VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Presenza importante la decana dei pellegrinaggi, la Mariuccia di Chivasso

VERCELLI, I 90 ANNI DELL'OFTAL - Occasione per ricordare il fondatore Mons. Alessandro Rastelli e la Beata Sr.Enrichetta Alfieri 

L'Angelo di San Vittore non esitò a sacrificare la libertà personale pur di non tradire i detenuti politici

La giornata lourdiana organizzata dall’Oftal per ricordare figure e momenti decisivi della propria esperienza avrà termine solo questa sera alle 21, con la processione “au flambeau”, che si snoderà per le vie del centro di Vercelli.

A domani, quindi, per il video completo che documenterà questo bel momento di speranza.

Ma già ora è possibile offrire qualche scampolo di repertorio significativo di questa iniziativa che ricorda almeno tre “luci” ancora capaci di illuminare, proprio come i flambeau, il nostro cammino.

Per prima quella accesa nel 1912, con il primo pellegrinaggio che il giovane sacerdote trinese, Alessandro Rastelli, organizza alla Grotta di Massabielle, con ben 250 ammalati.

La parentesi terrena di Mons. Rastelli copre l’arco temporale dal 18 gennaio 1883, quando nacque a Borgo Vercelli, al 11 ottobre 1960, giorno della nascita al Cielo.

Cliccando qui una bella e completa biografia del Sacerdote.

Ma l’altra protagonista della giornata è la Beata Sr. Enrichetta Alfieri (23 febbraio 1891 – 23 novembre 1951), l’Angelo di San Vittore. La Suora che, salvatasi per riconosciuto intervento miracoloso, dopo un pellegrinaggio a Lourdes, fu destinata al servizio di apostolato e beneficio dei detenuti e soprattutto detenuti politici al Carcere di San Vittore a Milano, nel corso della Seconda Guerra Mondiale e nel primo Dopoguerra.

Per alleviare le sofferenze di donne e uomini provati dalla detenzione, rischiò la vita ed, infine, fu lei stessa arrestata con l’accusa di favorire le comunicazioni tra le persone ristrette ed i familiari: era, peraltro, vero, ma nemmeno privata della libertà personale, Sr. Enrichetta cedette né rivelò nulla che potesse compromettere la posizione dei suoi assistiti.

A lei dedicato un convegno che ha visto illustri relatori, di cui diremo meglio nel servizio più completo di domani.

Oggi, la visita graditissima, tra gli altri, del gruppo Oftal di Chivasso, animato anche in questa ripresa degli itinerari alla Grotta di Massabielle, dopo la sospensione degli ultimi due anni, dalla decana delle Dame.

La Signora Mariuccia Dellarole, 90 anni compiuti e portati alla grande.

Vive da tanti anni a Chivasso, dove ha fondato il gruppo Oftal, ma è nata a Tronzano Vercellese.

Al suo attivo ha oltre 100 pellegrinaggi, ma è una contabilità che non tiene aggiornata.

Invita però i giovani (uno nel video) a seguire la chiamata della Madonna che mai si stancherà di invitarci alla sequela di Gesù.

A lei ed al suo gruppo – in video – il ringraziamento del Presidente Generale dell’Oftal, Mons. Paolo Angelino.

A domani: ora vi lasciamo con il filmato ed una piccola gallery.