VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Quattro settimane intense, ottimo lavoro degli Animatori

TRINO - Il Junglegrest chiude in bellezza - Guest Star l'Arcivescovo di Vercelli, Mons. Marco Arnolfo - VIDEO E GALLERY

Al termine, le premiazioni - Ma sono stati tutti bravi

(marilisa frison) – Dopo quattro lunghe, intense, ma belle settimane, l’altra sera, venerdì 15 luglio 2022, il centro estivo dell’oratorio è terminato in bellezza, i ragazzi capitanati dai loro animatori, hanno offerto uno spettacolo sul tema il “Libro della Giungla”, che è anche il titolo del Grest.


Lo spettacolo ha attirato moltissime persone; il cortile dell’oratorio alle 21 era gremito di presenze, oltre al parroco don Patrizio Maggioni e a don Riccardo Leone, i ragazzi hanno avuto l’onore della presenza dall’arcivescovo della diocesi di Vercelli, mons. Marco Arnolfo, che nonostante gli impegni non ha voluto mancare: “chapeau”. È stato omaggiato di una maglietta del Centro Estivo.


A presentare l’animatore, “showmen”, Michele Balocco, che ha intrattenuto e animato brillantemente la serata presentando i ragazzi nelle varie performance, portando sul palco ciò che avevano imparato in queste settimane. Si sono abilmente esibiti in danze acrobatiche, sembravano dei veri saltimbanchi, proprio come i ragazzi di don Bosco, esibizioni canore, esibizioni con i pattini a rotelle, dialoghi e via dicendo. Un vero spettacolo degno di ammirazione, complimenti agli animatori per l’ottima regia.
Una novantina i ragazzi iscritti al “Junglegrest” dell’oratorio trinese e circa 25 gli animatori. Una nota di merito va a questi animatori, esemplari e lodevoli, queste settimane per loro sono state un vero “tour de force”, non è semplice intrattenere e coinvolgere i ragazzi, necessitava reinventarsi in continuazione e quando i giovani andavano a casa, dovevano fermarsi e preparare il programma per il giorno successivo.

Inoltre, quando c’è stato l’uragano o tromba d’aria hanno dovuto ripulire e ripristinare il tutto. Molto soddisfatti i fruitori di questo Grest, tutt’altro che cristallizzato, ma molto variegato e proiettato al bene. Le giornate trascorrevano gioiosamente, intercalate da tuffi in piscina, preghiera, gite in montagna, allo zoo, ma non solo, i ragazzi si sono prodigati in una raccolta viveri porta a porta, e hanno lavato le auto internamente ed esternamente (con acqua del pozzo), tutto questo per uno scopo molto nobile, aiutare le Missioni latino americane.
In queste settimane i ragazzi sono diventati forti, proprio come gli abitanti della giungla hanno saputo vincere le proprie paure, hanno imparato che la natura va rispettata e a vivere una vita luminosa, che faccia luce e che punti al cielo, ricordandosi però di tenersi sempre per mano con i propri amici.

 

Al termine il parroco don Patrizio Maggioni, ha ringraziato i ragazzi, in modo speciale gli animatori senza i quali non sarebbe stato possibile il Grest e tutte le persone dietro le quinte, che si danno da fare e non compaiono.
Anche mons. Arnolfo si è complimentato per lo spettacolo e la bravura dei ragazzi e ha terminato il suo intervento con la preghiera rivolta al Padre nei cieli e la benedizione.
Dopodiché, sono stati premiati i ragazzi e consegnati scherzosi diplomi agli animatori.

notizie correlate