VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
I ragazzi della Leva 2004 hanno fatto una gioiosa irruzione nel programma degli eventi

TRINO, UNA SAN BARTOLOMEO CHE SARA' RICORDATA - I giovani Medici che si raccontano  - Poi, la cover degli Abba

Il piatto forte è la cucina della Pro Loco

(marilisa frison) – Venerdì 26 Agosto siamo proprio entrati nella festa patronale a tutti gli effetti: festa che possiamo definire l’evento, la manifestazione più bella dell’anno di Trino e dintorni. Tanta gente è arrivata anche da fuori città, tante le attrattive, oltre al luna park.

Un vero successo; ma… andiamo per ordine: alle 17.30 la compagnia teatrale Al Lantarnin dal Ranatè, fondata da Mario Martuzzi e Angelo Varvelli, circa 35 anni fa, che sarà molto presente all’interno di questa festa patronale 2022, ha presentato il primo dei tre pomeriggi di eventi culturali, dedicato a giovani medici trinesi. Ha molto incuriosito questo singolare evento culturale e Mario, davanti a un cospicuo numero di persone, ha dato inizio alla Kermesse presentando con grande orgoglio tutto il suo cast e ha ricordato tutti gli eventi culturali di cui si occupa la Compagnia durante l’anno, oltre a quelli teatrali. Era presente l’Assessore alla Cultura, Silvia Cottali, che ha portato i suoi saluti e ringraziamenti ed è stata omaggiata da parte dal Lantarnin di un attestato. Prima del raccontarsi in modo scherzoso dei medici, Marco Garrone ha intrattenuto brillantemente i presenti con simpatiche battutine a discapito dei poveri medici, che specialmente in questi ultimi due anni non hanno avuto tregua.

I nostri giovani e brillanti “doc” che si sono raccontati e confrontati con la satira del cast dal Lantarnin sono: Alessandro Croce, che lavora presso il dipartimento cardiovascolare dell’Ospedale San Luca, a Milano; Sara Mantilaro, laureata con una tesi in psichiatria e sessuologia, attualmente medico di guardia alle carceri di Vercelli; Riccardo Guaschino, medico specializzando in Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico, Università degli studi di Pavia; Kalaja Jurgen, dottore in medicina e chirurgia, lavora in continuità assistenziale nella sede di Trino, dove è stato ex guardia medica; Cristiano Varvelli, medico per avvenimenti sportivi, Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica), Usca (Unità per emergenza Covid). In bocca al lupo a tutti, per una radiosa carriera e complimenti a questi giovani medici per l’impegno professato e per la naturalezza con cui si sono prestati nelle varie prove di recita, canto e prosa, tutto questo è avvenuto nello splendido contesto dei giardini della biblioteca civica di Trino.

Alle 20, ha aperto i battenti la Pro Loco di Trino con le sue gustose specialità, per la prima serata i commensali hanno potuto apprezzare: calamari fritti, patatine, spiedini, insalata di mare, rigatoni al ragù, spaghetti allo scoglio, macedonia con gelato e panna cotta arricchita al caffè, cioccolato o pistacchio.

La Leva del 2004 ha fatto irruzione verso tarda serata e portato allegria con fischietti e urli.

Auguroni alla Pro-Loco di Trino che quest’anno festeggia i suoi primi vent’anni di onorata attività!

A chiudere la giornata di venerdì ci hanno pensato gli “Abba dream”, che con il tributo agli “Abba” hanno fatto cantare e ballare una gremita Piazza Comazzi. Molto apprezzati gli orchestrali e i cantanti.

Giornata riuscitissima e la festa continua! Seguiteci su VercelliOggi.it.