VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

LO SPORT HA IL POTERE DI CAMBIARE IL MONDO – L’impegno per il lavoro inclusivo dell’A.S.D. Libertas Ginnastica Vercelli premiato da Lella Bassignana referente del Nodo Antidiscriminazione della Provincia di Vercelli                

E’ stata sottolineata l’importanza dello sport come inclusività e accoglienza oltre le diversità che sono negli occhi di chi guarda, di chi non comprende che dalle diversità possiamo solo imparare

PiemonteOggi, Regione Piemonte, Vercelli Città

La A.S.D. Libertas Ginnastica Vercelli è un’associazione sportiva che opera dal 1978 sul territorio, con l’obiettivo di formare atleti per le squadre nazionali. Il difficile compito viene perseguito trasmettendo a bambini, adolescenti e adulti passione, impegno e sacrificio verso questo sport. Questa disciplina “pretende”, per ambire a traguardi di alto livello, di iniziare l’attività molto giovani per svolgere, nel tempo, non solo un percorso sportivo, ma in primo luogo educativo: il rigore, la determinazione, il rispetto delle regole. 

Come Consigliera di Parità e referente del Nodo Antidiscriminazione della Provincia di Vercelli – dice Lella Bassignana -, mi occupo di contrastare le discriminazioni in tutti gli ambiti: lavorativo, sociale, scolastico, economico, sportivo. Tenuto conto che spesso anche chi pratica sport è vittima di stereotipi e di discriminazione, in accordo con il Presidente Eraldo Botta, ho deciso di dare, non tanto agli atleti, bensì alla società un riconoscimento per l’impegno profuso negli anni per ottenere questi risultati. Credo che il lavoro che A.S.D. Libertas Ginnastica Vercelli fa non sia solo tecnica, ma anche una crescita per i giovani atleti dal punto di vista mentale. Oggi quindi vogliamo riconoscere il vostro impegno per il lavoro inclusivo che state portando avanti nei confronti dei ragazzi in un momento così difficile”.

La nostra Associazione – dice il Presidente Gian Luca Casalinoha partecipato negli ultimi 15 anni al Campionato di A1 massima competizione di Squadra prevista dal calendario federale e nel suo palmares vanta anche 3 titoli nazionali (scudetti) vinti nel 2004, 2007 e 2014 dando così prova della capacità di rimanere sempre ad altissimi livelli per lunghissimo tempo, cosa rara nel campo della Ginnastica Artistica. Gli ottimi risultati, sia in campo maschile che femminile, sono stati ottenuti grazie ad una Leadership societaria che ha saputo scegliere in maniera brillante i suoi quadri tecnici formando un team capace di lavorare in sinergia per ottenere i massimi risultati”.

Prova di quanto affermato – prosegue Lella Bassignana – è sicuramente l’atleta Enrico Pozzo,  entrato in palestra a 5 anni ha concluso la sua carriera dopo 30 di attività di altissimo livello, prendendo parte a 3 edizioni dei Giochi Olimpici: Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012, qualificandosi, in queste due ultime edizioni, alle finali del Concorso Generale.  Vera spina dorsale della nazionale italiana per 15 anni, ha partecipato ad innumerevoli Campionati del Mondo, Europei, Coppe del Mondo, Giochi del Mediterraneo vantando, a livello nazionale, il record di titoli assoluti vinti, ben 7.

Oggi Enrico Pozzo fa parte dei quadri tecnici Societari di A.S.D. Libertas Ginnastica Vercelli al fine di non disperdere un vero patrimonio di conoscenza tecnica ma soprattutto risultare un importante esempio di comportamento per le giovani generazioni sia in campo gara, che nella vita

Insieme alla Responsabile del settore Femminile Federica Gatti (Istruttore Federale) si avvale della collaborazione di Bascetta Barbara (istruttore Federale) di Fabrizio Gasparetti e Matteo Facelli (Istruttori Regionali) entrambi con una lunga e titolata carriera di agonisti.

Oltre al Presidente Gian Luca Casalino A.S.D. Libertas Ginnastica Vercelli era presente la Vicepresidente Sabrina Sanna.

Mentre in campo maschile il Prof. Andrea Sacchi Tecnico Nazionale e Direttore Tecnico della Società e Alberto Fornera, Istruttore Federale, forma l’ossatura tecnica della Società.

In campo maschile oltre ai tecnici precedentemente citati, Igor Biletta (Istruttore Federale)”.

 “E’ davvero importante – conclude Lella Bassignana – continuare a fare sport perché solo così riusciremo a superare questa situazione di estrema difficoltà che dura da oltre un anno, e continuare a trasmettere i valori, che sono quelli della partecipazione, della passione, della condivisione e del volersi mettere in gioco ogni giorno. Lo sport ci insegna che dopo ogni caduta ci si rialza, è questo il grande messaggio che il mondo sportivo può dare alla nostra società”.

Due riconoscimenti particolari vengono consegnati a Enrico Pozzo

Un vincitore è un sognatore che non si è arreso che conosco da tanti anni e che ha sempre fatto molti sacrifici per conciliare , quando era un ragazzo , gli impegni scolastici e la passione per questo sport e a Federica Gatti per la dedizione”.

Alla conferenza stampa erano presenti il Presidente della provincia Eraldo Botta, il consigliere provinciale delegato allo sport  Alessandro De Michelis, il  Direttore Provinciale Special Olympics Italia Team Vercelli  Milly Cometti che hanno sottolineato l’importanza dello sport come inclusività e accoglienza oltre le diversità che sono negli occhi di chi guarda, di chi non comprende che dalle diversità possiamo solo imparare.

L’Accoglienza è stata curata delle allieve dell’IIS Cavour- Istituto professionale B. Lanino- Servizi Commerciali. 

Redazione di Vercelli