VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

PRO VERCELLI - La marcia positiva riprende 1-1 col Renate. Matteo Della Morte conferma il suo momento d'oro. Il commento di Stefano di Tano        

Poteva andare meglio, con la giusta assegnazione di un rigore per la Pro Vercelli. Impegno continuo dal 1° minuto al 90°

Vercelli Città

(Stefano Di Tano) –  Questa volta gli applausi sono arrivati direttamente sul campo ai nostri giocatori nel corso di un’altra difficile gara contro l’avversario più ostico dopo il Feralpisalò.

Era di scena oggi allo Stadio Piola la compagine lombarda partita sin dallo scorso mese di agosto con molte chances per ambire alla zona play-off: una squadra già consolidata da tempo come gruppo tenace e sicuro dei propri obiettivi. Ma a Vercelli, questa volta ha dovuto soffrire parecchio per salvarsi da una caduta imprevedibile ma possibile.  

Franco Lerda infatti ha proposto una formazione lineare, in grado di pungere dolorosamente nella difesa dei gialloverdi, proprio come era successo quattro giorni fa sul Lago di Garda, contro il coriaceo bulldozer di Salò, ardito ma ridimensionato dalla secca sconfitta per 3-0 imposta dai vercellesi.

Ed allora vediamo come è andata questa gara che ha messo sul podio ancora una volta la coppia Della Morte-Comi autori del goal che ha dato grande gioia e fiducia ai tifosi già nel primo tempo con destrezza e tempismo. Cross e insaccata micidiale di Matteo alle spalle dell’ignaro ed incolpevole estremo difensore Pizzignacco.  Nelle fasi successive non sono mancati altri momenti emozionanti, sottolineati dai cori e dagli incitamenti della Curva Ovest e delle sezioni giovanili della Pro assiepate nei popolari. Purtroppo, il piacere della speranza vittoriosa è durato poco perché lo scaltro Maistrello (del Renate) approfittando di una imperfetta rimessa di Rizzo cacciava in rete la palla del pareggio (31′ pt).  L’infortunio non ha provocato sbandamenti e flessioni, perché i bianchi hanno continuato a collocare palloni nelle vicinanze dell’area di porta difesa da Pizzignato anche nel secondo tempo. Anzi, nella parte finale dell’incontro caratterizzata da notevole pressione di Comi, Panico e Vitale e dai compagni subentrati per dare vigore all’attacco e rinforzare la difesa (Iezzi, Belardinelli, Jocic, Rolando e Gatto) è nata l’azione di gioco per la quale si è elevato nello stadio l’urlo dei tifosi e della intera panchina vercellese per un “fallo da rigore” ignorato dall’arbitro Sig. Leone (di Barletta) ovviamente a vantaggio della Pro. 

Infine segnaliamo una ottima possibilità di goal occorsa al nostro n. 13 Matteo Vitale che poco dopo l’inizio del 2° tempo ha perso il momento magico per trafiggere il portiere del Renate da pochi metri.  Con 4 minuti di recupero dopo il 90° la partita si è conclusa col risultato di parità che certamente ha accontentato i lombardi e comunque ha concesso ai “bianchi” di procedere lentamente verso il settimo posto, una posizione in classifica che ci compete grazie all’impegno corale della squadra ora convinta di poterci dare altre soddisfazioni nelle prossime dieci partite.

A breve, incontreremo avversari con vari problemi di classifica: Giana Erminio, Pro Patria, Piacenza; questi incontri ci daranno importanti segnali e speriamo chiare conferme sul nostro futuro.

Formazione Pro VC: Rizzo Cristini Masi, Auriletto Bruzzantini Louati Vitale, Crialese, Della Morte Comi, Panico. – Ammoniti: Louati, Crialese, Belardinelli, Comi

Redazione di Vercelli