VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Prima in Francia, poi in Asia: gli italiani a casa

SALUGGIA, MICROPORT (EX SORIN) METTE A RISCHIO ALTRI POSTI DI LAVORO - Oggi incontro tra Sindacati ed Azienda - I Lavoratori: ma i politici dove sono?!

Altro colpo all'economia del territorio

Saluggia e Livorno

Dopo lo “spezzatino” Sorin, a Saluggia le cose non sono migliorate.

L’azienda che ha rilevato la locazione dello stabilimento,

la Microport crm

continua a ridurre il Personale.

Significa uomini e donne che perdono il posto di lavoro, a decine per volta.

Un duro colpo per le loro famiglie, non meno che per il territorio di Saluggia e, in ultima analisi, per noi tutti: un altro pezzo di talento, professionalità, saperi di maestranze italiane che viene vanificato.

Un sacrificio fine a se stesso e tanto più odioso se si pensa – lo dicono i Lavoratori al nostro microfono, nel video che qui pubblichiamo – che si prepara una “delocalizzazione”.

Significa: si chiude a Saluggia e si riapre in Asia.

Oggi, 22 febbraio, una riunione, non si sa ancora quanto produttiva di risultati, tra Azienda e Sindacati, alla Sede vercellese dell’Unione Industriale.

Davanti al portone di Confindustria Novara, Vercelli, Valsesia, i Lavoratori hanno manifestato.

Una di loro è chiara: dov’è la politica?

Di cosa si stanno occupando i politici?

Come intendono difendere il territorio?

Domande che, almeno per ora, sono senza risposta.