VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

DISTRETTO DEL COMMERCIO “CUORE DEL MONFERRATO”- In campo i progetti a vantaggio del territorio    

Itinerari, promozione … tutte le mosse della nuova realtà - suddivisa in 7 macroaree - che aggrega Comuni e operatori commerciali di 62 Comuni fra il Casalese e il Nord-Astigiano

CasaleOggi, PiemonteOggi, Regione Piemonte

Seguici anche su Instagram

Quali sono le priorità per il commercio locale in questi prossimi tempi?
É la domanda che si sono posti in queste scorse settimane gli amministratori dei ben 62 Comuni del neonato Distretto Diffuso del Commercio “Cuore del Monferrato”, realtà aggregativa promossa da Regione Piemonte che opera su un territorio molto ampio compreso fra i fiumi Po e Tanaro includendo 39 municipi del Casalese e 23 del Nord-Astigiano con capofila la Città di Moncalvo.
Un’area ampia oltre 800 kmq sulla quale vivono circa 59 mila abitanti, sparsi su un territorio variegato che comprende dalle colline vitivinicole alle pianure del riso dove esercitano la loro attività oltre 800 realtà commerciali dedite a beni e servizi di svariata tipologia.
Il lavoro del Distretto, attraverso gli amministratori dei comuni coinvolti, si è concentrato in questa fase nella ricerca dei progetti sinergici da poter attuare per migliorare il commercio locale sotto molteplici aspetti. E proprio in questi scorsi giorni si è svolta con la modalità digitale l’assemblea plenaria durante la quale è stato illustrato e presentato il protocollo di intesa che sarà oggetto di approvazione in questi prossimi giorni da parte delle rispettive giunte comunali.

Al suo interno si trovano infatti i programmi sui quali verranno concentrate le energie nell’arco dei 3 anni a venire. Si tratta di un documento molto ricco, nato dal confronto e dall’individuazione di necessità in ambito commerciale che verranno in parte autofinanziate, secondo una scala di priorità e costi, dai Comuni stessi, oppure saranno vincolati invece al reperimento di risorse esterne per favorirne la realizzazione.

Si va verso l’utilizzo di risorse dirette dei comuni (secondo il principio di peso demografico dei diversi municipi) per dare continuità all’attività del Distretto attraverso la figura del manager ed attività di promozione ma si punta anche, ad esempio, alla realizzazione di itinerari nel territorio (ciclistici, ippici, escursionistici) e alla creazione di una rete di informazioni che possa valorizzare le attività commerciali del Distretto nella sua globalità.
Nel corso dell’assemblea la vasta regione del Distretto Diffuso del Commercio Cuore del Monferrato è inoltre stata suddivisa in 7 macroaree allo scopo di individuare per ognuna di esse alcuni referenti fra gli amministratori locali ossia figure che svolgeranno un’importante azione di “ponte” e di scambio di informazioni fra l’ambito locale rappresentato e il distretto stesso.

L’area Moncalvese è composta dai comuni di Moncalvo, Ponzano Monferrato, Cereseto, Castelletto Merli, Odalengo Piccolo, Alfiano Natta, Grazzano Badoglio e Penango; l’area della Valcerrina è formata da Cerrina Monferrato, Mombello Monferrato, Odalengo Grande, Murisengo, Villadeati, Villamiroglio, Gabiano, Moncestino, Camino e Solonghello; l’area adiacente al Po è data da Pontestura, Coniolo, Morano Po, Balzola e Villanova Monferrato; l’area della Core Zone Unesco e zone adiacenti si presenta con Rosignano Monferrato, San Giorgio Monferrato, Cella Monte, Ozzano Monferrato, Terruggia, Vignale Monferrato, Frassinello Monferrato, Ottiglio, Olivola, Sala Monferrato, Treville e Camagna Monferrato; l’area della Comunità Il Monferrato degli Infernot e della direttrice alessandrina è formata da Fubine Monferrato, Altavilla Monferrato, Casorzo, Lu e Cuccaro Monferrato, Occimiano, Conzano e Giarole; la zona delle Colline del Ruchè e del Bacino del Tanaro è composta da Refrancore, Castello di Annone, Cerro Tanaro, Rocchetta Tanaro, Castagnole Monferrato, Scurzolengo, Portacomaro, Grana, Montemagno, Viarigi e Quattordio ed infine l’area della Valle Versa e Nord-Astigiano raggruppa Castell’Alfero, Calliano, Tonco, Frinco, Cossombrato, Montechiaro, Montiglio Monferrato, Cocconato e Robella d’Asti.
Nelle prossime settimane arriveranno infine a compimento altre azioni di comunicazione del Distretto: la landing page dedicata al commercio nel “Cuore del Monferrato” e la stampa della cartolina promozionale che verrà stampata in alcune migliaia di copie e distribuita fra i vari Comuni.

I comuni del Distretto:

Capofila: Comune di Moncalvo

Comuni aderenti: Alfiano Natta, Altavilla Monferrato, Balzola, Calliano, Camagna Monferrato, Camino, Casorzo, Castagnole Monferrato, Castell’Alfero, Castelletto Merli, Castello di Annone, Cella Monte, Cereseto, Cerrina Monferrato, Cerro Tanaro, Cocconato, Coniolo, Conzano, Cossombrato, Frassinello Monferrato, Frinco, Fubine Monferrato, Gabiano, Giarole, Grana, Grazzano Badoglio, Lu e Cuccaro Monferrato, Mombello Monferrato, Moncestino, Montechiaro d’Asti, mMontemagno, Montiglio Monferrato, Morano Po, Murisengo, Occimiano, Odalengo Grande, Odalengo Piccolo, Olivola, Ottiglio, Ozzano Monferrato, Penango, Pontestura, Ponzano Monferrato, Portacomaro, Quattordio, Refrancore, Robella, Rocchetta Tanaro, Rosignano Monferrato, Sala Monferrato, San Giorgio Monferrato, Scurzolengo, Solonghello, Terruggia, Tonco, Treville, Viarigi, Vignale Monferrato, Villadeati, Villamiroglio, Villanova Monferrato.

Redazione di Vercelli