VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

VERCELLI, IL GRUPPO ALPINI DI PORTA TORINO HA 30 ANNI - La sua fondazione un atto di fiducia nel futuro, capace di unire energie positive, nonostante il momento difficile - VIDEO E GALLERY

Il fondatore Paolo Rosso con i suoi collaboratori si assunse un grande compito che oggi è ripagato

Festeggiare trent’anni di vita di un’Associazione significa inevitabilmente tornare con la mente, quasi si tentasse di tracciare una tavola sinottica, al contesto nel quale quel germoglio ebbe vita.

I trent’anni del Gruppo Alpini di Porta Torino dicono, anzitutto, di una giovinezza: quella dei fondatori, che oggi sono qui a ricordare quei momenti ed anche quella del benemerito sodalizio, parte della Sezione provinciale.

Un atto di volontà e fiducia, dell’allora Presidente e fondatore, Paolo Rosso, con i suoi collaboratori.

Nemmeno allora era facile avere volontà di fare, fiducia nel futuro.

Nel 1992 delle stragi di Capaci e Via D’Amelio, della trasformazione dell’universo russo, del conflitto bosniaco.

Nel 1992 del Pio Alberto Trivulzio e del primo avviso di Garanzia a Bettino Craxi.

Nello stesso 1992 in cui a Vercelli la situazione era a tal punto tesa che, anche al fine di rinvenire comunque i segni di speranza pure leggibili in filigrana nella società civile, il Prof. Alessandro Malinverni si risolse a pubblicare uno storico articolo di fondo (caso assai raro per l’Editore) su “La Sesia”, dal titolo eloquente “Vercelli può farcela”.

E forse per corrispondere a quel bisogno di fiducia e di futuro che energie pulite e positive diedero vita a questo gruppo che oggi festeggia il trentennale, pur con la sobrietà e la concretezza che sono la cifra della “alpinità”.

Abbiamo documentato qualcuno di questi momenti nel nostro video e nella gallery.

Buona visione.

notizie correlate