VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

VERBANIA – Al Teatro Maggiore quarto appuntamento della nuova stagione culturale. Protagoniste con “Il marito invisibile” Maria Amelia Monti e Marina Massironi      

In scena un'esilarante commedia sulla scomparsa della nostra vita di relazione

PiemonteOggi, Regione Piemonte

Continuano gli appuntamenti della nuova stagione culturale al Teatro Maggiore di Verbania, dopo il successo di quella da poco conclusa, tra musica, danza, prosa, comicità italiana, musical e un omaggio a Dante Alighieri.

A poche settimane dalla riapertura totale di cinema e teatri, la “città giardino sul Lago Maggiore” torna ad essere luogo di condivisione di emozioni, dove poter tornare a ritrovarsi in platea, assistendo fisicamente agli spettacoli nel pieno rispetto delle normative attualmente in vigore. 

Il quarto appuntamento di un ricchissimo calendario è previsto per domenica 19 dicembre alle ore 21.00 con Maria Amelia Monti e Marina Massironi e lo spettacolo Il marito invisibile, scritto e diretto da Edoardo Erba, scene Luigi Ferrigno, musiche Massimiliano Gagliardi, costumi Nunzia Russo, luci Giuseppe D’Alterio. Video Davide Di Nardo- Leonardo Erba. Produzione Gli Ipocriti Melina Balsamo.

Una videochat fra due amiche cinquantenni, Fiamma e Lorella, che non si vedono da tempo.

I saluti di rito, qualche chiacchiera, finché Lorella annuncia a sorpresa: mi sono sposata! La cosa sarebbe già straordinaria di per sé, vista la sua proverbiale sfortuna con gli uomini. Ma diventa ancora più incredibile quando lei rivela che il nuovo marito ha…non proprio un difetto, una particolarità: è invisibile. Fiamma teme che l’isolamento abbia prodotto danni irreparabili nella mente dell’amica. Si propone di aiutarla, ma non ha fatto i conti con la fatale, sconcertante, attrazione di noi tutti per l’invisibilità.

Il Marito Invisibile di Edoardo Erba è un’esilarante commedia sulla scomparsa della nostra vita di relazione.

Le due protagoniste ci accompagnano con la loro personalissima comicità in un viaggio che dà i brividi per quanto è scottante e attuale.

Biglietti disponibili al link https://toptix1.mioticket.it/fondazioneilmaggiore/

Green Pass obbligatorio per assistere agli spettacoli

 Note di regia:

Nella regia del Marito Invisibile ho voluto creare una realtà virtuale più ricca e articolata della realtà che vediamo sul palco. Le attrici recitano sullo sfondo di un blue screen circondate da una realtà monocromatica, che prende vita e colore solo dal piano della telecamera in su. Sui grandi schermi che sovrastano il palco, invece, le vediamo vivere nelle loro case, piene di oggetti, di luci, di fumo, di colori e di movimento.

Il contrasto – funzionale alla storia che la commedia racconta – mette lo spettatore in una situazione nuova. Può guardare le attrici sui grandi schermi, godendosi il loro primo piano o, viceversa, guardarle dal vivo sul palco o, ancora, guardarle un po’ da una parte, un po’ dall’altra, “montando” le immagini come meglio crede.

Benché composto da cinque scene con passaggi di tempo fra l’una e l’altra (cinque atti si sarebbe detto una volta) lo spettacolo non prevede mai il buio.

Gli schermi sono sempre attivi, perché quando i personaggi escono di scena, prendono il cellulare e il pubblico vede ingrandito quello che loro vedono sullo schermo del telefono. Ne esce un atto unico dal ritmo incalzante, che cattura lo spettatore dalla prima battuta, senza lasciargli mai la possibilità di distrarsi.

Ho lavorato con un team eccezionale, che mi ha aiutato a far sembrare semplice una tecnologia in realtà piuttosto complessa. Massimiliano Gagliardi è stato complice della regia e autore di bellissime musiche.

Leonardo Erba ha collaborato all’idea generale e ha inventato video ironici e imprevedibili; Davide Di Nardo ha immaginato e realizzato con creatività il supporto tecnico della presa diretta, gli sfondi virtuali e gli effetti speciali; Luigi Ferrigno e Sara Palmieri hanno studiato scene minimal ma di grande impatto; Giuseppe D’Alterio ha trovato, con le luci, il difficile equilibrio fra palco e realtà virtuale; Nunzia Russo ha cucito costumi semplici ed efficaci; Salvatore Addeo ha padroneggiato la parte sonora con maestria. E la produzione ha creduto, incoraggiato e realizzato un’operazione che ci rende tutti orgogliosi ma che sarebbe fatica sprecata se non fosse sostenuta dalla bravura, dal talento e dalla straripante comicità di due grandi attrici: Maria Amelia Monti e Marina Massironi”. Edoardo Erba

Prelazione abbonamenti (posti non riconfermati)

Dal 20 novembre 2021 presso la biglietteria del Teatro dalle 15.30 alle 20.00 sarà possibile acquistare l’abbonamento agli spettacoli di Prosa

Biglietti in vendita dal 15 novembre 2021 (anche on line)

i biglietti degli spettacoli di prosa e danza saranno in vendita dal 22 novembre 2021

presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della sede municipale di Piazza Garibaldi 15 – Pallanza dal lunedi al venerdi dalle 8.30 alle 12.30

presso la biglietteria del Teatro i giorni di apertura per spettacoli

L’ingresso a teatro è consentito con green pass

È obbligatorio l’uso della mascherina durante gli spettacoli

Diritti di prevendita 1,50 euro (fino a 2 ore prima di ogni evento)

Per la stagione 2021/2022 sarà attivato un servizio di trasporto gratuito con Autobus VCO TRASPORTI da Domodossola a Verbania (andata e ritorno).

Il servizio è gratuito e riservato esclusivamente ai titolari di biglietti relativi a spettacoli della Stagione 2021/2022 de Il Maggiore e sarà attivato su richiesta a mezzo e-mail (segreteria@ilmaggioreverbania.it 

– OGGETTO: Prenotazione trasporto) per un minimo di 12 fino ad un massimo di 50 persone.

L’attivazione del servizio, per necessità organizzative, deve necessariamente essere richiesto dai titolari di biglietto almeno 5 cinque giorni prima dell’evento in programma, e sarà confermato unicamente al raggiungimento del numero minimo di prenotazioni indicate.

Il servizio di trasporto prevede il seguente tragitto e orario:

ore 19.30 – Domodossola Stazione FFSS

ore 19.40 – Villadossola Fermata linea (bar Buon Umor)

ore 19.55 – Vogogna spazio antistante Scarpissima

ore 20.35 – Verbania – Teatro Il Maggiore

Il tragitto di rientro prevede le medesime fermate con partenza dal Maggiore.

Redazione di Vercelli