VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Trinese
Il Sindaco Pane ha ringraziato tutti gli artisti, le Associazioni, le forze dell’ordine, i giostrai, i volontari

TRINO, FINALE PIROTECNICO CON PAOLO MIGONE PER LA PATRONALE PIU' BELLA DI SEMPRE - Chiude i battenti la San Bartolomeo 2022: un successo da tutti riconosciuto - IL VIDEO

Alle 21 ha avuto luogo il concerto della banda cittadina “G. Verdi”

(marilisa frison) – Le previsioni erano pessime, non lasciavano presagire nulla di buono per la grande serata conclusiva della super festa Patronale trinese, ma San Bartolomeo ha alzato le braccia al cielo e con le sue mani ha trattenuto le lacrime. Alle 23,30 l’orizzonte si è riempito di cuori e di un’esplosione di luci e colori. Uno spettacolo pirotecnico fantastico, organizzato con la Pro Loco, realizzato da Pirofantasy di Vercelli, che ha tenuto le migliaia di persone, pervenute da tutto il circondario, con il naso all’insù e il fiato sospeso e ha suggellato la fine della festa più bella e attesa dell’anno. Uno spettacolo indimenticabile di cui si parlerà.

Il palco, improvvisato all’interno del mercato coperto di Piazza Comazzi, per paura della pioggia, alle 22 è stato calcato dal mitico Paolo Migone da Zelig.

A presentare il noto comico, il Sindaco Daniele Pane, che è salito sul palco con il Presidente della Provincia Davide Gilardino, in rappresentanza dei Sindaci presenti in occasione della cena dei Sindaci alla cucina della Pro Loco di Trino.

Il Sindaco Pane ha ringraziato tutti gli artisti, le Associazioni, le forze dell’ordine, i giostrai, i volontari e tutti coloro che si sono prodigati per la splendida riuscita della festa ed ha passato la parola a Gilardino.

il Presidente Gilardino, ha portato i suoi saluti e ha voluto ringraziare anche lui i volontari:

“Se si riescono ancora, a Trino così come nei Paesi del Basso vercellese ad organizzare momenti di festa e di comunità come questa, è perché ci sono tantissime persone come loro che dedicano tantissimo tempo al prossimo. Quindi, è davvero encomiabile il lavoro che questi volontari fanno per Trino e anche per i Paesi vicini, essendo voi il capoluogo della Bassa vercellese. Ultimamente siamo riusciti a fare di più grazie al vostro Sindaco e gli altri sindaci tra il Monferrato e la Valsesia, un territorio che si conosce poco, un territorio di agricoltura, di persone che lavorano, un territorio che deve essere valorizzato. Stiamo tentando un percorso per far crescere e conoscere ancora di più le nostre terre e nostre manifestazioni”.

Presenti anche i sindaci della provincia di Alessandria capitanati dal Sindaco di Casale, Federico Riboldi.

Ha fatto il suo ingresso Migone, in infradito e camice bianco e ha iniziato subito con le sue battute tipiche, non è mancato il riferimento alle nostre zanzare, e poi ha proseguito con le sue battute sulle donne e parlando male della moglie con riferimenti al figlio, tutto logicamente in lato scenico, piaciuto molto l’inciso sul viaggio in aereo con la moglie in Egitto. Al termine ha fatto un bis con un pezzo sull’Ikea.

Il cabarettista ha riscontrato molti consensi da parte del pubblico che non si è risparmiato negli applausi ed è riuscito a strappare molte risate e portare oltre all’allegria, gioia e spensieratezza, in un momento in cui ce n’è veramente bisogno.

Nell’allegato video è disponibile quasi tutta l’incredibile esibizione di cabaret.

In Piazza Audisio alle 21 ha avuto luogo il concerto della banda cittadina “G. Verdi”, sempre molto apprezzata, molti i presenti.

Grande soddisfazione del maestro Bruno Raiteri:

“È andata benissimo, abbiamo suonato in una delle piazze più belle di Trino, abbiamo eseguito due pezzi totalmente nuovi per il nostro repertorio, uno sul Gobbo di Notre Dame e l’altro su Herry Potter”

e ha apprezzato l’aiuto prezioso del maestro Marcello Trinchero.

Mentre alle 17,30 Al Lantarnin dal Ranatè, ha organizzato l’ultimo dei tre pomeriggi nei giardini della Biblioteca di Trino, una splendida performance musicale con Aps Artedù, dal titolo “Sarabanda giovani 2”, dove Elena, Isabel, Alecsandra, Delia, Lorenzo, Stefano, Fede, Bea, Stella e tanti altri giovani musicisti, guidati da Meco Traversa e Alessia Specchia, si sono magistralmente esibiti difronte a un folto pubblico, cantando e suonando come veri professionisti. Grandi e meritati applausi per ognuno di loro.

Grande successo ottenuto anche dal Coro Alessandrino “Le note sui registri”, pomeriggio organizzato sempre dal Lantarnin sabato 27 Agosto, nei giardini della Biblioteca, alle 17,30.

Inoltre sabato 27, tante le attrazioni per le vie della città, c’erano eventi un po’ ovunque, in Corso Italia grande esposizione di moto e auto americane e in Piazza Mazzini esibizioni acrobatiche di motocicli.

Da non tralasciare domenica 28 Agosto alle 21 il singolare concerto del trombettista trinese Alberto Mandarini, “A Kind of Miles Jazz Tribute”, che ha conquistato i presenti.

Una Patronale ricca di eventi, che grazie anche alle cene della Pro Loco, agli artisti d’eccezione, al Luna Park, ai tanti eventi culturali, ai negozi aperti, alla fiera, hanno portato tanto movimento e vita a Trino.

Gli organizzatori hanno fatto centro e tutti hanno dato il massimo.

Complimenti!

notizie correlate