VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

OSCAR GREEN 2022 - Risalto all’imprenditoria giovanile che vuole riprendersi il futuro    

Alla finale regionale premiata l’azienda di Riccardo Priora di Fontanetto Po

BiellaOggi, Crescentinese, Vercelli Città

C’è anche Riccardo Priora, dell’omonima azienda agricola di Fontanetto Po, tra i giovani premiati alla finale regionale di Oscar Green tenutasi ieri, martedì 12 luglio, del Palazzo Asinari di San Marzano, sede di Coldiretti Piemonte, a Torino.

L’azienda vercellese è stata selezionata come una delle nove eccellenze del territorio piemontese per l’anno 2022 alla presenza del delegato regionale Danilo Merlo, di Stefano Leporati, segretario nazionale Giovani Impresa, di tutti i delegati e i segretari provinciali del movimento, del presidente di Coldiretti Piemonte, Roberto Moncalvo, del Delegato Confederale, Bruno Rivarossa, e di tutti i presidenti e i direttori delle federazioni provinciali.

Il concorso, promosso da Coldiretti Giovani Impresa Piemonte e giunto ormai alla sedicesima edizione, con lo slogan “Riprendiamoci il futuro” ha voluto premiare i giovani che nonostante le continue avversità sociali e climatiche hanno continuato ad avere una visione, a mettersi in gioco e a rischiare.

Nello specifico, Riccardo, dell’azienda “Riccardo Priora”, ha ricevuto la menzione speciale per la categoria “Energia per il futuro e sostenibilità” per aver saputo creare un nuovo prodotto con caratteristiche uniche.

Priora produce riso e la sua peculiarità sta nella colorazione. “L’aspetto principale è la cromaticità – ha spiegato – perché è ineguagliabile. Abbiamo tante tipologie, ma ad oggi il rosa è l’unica varietà differente da tutte le altre. Si tratta di un prodotto unico perché pur essendo risottabile ma non integrale, è aromatico”.

Giovani e futuro da sempre sono, anche nell’immaginario collettivo, un binomio vincente e, infatti, non è un caso che l’edizione di quest’anno si intitoli proprio Riprendiamoci il futuro – ha evidenziato Alberto Franzi delegato provinciale Giovani Impresa -. Una dimostrazione di come, nonostante le difficoltà generate dalla pandemia, dalla guerra in Ucraina e dagli sconvolgimenti del mercato, le imprese dei giovani imprenditori siano tenaci e volenterose di andare avanti poiché nell’agricoltura vedono traiettorie concrete di futuro. Le aziende che corrono per l’Oscar Green sono rappresentative di un modello di innovazione sostenibile in agricoltura che affonda le sue radici nella terra e nelle comunità”.

 

Si tratta di una vetrina molto importante, con Oscar Green, Coldiretti offre, infatti, una grande opportunità ai giovani agricoltori che implementano ed innovano il nostro patrimonio economico ed enogastronomico – hanno ricordato il presidente Coldiretti Vercelli-Biella Paolo Dellarole e il direttore Francesca Toscani -. Nonostante le criticità legate alla pandemia e ora alla guerra con il mercato completamente sconvolto, le nostre imprese non si sono mai fermate e l’agricoltura del territorio ha bisogno di nuova linfa che proprio le giovani generazioni sanno portare grazie a idee fresche che nascono da esigenze e sperimentazioni, ma che sanno poi concretizzarsi in vere progettualità, come quelle che negli anni sono emerse proprio attraverso questo concorso”.

 

Redazione di Vercelli