VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

NEW GENERATION TAEKWONDO - Cinque atleti al Campionato Interregionale Liguria di combattimento    

Soddisfatti i tecnici della prestazione dei ragazzi che hanno portato a termine i loro combattimenti con concentrazione e gestendo le difficoltà

BiellaOggi, Valsesia e Valsessera

Cinque atleti della ASD New Generation Taekwondo hanno gareggiato, sabato 7 maggio, a Quiliano (Savona) al Campionato Interregionale Liguria di combattimento, gara con oltre 500 partecipanti provenienti da varie parti d’Italia.

La gara è stata la prima prova rompighiaccio per il settore agonisti della società, a distanza di oltre due anni  dall’ultima gara nel periodo pre-Covid.

Enea Umilio e Samuele Giardina, entrambi  di Cossato, hanno fatto il loro primo debutto nella categoria Senior cinture Nere, entrambi in una pool di atleti con esperienza e grande capacità tecnica.

Pur non passando il primo turno, hanno dimostrato grande lucidità e abilità tecnica nella gestione della gara, confermando i progressi e il continuo lavoro fatto in allenamento.

Seconda prova nella categoria Junior cinture Nere per Camilla Zhukova di Borgomanero, fresca di Campionato Italiano: anche per lei un salto di categoria importante quest’anno, conferma un’ottima condizione fisica dopo un grave infortunio al ginocchio.

Esordio nella categoria Cadetti cinture Rosse/Nere per Elena Bozzo di Valdilana, anche lei a distanza di due anni e mezzo dall’ultima competizione: ha debuttato il suo primo incontro contro un’avversaria di notevole esperienza, mettendoci impegno, concentrazione e tecnica.

Infine, supera bene la sua prima gara in assoluto Orsola Righi di Biella, categoria Cadetti cinture bianche/verdi.

La gara si è chiusa con un medagliere complessivo di tre argento e un bronzo, il commento dei tecnici Giorgio e Stefano Moi: “Questa per noi è stata la prima gara del settore agonisti dal 2019, la nostra società, dalle riaperture post lockdown, sta lavorando tantissimo sulla ricostruzione di un nuovo giovanile e sul consolidamento delle capacità tecniche e fisiche degli atleti più esperti. Al di là dei risultati sul podio, in questa gara i ragazzi si sono messi alla prova in nuove categorie che richiedono grandissima lucidità e condizione mentale, oltre che tecnica, e hanno raggiunto pienamente questo obiettivo, portando a termine i loro combattimenti con concentrazione e gestendo le difficoltà. Certamente, il lavoro da fare per migliorarsi, crescere e essere sempre più competitivi è lungo, richiede perseveranza, tenacia e costanza, e noi crediamo fortemente che sia molto importante per una società come la nostra lavorare sugli obiettivi dei singoli dandosi e dando ai ragazzi il tempo giusto per raggiungerli”.

 

 

Redazione di Vercelli