VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

VIAGGIO SULLA SANTHIÀ-ARONA TRA PASSATO E NUOVE POTENZIALITÀ - Mostra fotografica alla Galleria Civica Jacopo Durandi      

Una mostra composta da circa 130 stampe che ritraggono l’esercizio sulla tratta ferroviaria Santhià-Arona, durato oltre cento anni

Santhiatese e Cavaglià

La Galleria Civica Jacopo Durandi prosegue la propria attività con una nuova mostra fotografica composta da circa 130 stampe, tra b/n e colore, raffiguranti stazioni, treni e avvenimenti storici, che ritraggono l’esercizio sulla tratta ferroviaria Santhià-Arona, durato oltre cento anni, e a suo tempo festeggiati da un convoglio storico a vapore l’11 giugno del 2005.
L’intento di questa mostra, che a prima vista potrebbe rappresentare solo la nostalgia di un gruppo di appassionati, è quello di rinnovare l’interesse per questa relazione presso l’opinione pubblica, proprio ora in cui si parla di una possibile riapertura.

La mostra è a disposizione di coloro che ne faranno richiesta, in particolare Enti locali, istituti scolastici, circoli culturali, associazioni.

Uno scopo indiretto della stessa è anche quello di sensibilizzare la Fondazione FS e la Regione Piemonte all’organizzazione di treni storici e turistici, con la duplice finalità di recuperare la piena efficienza dell’infrastruttura e di rilanciare il turismo ferroviario tra la città di Torino e le valli prealpine della Sesia, dell’Ossola e della regione dei laghi Maggiore e Orta, ricchi di Sacri Monti, patrimoni Unesco, pregevoli giardini, monumenti, ville storiche e amene località.

La riapertura della linea Santhià-Romagnano-Borgomanero-Arona sta infatti tornando all’ordine del giorno, sia allo scopo di favorire la mobilità sostenibile di merci e persone in un territorio segnato da una evidente carenza di soluzioni viarie ad alto rango, sia per valorizzare il collegamento tra la Riviera, Torino e l’Europa, motivo per cui la linea venne realizzata. Questo consentirebbe la rivalorizzazione dell’itinerario anche in chiave turistica. Uno degli obiettivi statutari dell’Associazione ferroviaria internazionale Torino-Svizzera è infatti la rivitalizzazione di un “corridoio ferroviario internazionale” che riutilizzi, da un lato, la ferrovia del Tenda e, dall’altro, il collegamento tra Santhià e Arona.


Come sempre, l’Associazione Culturale La Voce ODV è lieta e onorata di poter collaborare con le realtà locali a cui va un sentito ringraziamento, in particolare a tutti coloro che hanno reso possibile l’esposizione, mettendo a disposizione le proprie fotografie e il proprio tempo ma in particolare all’Associazione ferroviaria internazionale Torino-Svizzera ODV e al settore Cultura del Comune, sempre molto disponibile e particolarmente entusiasta nell’allestimento della stessa.

Dato il perdurare della situazione di incertezza, la mostra sarà a libero accesso, rispettando tutte le disposizioni in materia anti-COVID attualmente in vigore (igienizzazione delle mani, distanziamento interpersonale, uso della mascherina durante la visita), a partire da martedì 22 febbraio e fino a mercoledì 9 marzo, secondo i seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 15:00 alle 17:30 mentre il sabato dalle 9:30 alle 11:15, esclusi i festivi e il 1° marzo (carnevale) .

La Galleria Civica Jacopo Durandi si trova al piano terra del Centro Culturale Jacopo Durandi, in via De Amicis, 5 a Santhià.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere una mail a info@lavocealice.com.

Redazione di Vercelli