VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Vercelli Città
C'è chi teme la fuga degli utenti da Corso Palestro

BOLLETTE DEL GAS ALLE STELLE - Oltre alle cause nazionali ed internazionali, sui consumatori vercellesi graverebbero scelte emotive nell'acquisto degli stock tra giugno e settembre - Ora le conseguenze su prezzi e tariffe - Convocato d'urgenza un incontro in Comune, ma qualcuno dice no -

Atena Trading ora è di proprietà di Minerva srl, società che alla CCIAA risulta "inattiva" e che ha 10 mila euro di capitale sociale

Ci stiamo preparando ad una crisi energetica che tutti gli Osservatori concordano nel paragonare forse soltanto in quella del 1973 – 1974.

Le domeniche a piedi, il prezzo del greggio che aumenta del 300 per cento in poche settimane

– leggi cliccando qui –

benzina alle stelle.

Tante le analogie: anche allora fu un evento bellico (la guerra dello Yom Kippur) a scatenare una serie di conseguenze politiche che si avvalsero della contrazione delle forniture di petrolio come strumento di pressione sulle economie occidentali: anche allora, le più deboli e “dipendenti” quelle europee.

***

Oggi la ragione è altrettanto identificabile, anche se, a differenza di allora, i Paesi europei e l’Italia in particolare hanno scelto di schierarsi con la Nato ed a fianco di una delle due parti in contesa, ben consapevoli di quali sarebbero state le conseguenze.

Dunque, la crisi energetica odierna non ci “piove addosso” inaspettata.

***

Sulla consapevolezza delle conseguenze di una partecipazione diretta, onerosa e prolungata nel tempo, al conflitto tra Ucraina e Russia, è, tuttavia, lecito dubitare che tale condivisione sia andata oltre l’ambito delle Istituzioni nazionali.

Se Mario Draghi poteva porre la domanda retorica che abbiamo ascoltato poco sopra, ad un giornalista, lo stesso interrogativo non è stato posto al Paese.

***

Ma è proprio il Paese reale che, in questi giorni, fa i conti con la risposta a quella domanda.

Fanno i conti le Imprese: che chiedono ai fornitori di energia quanto mettere a budget in preventivo per la corrente stagione termica 2022 – 2023.

E si sentono rispondere che il costo del riscaldamento deve essere realisticamente stimato moltiplicando almeno per tre quello della stagione termica 2021 – 2022.

La stessa domanda e la stessa risposta pongono e ricevono gli Imprenditori di ogni settore.

Le cose non cambiano se gli interlocutori sono gli Amministratori di condominio.

A cascata, così (aumento di tre volte) il loro preventivo di spese ai condòmini ed alle loro famiglie.

***

Non è sempre facile parlare di costi unitari del Metano, al metro cubo.

Ma i valori si attestano su prezzi che possono andare (a seconda che i contratti siano afferenti al mercato libero, invece che tutelato) tra i 2,20 e 2,80 (con approssimazione) per metro cubo.

E’ di conseguente ed  intuitiva evidenza che gli aumenti toccheranno anche il sistema degli Enti Locali, con i bilanci di previsione che dovranno essere aggiornati: quali servizi si dovrebbero tagliare per compensare i maggiori costi energetici?

***

Ce n’è abbastanza per giustificare l’iniziativa amministrativa della Prima Commissione del Consiglio Comunale di Vercelli, che ha convocato una riunione per domani, 18 gennaio.

Anche perché, se e quando arriveranno a molte famiglie le bollette del riscaldamento triplicate rispetto all’anno precedente, potrebbero verificarsi difficoltà di pagamento finora mai viste: ed è difficile credere ad una sospensione di massa dei servizi da infliggersi agli utenti morosi.

Come potrà reagire, quali misure di sostegno agli utenti, potrà mettere in campo il fornitore Atena Asm?

Che vuol dire, in sostanza, lo stesso Comune di Vercelli, notoriamente socio e contitolare al 40 per cento dell’Azienda di Corso Palestro.

***

ACQUISTI DI GAS METANO A CONDIZIONI SFAVOREVOLI: PERCHE’?

In questi giorni circola con particolare insistenza, inoltre, un’ulteriore voce, diffusa anche tra ambienti molto qualificati, che riguarderebbe in particolare Atena Trading.

L’Azienda avrebbe perfezionato gli acquisti di gas Metano (destinato poi ad essere rivenduto al contatore) in un arco temporale particolarmente infelice e sicuramente esposto a comportamenti emotivi del mercato, vale a dire tra i mesi di giugno e settembre 2022.

Sicchè ora l’Azienda non potrebbe vendere sotto costo, se non mettendo in conto pesanti contraccolpi sul proprio bilancio, salvo rassegnarsi a rischiare di chiudere in perdita, o comunque senza fare utili, almeno per un anno.

Contraccolpi che (se circoscritti, per esempio, ad un esercizio soltanto) potrebbero tuttavia essere parte di un piano di gestione dell’emergenza, in modo da rendere la fase meno difficile ad una vasta platea di utenti.

Anche perché, altrimenti, è alto il rischio che gli utenti cerchino fornitori alternativi, rendendo così la situazione senza ritorno per la stessa Atena e per lo stesso Comune.

***

Come si vede, gli argomenti in discussione sono molti ed importanti

– leggi qui la convocazione –

ed il Presidente della Prima Commissione (Bilancio e Partecipate) del Consiglio Comunale di Vercelli, Paolo Campominosi (Lista Voltiamo Pagina di Roberto Scheda) potrà, con i Colleghi Consiglieri, porre domande precise.

A chi ci sarà.

Sono, infatti, stati invitati anche i vertici di Atena Trading ed i componenti di nomina comunale del Consiglio di Amministrazione di Asm Vercelli spa.

Come sappiamo, infatti, Atena Trading (fornitore di luce e gas, oltre a cose minori) è di totale proprietà di Asm Vercelli spa; Asm Vercelli, invece, è fornitore del servizio di nettezza urbana, costruttore della fabbrica dei pallet di Via Cesare Libano e fornitore dell’acqua potabile e servizio idrico fognario.

Il Comune di Vercelli designa un unico rappresentante nel CdA di Atena Trading, il commercialista santhiatese Franco Pauna.

I rappresentanti del Comune di Vercelli nel board di Asm Vercelli sono, come è noto, Angelo D’Addesio (Presidente), Daniele Baglione ed Antonio Prencipe (Consiglieri); altri quattro Amministratori, compreso l’Amministratore Delegato, sono di nomina Iren.

***

Un’occasione, dunque, importante, sia da un punto di vista tecnico, sia da un punto di vista politico nell’accezione più alta del termine, essendo in gioco una responsabilità cogente e ad ampio raggio: la tenuta di famiglie ed imprese investite dall’aumento dei costi energetici.

Non bisogna poi dimenticare quelli per autotrazione, ancorchè, come è ovvio, costituenti altro capitolo.

Occorre approfondire la capacità del Comune stesso di fare fronte agli aumenti diretti; così come la risposta di Palazzo Civico nel caso in cui le difficoltà di Atena Trading riducessero l’utile ogni anno distribuito da Corso Palestro.

E’ difficile che lo stesso fornitore di acqua, appunto Asm Vercelli spa, possa ritenersi estraneo ad argomenti che entrano (pre)potentemente nei conti e bilanci di Utenti privati, aziende e Pubbliche Amministrazioni.

***

E’ difficile che possa ritenersi estraneo, ma non impossibile.

Giunge, infatti, ai Componenti della Commissione, una lettera (al protocollo comunale lo scorso 13 gennaio) stupefacente da parte del Presidente di Asm Vercelli, l’Avvocato Angelo D’Addesio.

Che alleghiamo qui per comodità di lettura.

***

Si viene, dunque, a sapere, che il Legale Rappresentante di Asm Vercelli dà per scontato che tutti si sappia come, ormai, Asm abbia ceduto l’intera partecipazione in Atena Trading.

Quindi, né direttamente, né indirettamente, avrebbe (più) a che fare con il Metano e le sue tariffe.

Salvo poi – a modesto parer nostro – la difficoltà di capire come farebbero gli Utenti a pagare l’acqua (all’Azienda di Angelo D’Addesio), se già avessero difficoltà a fare fronte alle bollette del gas e dell’energia elettrica (all’azienda di Franco Pauna).

Entrambe le aziende aventi sede in Corso Palestro.

Ma la “vision” e la volontà di traguardare il futuro prossimo in termini di possibile gestione dell’ emergenza, si vede che sono queste.

***

SI SCRIVE UMBUNDLING, MA NON DEVE PRONUNCIARSI  “PRETESTO”

Vale la pena di affrontare una non banale questione tecnica, che si è cercato di capire, con l’aiuto di esperti, nei giorni scorsi.

In effetti, è ben vero che, per adempiere a nuove norme di Legge, che a loro volta si conformano alla nozione di “umbundling”

– leggi cliccando qui cosa significa e perché si applica al mercato energetico –

a suo tempo Comune e Iren hanno dovuto costituire una nuova società che si chiama Minerva srl (ne è presidente lo stesso Franco Pauna) che, di fatto, assorbe tutta la partecipazione, sia di Iren, sia del Comune, in Atena Trading.

Il padrone di Atena Trading non è più, dunque, Asm Vercelli, ma Minerva srl

Minerva ha la bella cifra di 10 mila euro di capitale sociale e risulta, al 16 gennaio, cioè ieri, “inattiva”.

 

Ci sono, tuttavia, anche altri particolari non di poco conto, che forse consiglierebbero una maggiore condivisione e partecipazione alla discussione dei Consiglieri “comunali” di Asm Vercelli spa.

Anzitutto, tra le varie evidenze, quella forse più banale.

Se D’Addesio sostiene che Asm Vercelli sia estranea rispetto a Minerva, il Certificato Camerale di quest’ultima dice un’altra cosa: resta una partecipazione minima dell’1,26 per cento di capitale.

Minima, “povera”, cioè senza diritto di voto, né diritto alla distribuzione dei dividendi, ma impariamo ora, nella nostra ignoranza, che una voce dello Stato Patrimoniale (si ripete, pur minima) non avrebbe riflessi sul bilancio di una SpA.

E la proprietà dell’uno virgola ventisei per cento di Minerva srl è, fino a prova del contrario, una voce dello stato patrimoniale di Asm Vercelli spa.

Se ne impara una tutti i giorni.

***

Ma è chiaro che, come abbiamo ben visto in precedenza, non è sui formalismi che, in un caso drammatico come il presente, persone attente al bene comune possano appigliarsi.

Anche perché, ove si guardassero i soli aspetti formali, salterebbe subito all’occhio che – sempre da visura camerale alla data del 16 gennaio – la Società Minerva risulta “inattiva”.

E, inoltre – sempre da visura camerale, questa volta emessa alla data del 13 gennaio – alla Camera di Commercio risulta ancora che Atena Trading sia al 100 per 100 di Asm Vercelli spa.

Sicuramente si tratterà di tempi occorrenti per le trascrizioni, ma tutto dice di cose e provvedimenti così recenti, che immaginare come una linea maginot temporale ciò che pare piuttosto un labile paravento, per non dire proprio una foglia di fico, pare esercizio del tutto inconferente.

***

DAI FORMALISMI ALLE EMERGENZE

Dunque, al momento le forniture di Metano sarebbero dipendenti da acquisti fatti nei mesi passati, quando i prezzi risentivano della fase peggiore di mercato.

Proprietaria di Atena Trading (fornitore di luce e gas) è una srl con 10 mila euro di capitale sociale (Presidente il santhiatese Pauna) che risulta inattiva.

In Camera di Commercio non è ancora pubblicato il passaggio di proprietà delle quote di Atena Trading da Asm Vercelli a Minerva srl.

C’è il concreto rischio che molti utenti abbandonino (alla ricerca di tariffe più convenienti, non certo per questi minuetti societari) Atena Trading in cerca di fornitori che abbiano acquistato il gas a prezzi migliori e, quindi, lo passano rivendere al mercato a tariffe più convenienti.

Se, in una situazione del genere, i Signori Angelo D’Addesio, Daniele Baglione, Antonio Prencipe, riterranno di non partecipare alla riunione convocata in Comune domani, 18 gennaio, per discutere tutti insieme di questa fase così difficile che Vercelli deve affrontare, è difficile capire perché.

notizie correlate