VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

SI INTERROMPE LA SERIE NERA - Le bianche casacche tornano a vincere e convincere - Comi e Perrotta - Il commento di Stefano Di Tano    

Sangiuliano City dimezza il risultato con un rigore fasullo. L'assurdità di giocare la partita nel giorno festivo alle ore 12.00

Vercelli Città

PRO VERCELLI – SANGIULIANO CITY all’ora di pranzo!

((Stefano Di Tano, per Vercelli Oggi) – I cervelloni della Lega Pro si inventano delle situazioni che lasciano pensare a momenti di annebbiamento cerebrale quando modificano il normale orario di inizio di una partita di campionato di Serie C (h. 14.30) in uno strampalato e bizzarro “mezzogiorno di cuoco” – cioè alle ore 12.

Non aggiungiamo altro, immaginando che le motivazioni siano state ragionate per necessità responsabili, ma resta il fatto che in periodo di notevoli difficoltà delle Società calcistiche semiprofessionistiche per il calo degli spettatori, appioppare un tale provvedimento non è certo un aiuto, un sostegno per l’economia del Clubs.

I vercellesi comunque non hanno disertato lo stadio a causa dello strano orario imposto dalla Federazione, e si sono pazientemente sistemati (al sole autunnale) nel settore Rettilineo ed in curva, mentre molti altri erano in gran numero in tribuna.

Un provvidenziale ed atteso momento di entusiasmo ha subito scaldato i cuori, quando il “solito” Gianmario Comi (n. 10) ha raccolto una palla vagante nell’area piccola ed ha confermato la sua innata magìa del goal già all’11° minuto del primo tempo.

Applausi e cori, naturalmente al bravo attaccante che ha sempre dato un forte contributo alle nostre vittorie.

I lombardi, in divisa biancoverde, hanno reagito con forza al momento critico dello svantaggio ed hanno impegnato in diverse occasioni il n.12 della Pro, vale a dire il portiere Matteo Rizzo, che però nulla ha potuto fare col successivo calcio di rigore inventato dall’Arbitro Rosario di Napoli e realizzato da Salzano, sempre nel 1° tempo.

Una sventagliata di “sostituzioni” ha poi movimentato il centrocampo con l’arrivo di Renault, Emmanuello, Mustacchio e Arrighini i quali hanno favorito l’aumento di azioni indirizzate alla porta del Sangiuliano finché non è giunto il bel tiro di Marco Perrotta (Cl. 1994) che ha determinato il momento felice della vittoria, difesa poi per il resto della gara con le unghie e coi denti fino al fischio finale.

A questo punto, per chi aveva rinunciato alla tavola, l’obiettivo era quello di tornare presto in famiglia e col cuore rinfrancato, mettersi con buon appetito a rinnovare le energie ed i gusti tradizionali.

Pro Vercelli a 21 punti, la situazione è molto cambiata ed è in prospettiva di una salita ai piani alti, a condizione che l’impegno di oggi venga mantenuto e l’obiettivo sia comune ai ragazzi che scendono in campo, magari evitando di commettere falli da rigore e da ammonizione, comprese le proteste di Mr. Paci punite dal direttore di gara.

Prossimo appuntamento: ad Arzignano  Valcampo (Provincia di Vicenza), Giovedì 1 Dicembre, ore 18.

 

 

Redazione di Vercelli