VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

VIII EDIZIONE FUORILUOGO -  Festival letterario della Città di Biella      

Un momento di aggregazione comunitaria e un’occasione per celebrare un nuovo inizio di stagione

BiellaOggi

La fine dell’estate non porta con sé soltanto la nostalgia delle spiagge, l’inizio dell’anno scolastico e il ritorno al lavoro: ci regala anche #fuoriluogo, il festival letterario che animerà Biella da venerdì 2 a domenica 4 settembre.

Questa ottava edizione, ricca di incontri e presentazioni, vuole essere un momento di aggregazione comunitaria, un’occasione per celebrare insieme un nuovo inizio di stagione.

Con #fuoriluogo torna anche #fuoriluogoYoung, che da quest’anno si arricchisce della sezione Kids, per quattro giorni di esplorazione nella letteratura per ragazzi e bambini.

Per l’edizione 2022 #fuoriluogoOFF si terrà martedì 6, giovedì 8, sabato 10 e giovedì 29 settembre, per prolungare la grande festa di #fuoriluogo di altre quattro date.

“#fuoriluogo, nella sua ottava edizione e seconda come Festival letterario della Città di Biella, ci offre un ricco programma tutto da scoprire. ono orgoglioso come assessore alla Cultura che la nostra Biblioteca Civica diventi di nuovo uno dei fulcri del festival, offrendo le sale delle proprie sedi per gli eventi, ma anche gli spazi agli autori per rigenerarsi, lavorare o farsi intervistare. Potremo sedere non solo in qualità di pubblico, ma anche allo stesso tavolo con romanzieri, saggisti e giornalisti in un luogo che, per eccellenza, stimola la creatività. Le vie si riempiranno di persone che come un’onda si sposteranno da un luogo all’altro in armonia, condividendo un cammino di divertita curiosità e crescita individuale. Per questo ringrazio tutti coloro che con passione hanno lavorato perché questo fosse possibile e chi, partecipando, creerà la magia di un festival che non smette mai di stupirci” dichiara Massimiliano Gaggino, Assessore alla Cultura della Città di Biella

A distanza di poche settimane dall’aver ospitato a Biella i 7 finalisti del Premio Strega 2022, il festival #fuoriluogo presenta la nuova (ottava) edizione, che si terrà dal 2 al 4 settembre 2022, con una coda di altri 4 appuntamenti sempre in settembre – racconta Gianni Crestani, Presidente dell’Associazione Fuoriluogo  ETS – questa è la seconda edizione come festival letterario della Città di Biella, un riconoscimento fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale che ringraziamo ancora una volta. Gli eventi saranno 51, in forte crescita rispetto al 2021. Sarà un festival fedele a sé stesso e alle caratteristiche che lo hanno da sempre contraddistinto: le location diffuse, le sperimentazioni, l’energia degli ospiti, il calore del pubblico, la simpatia dei nostri giovanissimi volontari. Gli ingredienti sono questi. Un benvenuto caloroso a chi vorrà immergersi in questa esperienza che non smette di stupirci».

Il programma

Per questa edizione, #fuoriluogo ha in programma un fitto calendario di eventi che spaziano dal giornalismo alla letteratura, dalla narrativa alla saggistica, dall’arte alla musica.

Si parte venerdì 2 settembre alle ore 16:00 con due incontri in contemporanea: alla Biblioteca Civica Ciaj Rocchi e Matteo Demonte parleranno di La macchina zero, Mario Tchou e il primo computer Olivetti (Solferino), graphic novel, con Giulia Pompili, giornalista del Il Foglio, in collaborazione con Vitale Barberis Canonico; all’Opificiodellarte, alle 16:00, Chiara Viale, scrittrice e avvocata, presenterà il suo ultimo libro, Lidia e le altre (Guerini), con Giovanna Prato e Maria Cristina Origlia (Evento accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Biella).

Proseguendo, in Biblioteca Civica alle 17:00 Antonio Franchini, direttore editoriale di Giunti, racconterà la sua esperienza professionale in compagnia di Marco Peano.

Sempre alle 17:00, ma all’Opificiodellarte, il giornalista de Il Secolo XIX Giovanni Mari ricostruirà la vicenda dell’ultimo giornale nazista, con la moderazione di Marziano Magliola.

Nello stesso orario, a Villa Boffo, #fuoriluogo continua con un percorso nel mondo artistico, curato da Jacopo Veneziani, storico dell’arte e da poco protagonista della trasmissione “Le parole della settimana”, su Rai 3.

Gli incontri dedicati ai mestieri del libro continuano con Luca Scarlini, saggista, drammaturgo e storyteller, che guiderà il pubblico nella vita e nel lavoro di Valentino Bompiani, celebre editore, in Biblioteca Civica alle 18:00.

Non solo l’imprenditoria del libro, ma anche quella più generale è al centro di #fuoriluogo: alle 18:00, presso l’Opificiodellarte, Federica Marchionni, manager di Global Fashion Agenda, e Francesco Ferraris, Presidente Nazionale Giovani del Sistema Moda Italia (SMI), racconteranno che cosa significa essere imprenditori in Italia, con la moderazione di Maria Cristina Origlia, in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese. Letteratura, musica e patrimonio locale si fondono con Vincenzo Santoro, che presenterà il libro Il tarantismo mediterraneo.

Una cartografia culturale (Itinerarti), alle ore 18:00 presso il Giardino Privato di Casa Gaia, insieme a Sabina Macculli e Fabio Giannotta, in collaborazione con BIA e Associazione Culturale Amici della Puglia Biella.

La giornata si concluderà con il suggestivo incontro di musica e parole in collaborazione con Oasi Zegna, alle 21:00 al Chiostro di San Sebastiano, La musica delle cellule: Emiliano Toso porterà i presenti alla scoperta del corpo con l’aiuto del suono.

Come si confà a ogni buon sabato mattina, anche il #fuoriluogo aprirà, sabato 3 settembre, con la lettura dei giornali di fronte a un caffè insieme ad Irene Soave, giornalista del Corriere della Sera, alle 09:00, presso il Cortile del Vescovado.

La mattinata proseguirà con Fabio Geda che, alla Biblioteca Civica, ore 10:00, tratterà di temi a lui cari, per spingere i giovani ad affrontare la realtà e diventare cittadini consapevoli.

Il Cortile del Vescovado ospiterà poi, alle 10:00, un incontro dedicato alla geopolitica, La Cina e gli altri, tenuto da Giulia Pompili e Filippo Santelli, giornalista de La Repubblica.

Giuseppe Festa, scrittore, presenterà il suo primo romanzo giallo, Una trappola d’aria (Longanesi), alle 10:00, in compagnia di Linda Tugnoli presso Villa Boffo dove, alle 11:00, Filippo Maria Battaglia parlerà del suo Nonostante tutte (Einaudi).

Dalla narrativa, #fuoriluogo si sposta verso le questioni d’attualità, con un incontro dedicato ai giovani, al calo demografico e all’occupazione: ne parleranno Marco Bentivogli, coordinatore di Base Italia, e Alessandro Rosina, docente di Demografia e Statistica sociale all’Università Cattolica di Milano, alle 11:00, presso la Biblioteca Civica.

Sempre alle ore 11:00, ma presso l’Opificiodellarte, Alice Cappagli, racconterà il suo ultimo libro, Ricordati di Bach (Einaudi), storia di Cecilia e della sua passione per la musica.

Alle ore 12:00, in contemporanea: Nadia Terranova, alla Biblioteca Civica, con una conversazione su Trema la notte (Einaudi), insieme a Elisa Casseri, e Alessandro Bertante con Mordi e fuggi (Baldini&Castoldi), insieme a Beppe Anderi all’Opificiodellarte.

Dopo la pausa pranzo, il festival ritornerà alle 15:00: presso la Biblioteca Civica Micol Flammini, giornalista del Il Foglio, sarà in dialogo su Russia, Ucraina e guerra con Marta Allevato, corrispondente da Mosca dal 2010 al 2018 per diverse testate. Tommaso Ebhardt, giornalista e direttore di Bloomberg News, tornerà sul tema dell’imprenditoria, alla Biblioteca Civica alle 16:00, per raccontare la storia di Leonardo Del Vecchio di Luxottica, in collaborazione con Alicanto Capital.

Allo stesso orario, ma all’Opificiodellarte, Luca Scarlini terrà una lectio sulla famiglia Galliari, scenografi e pittori, tra i più celebri amatori del teatro del Settecento – in collaborazione con Banca Sella. Inoltre, sarà possibile visitare, a Palazzo La Marmora (Corso del Piazzo, 19) il salone da ballo affrescato dai fratelli Galliari, manifesto del Neoclassicismo.

Sempre alle 16:00, a Villa Boffo, la scrittrice e attrice Elisa Casseri proporrà un dialogo sull’amore e il sentimento nell’Italia attuale con Nicolò Bellon.

Il tardo pomeriggio verrà inaugurato alla Biblioteca Civica, alle 17:00, con una conversazione sui luoghi che viviamo: urbanistica, architettura, città, mobilità e natura saranno indagate da Elena Granata, docente di Architettura al Politecnico di Milano, e da Enrico Bertacchini, professore in Scienza delle Finanze dell’Università di Torino, in collaborazione con Vitale Barberis Canonico.

Il cammino sulle tracce del noir di #fuoriluogo proseguirà con Jacopo De Michelis che, alle 17:00 presso l’Opificiodellarte, presenterà il suo La stazione (Giunti), un thriller ambientato alla Centrale di Milano.

Tra i molti appuntamenti, il festival della città di Biella non poteva non riservare un posto speciale al centenario della nascita di Beppe Fenoglio, ricordato dallo scrittore Davide Longo, autore della prefazione a I ventitrè giorni della città di Alba, in dialogo con Danilo Craveia a Villa Boffo, ore 17:00.

Al calar del sole, al Chiostro di San Sebastiano alle 18:30, una performance musicale di Ilaria Pilar Patassini (voce) e Antonio Ragosta (chitarra), riproporrà brani di Fabrizio De André e Pilar stessa, (l’ingresso è a pagamento, €10 –

Evento in collaborazione con Villa Guelpa, Salumificio Creminelli, Caseificio Rosso e Pasticceria Massera).

Tra le mura suggestive del Chiostro di San Sebastiano, la giornata di sabato sarà chiusa, alle ore 21:00, con un percorso tra poesia e musica con Marco Aime, antropologo e scrittore, Eleni Molos, attrice, e Massimo Germini, musicista: Ogni luogo è un dove racconterà storie di migrazione, di muri, deserti e mari, della ricerca di libertà e del desiderio di vivere.

Domenica 4 settembre alle ore 09:00, Giulia Pompili sarà al Cortile del Vescovado con Micol Flammini per fare insieme colazione e dare l’avvio alla giornata con un commento ai giornali. Alle 10:00, alla Biblioteca Civica, ci sarà Daniele Mencarelli, che dialogherà attorno alla sua letteratura e in particolare all’ultimo libro, Sempre tornare (Mondadori), con lo scrittore Marco Balzano – in collaborazione con Associazione Amici della Biblioteca di Biella; mentre al Cortile del Vescovado lo scrittore e editor Gabriele Dadati racconterà L’ultima notte di Antonio Canova (Baldini&Castoldi), l’inedita storia di vita celata dietro al personaggio dello scultore.

La mattinata proseguirà con diversi incontri alle ore 11: Nadia Terranova, all’Opificiodellarte, guiderà il pubblico attraverso le pieghe dei riti, delle leggende e della letteratura siciliana, con le letture dell’attrice Eleni Molos; presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, i filosofi e scrittori Leonardo Caffo, autore, tra gli altri, di La montagna di fuoco. Etna: la Madre (Ponte alle Grazie), e Simone Regazzoni, il cui ultimo libro è Oceano. Filosofia del pianeta (Ponte alle Grazie), ragioneranno sui possibili nuovi paradigmi per affrontare la crisi ecologica e il cambiamento climatico, con la moderazione di Federica Manzon, direttrice didattica della Scuola Holden – in collaborazione con Scuola Holden e Bonprix; infine, a Villa Boffo Cristiano Cavina, dialogherà con Raffaele Riba, docente della Scuola Holden, sul suo ultimo libro, dedicato alla famiglia e all’essere padri, La parola papà (Bompiani). Per godersi uno spettacolo prima della pausa pranzo, #fuoriluogo ospiterà, alle 12:00 presso l’Opificiodellarte, una conversazione con musica dedicata a Luigi Tenco, a cura dello scrittore Antonio Iovane con Ilaria Pilar Patassini (voce) e Antonio Ragosta (chitarra).

Sempre alle 12:00, alla Biblioteca Civica si terrà un incontro intitolato A New York con Patti Smith, di Laura Pezzino, giornalista, in dialogo con Nicolò Bellon, tra gli organizzatori del festival, mentre Eleonora Marangoni alla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella racconterà la Ville Lumière vista con gli occhi di Proust, facendo riferimento anche al suo ultimo libro, Paris, s’il vous plaît (Einaudi), in dialogo con Paolo Di Paolo.

Il pomeriggio vedrà, alle 15:00, Marco Balzano, celebre scrittore, raccontare il suo Quando tornerò (Einaudi), romanzo a tre voci, presso Macist.

L’indagine noir continuerà poi a #fuoriluogo, alle 16:00 presso lo Spazio Ex Concept, con Carolina Orlandi, pronta a raccontare la sua versione sulla morte del padre, David Rossi, manager di Monte dei Paschi di Siena.

Contemporaneamente, alla Sala Cervo Cittadellarte, Paola Farinetti e Cristina Marconi presenteranno i loro ultimi romanzi, due storie d’amore e di addio: Tuffi di superficie (Gallucci) è il libro di Farinetti, mentre Come dirti addio: Cento lettere d’amore da Saffo a Garcia Lorca (Neri Pozza) è l’opera di Marconi.

A seguire, alle 17:00, due incontri in contemporanea: Greta Corbella ed Enrico Allorto racconteranno la storia del “Violino del Mare”, presso lo Spazio Ex Concept; Davide Longo presenterà il nuovo libro della serie che ha come protagonisti i commissari Arcadipane e Bramard, La vita paga il sabato (Einaudi) alla Sala Cervo Cittadellarte.

Carlo Cottarelli, economista e direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica di Milano, rifletterà con Vittorio Emanuele Parsi, docente di Relazioni Internazionali alla Cattolica di Milano e direttore dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (Aseri), sul destino dell’Italia nell’Europa, alle 18:30 presso il Cortile di Cittadellarte.

In chiusura del festival, alle 21:00 presso il Chiostro di San Sebastiano, per festeggiare tre giorni ricchi di incontri, dialoghi, riflessioni e dibattiti, ci saranno Andrea Tofanelli, prima tromba della Big Bop Nouveau Band di Maynard Fergusson e dell’Orchestra del Festival di Sanremo, e Francesco Santucci, primo sax solista dell’orchestra RAI di Roma, accompagnati dai biellesi Max Tempia (organo) e Massimo Serra (batteria) per un Classic in Jazz.

L’evento è in collaborazione con Banca Patrimoni Sella & C. e con Biella Jazz Club e I biglietti, dal costo di €10 saranno acquistabili in loco).

 

#fuoriluogoOFF
#fuoriluogo non chiuderà con la consueta serata finale della domenica, bensì proseguirà con altre quattro date del #fuoriluogoOFF, pensato per dare ulteriore spazio alla letteratura nella città di Biella.

Il primo appuntamento è martedì 6 settembre alla Biblioteca Civica, alle ore 18:30, con la scrittrice Dacia Maraini, che presenterà il suo Caro Pier Paolo (Neri Pozza), in dialogo con Anna Folli.

Il giovedì seguente, 8 settembre, alle ore 18:30 presso la Biblioteca Civica, Francesca Valente racconterà il suo Altro nulla da segnalare (Einaudi), libro vincitore del Premio Italo Calvino 2021 e il Premio Campiello Opera Prima 2022, in dialogo con Chiara D’Ippolito, Ufficio stampa del Premio Italo Calvino, ed Eleni Molos, attrice. Per mantenere un dialogo vivo con il mondo dell’arte, #fuoriluogoOFF proporrà, sabato 10 settembre dalle 17:30 alle 19:00, la visita alla Mostra biennale di scultura a cura di Dina Pierallini e Valentina Redditi alla Villa Cernigliaro, ma anche il tour della magione stessa, tutelata dalla Soprintendenza dei Beni Architettonici e del Paesaggio del Piemonte.

Infine Francesco Costa, che giovedì 29 settembre alle ore 18:30 parlerà di Stati Uniti, di sogno americano e di California.

#fuoriluogoYoung&Kids
Gli eventi di #fuoriluogo proseguiranno fino ai primi di ottobre con il #fuoriluogoYoung&Kids, il festival per i più piccoli
.

Giovedì 29 settembre, alla Biblioteca Civica “Aldo Sola”, Daniele Zovi, esperto di animali selvatici e piante, racconterà otto storie di fratelli e una guardia forestale, dalle 16:30 (dagli 8 anni in su).

Il giorno seguente, venerdì 30 settembre, alla Biblioteca Ragazzi “Rosalia Aglietta Anderi”, dalle 17:00, Simone Perazzone terrà un laboratorio per bambini DSA, al fine di far scoprire nuovi metodi di apprendimento inclusivo (dagli 8 anni in su).

Sabato 1 ottobre, due incontri presso la Biblioteca Ragazzi “Rosalia Aglietta Anderi”: alle 11:00, un laboratorio di disegno con Irene Penazzi (dai 6 anni in su); alle 16:00, un’intervista impossibile a Maria Montessori, con Teresa Porcella e Simone Perazzone (dai 5 anni in su).

Infine, a chiudere la manifestazione, lunedì 3 ottobre si terrà una replica del laboratorio per nuovi metodi di insegnamento inclusivo con Simone Perazzone, alla Biblioteca Civica Elio Parlamento, ore 16:30 (dagli 8 anni in su). #fuoriluogo young&kids è realizzato anche grazie al contributo di Progetto Donna Più, Cooperativa Sociale che si occupa di educazione, accogliendo negli asili nido, nelle scuole e nei campus, più di 600 tra bambini, bambine, ragazzi e ragazze.

Tour e visite

Per l’edizione 2022 diversi tour arricchiranno la programmazione del festival.

Venerdì 2 settembre, dalle 21:30 ogni 20 minuti, da via Gustavo di Valdengo partiranno i Tour Noir, passeggiate di e con Ars Teatrando alla scoperta degli efferati omicidi avvenuti a Biella (testi e ricerche di Danilo Craveia).

È possibile prenotare il Tour Noir scrivendo a: info@fuoriluogobiella.it.

Tre gli appuntamenti di domenica 4 settembre: da piazza Curiel, il tour di Biella Piano, i luoghi della resistenza biellese (tour alle ore 10:00 e alle ore 11:15);

la visita guidata presso Cittadellarte – Fondazione Pistoletto di Biella, in cui arte e conservazione si fanno protagonisti (tour alle 14:30, alle 16:00 e alle 17:00);

da piazza Cisterna, il tour di Biella Piazzo, una nuova passeggiata nei luoghi della Resistenza biellese (alle 14:30, alle 15:30, alle 16:30 e alle 17:30).

Il programma di #fuoriluogo nella sua interezza è consultabile al sito: www.fuoriluogobiella.it
L’accesso agli eventi è libero e garantito fino a esaurimento posti.

Per informazioni:

www.fuoriluogobiella.it

info@fuoriluogobiella.it

Facebook fuoriluogobiella

Instagram fuoriluogo.biella

Il festival è un progetto di Associazione Fuoriluogo ETS.

Redazione di Vercelli

 

Redazione di Vercelli