VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

TRIESTINA-PRO VERCELLI.... CHE SVENTOLA!!!! - Un possibile ed utile pareggio esterno (1 -1) si trasforma in  una sbandata amarissima – Il Commento di Stefano Di Tano        

Vercelli Città

(Stefano Di Tano) – La lotta della Pro Vercelli per un risultato finale prestigioso, non è chiusa ma sicuramente ci sarà da soffrire per conquistare sei punti nelle prossime, ed ultime, due gare, e per  assistere alla corsa verso i play-off delle squadre pretendenti alla promozione. Nove mesi di eventi emozionanti ci hanno portato a credere che nel calcio tutto è possibile, specie in Serie C dove la Pro Vercelli ha visto le “stelle” dell’alta classifica, la discesa in posizioni mediocri, un importante cambio di marcia, e poi il ritorno a tentare un proibitiva scalata dove la vetta era ormai segnata dalla strapotenza degli alto-atesini del Sudtirol.

I nostri giocatori, di settimana in settimana hanno cercato e trovato le loro posizioni migliori, con la collaborazione dei rispettivi compagni offrendo al pubblico ed ai tifosi momenti di grande piacere sportivo alternato ad alcune inspiegabili modeste sottomissioni.

La realtà comunque accettabile, è quella delle nostre ultime gare nelle quali alcuni giocatori hanno guadagnato applausi e valore, non ultimo il nostro giovane portiere Matteo Rizzo che si è distinto anche in Maglia Azzurra per la categoria di età cui appartiene.

A Trieste evidentemente l’aria marina ha fatto disperdere la concentrazione dei bianchi che hanno perso ghiotte occasioni da goal come spesso accade e concesso troppa libertà di tiro a Saint Clair, Procaccio, Trotta (2) i quali si sono portati avanti (a 54 punti) in sesta posizione, con il Lecco che ha pareggiato con il Piacenza.

La cronaca della partita si svolge sullo storico campo intitolato al grande Nereo Rocco, ammirando le folate degli alabardati triestini che impensieriscono notevolmente il bravo Valentini che però deve cedere il passo ripetutamente al 27′ al 56′ (rigore), al 70′ ed al 94′. 

Purtroppo i vercellesi hanno quei momenti di confusione sotto porta che fanno rabbrividire i loro fans, perché non riescono a concretizzare il lavoro prodotto con fatica, rabbia e tenacia per tutti i novanta minuti. 

Speriamo che LerdaNardecchia nei prossimi giorni stringano i tempi su questa necessità di realizzare dei buoni risultati e salutare con grande festa questi importanti impegni conclusivi della stagione 2021-2022 combattuta oltre che sul campo anche in infermeria (incidenti di gioco) e con le cure e le vaccinazioni di contrasto al Covid.

Redazione di Vercelli