VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Costanzana, Pezzana, Pertengo non vedono un futuro

BASSA VERCELLESE - L'Unione Coser verso lo scioglimento - Già convocati i Consigli dei tre (su sei) Comuni che preferiscono recedere - 

Gli altri tre Comuni stanno studiando il da farsi

Bassa Vercellese

La nebbia è fitta anche in quella parte di Bassa Vercellese che comprende i sei Comuni aderenti all’Unione Coser, il Consorzio intercomunale sorto per gestire insieme alcuni importanti servizi: dalla Polizia Locale ai Cantonieri e manutenzioni, fino agli Uffici Tecnici.

Sei Comuni si diceva: Caresana, Pezzana, Stroppiana, Costanzana, Motta dei Conti e Pertengo.

Ma oggi, tre di questi (Pezzana, Costanzana, Pertengo) preferiscono dare il “liberi tutti”, sciogliere il Consorzio.

Sono già convocati i Consigli Comunali che dovranno decidere di procedere: del resto, lo Statuto dell’Ente prevede che si possa procedere allo scioglimento anche se deliberato da solo tre dei sei partecipanti.

E gli altri tre Comuni?

Diciamo che, ad oggi, ne sanno poco e di certo l’iniziativa di separare le strade non è la loro.

Perché questa scelta?

Chi propende per lo scioglimento dice (da tempo, per la verità) che ormai l’Unione sia un Ente, se non inutile, impossibile da riportare ad un equilibrio tra costi e ricavi, assicurando, ovviamente, i servizi.

Nei prossimi giorni se ne saprà di più: l’impressione è che la strada sia tracciata.