il sacerdote nell’elencarne le virtù, ha commentato le sue frasi più celebri, si è soffermato in modo particolare sulla frase: “Tutti nasciamo come degli originali, ma molti muoiono come fotocopie”, e si è raccomandato con i ragazzi di mantenere la propria originalità, identità, un dono speciale che Dio ha dato a ognuno di noi.

Ha chiosato il bravo sacerdote: “Per diventare persone meravigliose, stupende, io vi affido a don Bosco e al Beato Carlo Acutis e vi do i loro due suggerimenti: Comunicatevi e Confessatevi spesso”.

E nell’infondergli l’importanza di mantenere la propria bellezza e unicità don Pato è entrato nel pieno del rito dell’Eucarestia, dove i ragazzi, uno a uno, vi si sono accostati in modo ordinato, nel mentre Jessica Spataro, con voce angelica intonava: “Meraviglioso sei”.

Prima della benedizione finale don Maggioni, ha distribuito a ogni bambino l’immagine di Carlo Acutis, informando che quanto prima anche nella nostra chiesa ci sarà un quadro raffigurante questo ragazzo che amava Dio più di ogni altra cosa.

La foto di gruppo ha chiuso la bella Cerimonia, in una San Bartolomeo gremita di fedeli.

Le catechiste sono state coadiuvate da Laura Zecchinato.

***

Ecco i nominativi dei 17 comunicandi:

Nicolas Botticini – Emma e Daniele Guarcello – Gaia Mitra – Jacopo Pigni – Cecilia – Piacquadio – Desirè e Samuele Chiarelli – Daniel Vitale – Chiara Lopes – Gabriele Chiavegati – Beatrice Cellura – Rosario Rete – Salvatore Cannatella – Pepkolaj Kiara – Gioele Vitiello – Chiara Nicolosi.