VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
battuta la formazione di Raffaele Longo nella prima giornata

PRO VERCELLI VS PADOVA 1-0 - Il campionato 'comi'ncia bene ...con “Comi” - Il commento di Stefano Di Tano  

La Pro Vercelli guidata da Massimo Paci ha offerto le grandi emozioni dei vecchi tempi

Vercelli Città

(Stefano Di Tano) – Il pensiero di una tradizione dolorosa ci ha accompagnato per qualche giorno dopo l’uscita e l’attesa pubblicazione del Calendario Campionato 2022/23 Serie C nel quale appariva come un triste presagio la partita iniziale della Pro Vercelli contro il Padova, avversaria che si è sempre dimostrata ostica per le Bianche Casacche.

Ma la storia sportiva insegna che certe battaglie all’apparenza ritenute impossibili, molto spesso si trasformano in meritate e gloriose vittorie e sabato 3 settembre lo Stadio Robbiano-Piola con i tifosi vercellesi e padovani, è stato testimone di un evento confortante: la vittoria netta e  sofferta della squadra di Massimo Paci contro la formazione veneta già indicata come una delle favorite nella lotta per la promozione in Serie B.

L’incontro è stato accesissimo, con decine di occasioni sui due fronti per passare in vantaggio già nel primo tempo.

Gli interventi strepitosi dei due portieri hanno più volte evitato agli attaccanti di esultare per i loro tentativi di andare a rete.

Nei 70 minuti le occasioni non sono mancate per merito di Mattia Mustacchio, Della Morte, Comi e Saco Coli… – Vasic, Russini, Piovanello, Calabrese, per i biancorossi.

FC Pro Vercelli:  Matteo Rizzo, Masi, Cristini, Corradini, Mustacchio, Comi, Iotti, Renault, Iezzi, Saco, Della Morte.

Padova Calcio:  Donnarumma, Valentini, Belli, Piovanello, Ceravolo, Radrezza, Dezi, Vasic, Russini, Zanchi, Gasbarro.

Protagonisti assoluti dell’incontro, col n. 22 del Padova, il rinomato portiere Antonio Donnarumma, e nella porta vercellese il giovane e brillante Matteo Rizzo che si è opposto ripetutamente alle precise incursioni ed ai potenti tiri degli attaccanti avversari, evitando lo svantaggio e successivamente evitando il pareggio dei padovani.

Note di conforto: il “grande” pubblico vercellese è ancora latente ma in tribuna l’affluenza è stata notevole.

Vivacissimi i giovani nella Curva Ovest con l’incitamento continuo rivolto ai nostri giocatori.

I dirigenti della Società confidano in un prossimo sostegno massiccio dei tifosi in modo da dare un concreto supporto alla squadra ed ai programmi presenti e futuri del rinnovato Gruppo che fa capo al nuovo Presidente Paolo Pinciroli.

Ovviamente, il “campo da gioco” è stato oggetto di una  assoluta ammirazione per la sua ottima presentazione in quanto è stato completamente rifatto il fondo con la tecnica del manto sintetico con le rispettive perfette segnature bianche.

Dal tiro cross per il corner verso la porta di Donnarumma, effettuato con precisione millimetrica si è sviluppata in un attimo infinito l’azione del goal che ha portato alla meritata vittoria.

Tiro teso, preciso, verso la testa di Gianmario Comi nell’area piccola; il nostro magico n. 10 ancora una volta ha colpito con precisione infilando l’esterrefatto immobile portiere biancorosso.

Il tripudio in campo e sugli spalti è stato straordinario…. un vero scoppio di gioia che compensava la “sofferenza” durata oltre 75 minuti, aggravata dal comportamento sinistro dell’Arbitro Marco Emmanuele di Pisa, che ha distribuito cartellini gialli in gran numero ai vercellesi, ignorando anche una vistosa trattenuta in area a danno di un giocatore della Pro, un fallo che meritava un intervento decisivo e molto importante per il risultato finale.

Dunque grande festa per giocatori e tifosi, felicità e soddisfazione per i Dirigenti e tutto lo staff organizzativo, per l’allenatore Paci e gli Sponsor della Società che concretamente sta creando un mondo nuovo intorno al nome prestigioso della Pro Vercelli 1892, ed alla sua Storia che dura ininterrottamente da 130 ANNI.

sd

Redazione di Vercelli