VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

OGNI LUOGO È UN TEATRO - Al via la terza edizione del Festival        

Un evento nato per dare un segno forte di ritorno alla socialità e alla condivisione di quel rituale universale che è il teatro

Vercelli Città

E’ stata presentata all’interno della sede dell’Associazione d’Irrigazione Ovest Sesia, a Vercelli, in piazza del Duomo 2, la terza edizione, dal 10 al 23 settembre, del Festival #ogniluogoèunteatro organizzato nella città piemontese dal Teatro di Dioniso di Torino, Associazione Arteinscacco e Cuocolo-Bosetti/IRAA Theatre, alla presenza di alcuni fra gli artisti ospiti, rappresentanti delle istituzioni e dei sostenitori della rassegna.

Il Festival è organizzato grazie al sostegno di:

Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, Associazione d’Irrigazione Ovest

Sesia, Regione Piemonte, TAP Torino Arti Performative, Città di Vercelli, Baraggia Consorzio di

Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese, ATL Agenzia Turistica Locale Biella Valsesia Vercelli

e con la collaborazione di:

Cooperativa Sociale START, Vicolo Schilke, Libreria S.Andrea, Agricola BeS Bere & Sognare, Pasticceria 7 Sins, Le Persiane Verdi, Botta Tours, Raccolti Festival.

#ogniluogoèunteatro giunge quest’anno alla sua terza edizione in una versione decisamente ampliata rispetto ai due anni precedenti, pesantemente toccati dall’emergenza covid che ne avevano suggerito una forma più snella nel rispetto dalla difficile situazione sanitaria.

#ogniluogoèunteatro è un festival nato per dare un segno forte di ritorno alla socialità e alla condivisione di quel rituale universale che è il teatro con il desiderio di sottolineare con forza che nessuna difficoltà può fermare un’arte come quella teatrale che necessita nella sua forma più essenziale sostanzialmente solo di artisti e pubblico, al di là degli spazi.

Il teatro è ovunque e non necessita di sale teatrali, poltrone o sipario, il teatro è ovunque la magia si ricrei, ovunque si realizzi quella dimensione profonda di condivisione tra artista e spettatore, che

si tratti di una biblioteca, un museo, una stanza, un’abitazione, ovunque perché, appunto, ogni luogo è in teatro.

#ogniluogoèunteatro è teatro per piccoli gruppi a stretto contatto con gli artisti, in un rapporto autenticamente personale, intimo, che al termine delle recite si esplica in un dopo spettacolo in cui

condividere un buon bicchiere di vino, conversazioni e, da quest’anno, un biscotto speciale creato appositamente per il Festival.

#ogniluogoèunteatro, inoltre, riprende la vocazione originaria del Teatro di Dioniso di portare l’azione teatrale in luoghi «altri», molti infatti gli spettacoli della compagnia torinese realizzati nei suoi   oltre   25 anni di attività in spazi non teatrali e pensati appositamente per   luoghi  non convenzionali, vocazione condivisa con Cuocolo/Bosetti, storica compagnia italo-australiana di stanza, dopo una lunga e fortunatissima serie di stagioni a Melbourne, e di tournée in Europa e negli Stati Uniti, a Vercelli, dove Roberta Bosetti è nata e dove ha sede la sua abitazione di famiglia divenuta ormai un luogo teatrale per eccellenza che  ha visto la nascita e la messa in

scena di una lunga teoria di spettacoli ormai entrati nella storia del teatro, a cui, con gli anni, si sono aggiunti luoghi della quotidianità e della realtà come la metro, i musei, le piazze, le vie, le stanze d’albergo come  possibili tavolozze con cui dar vita al teatro.

12 gli spettacoli e un laboratorio aperto a tutti costituiscono il programma dei 13 giorni di Festival, con un’alternanza di luoghi e orari che permetterà a cittadinanza e spettatori in generale

di fruire nel corso di una giornata di più spettacoli.

Ad inaugurare il Festival sarà l’ultimo spettacolo di Cuocolo-Bosetti, presentato in prima nazionale:

10/09 e 11/09, repliche: 15/09-22/09 Associazione d’Irrigazione Ovest Sesia – Via Duomo 2

h.19

Cuocolo/Bosetti – Iraa Theatre -Carlot-ta

in   collaborazione   con   Associazione   d’irrigazione   Ovest   Sesia   – Consorzio di Bonifica della Baraggia B.se e V.se – ATL Valsesia Vercelli – Teatro di Dioniso

LE VIE DEI CAMPI, di Renato Cuocolo e Roberta Bosetti, con Roberta Bosetti e Carlot-ta, progetto sonoro Carlot-ta

11/09 e 17-18/09 | c/o Orto Cascina Bargé  h. 16

Fiabe e leggende in viaggio con l’asino di e con Claudio Zanotto e la sua asina Geraldina

12-13/09 Casa Privata – Via Jacopo Durandi 17 h.21

BATTITI  di Maria Napoli, mise en éspace a cura di Renato Cuocolo, con Roberta Bosetti, Annalisa  Canetto, Irene Ivaldi

14/09 Ex Chiesa Santa Chiara – Corso Libertà 300 h.21

Compagnia Il Mulino di Amleto: RUY BLAS #SIAMOTUTTIEROI Quattro quadri sull’identità e sul

coraggio adattamento dall’opera «Ruy  Blas» di Victor Hugo, regia   Marco  Lorenzi, con  Yuri D’Agostino, Francesco Gargiulo, Barbara Mazzi, Alba Maria Porto, Rebecca Rossetti, Angelo Tronca

15/09  casacuocolobosetti – Via Ariosto 85 h.20.30

L’albero delle acciughe  con Mariella Fabbris

16/09 | Libreria Sant’Andrea – Piazza Guala Bicheri 1 h. 19.30

Chiamami, performance di e con Annamaria Troisi; attrice in cabina con telefono tratto da «La voce umana» di Jean Cocteau,  poesia di Marta Bardazzi

Telefonata per singolo spettatore.

16/09 casacuocolobosetti – Via Ariosto 85 h.21

Compagnia La Luna Nel Letto Nasca Teatri Di Terra

CLUB 27 , un progetto di Ippolito Chiarello, testi Francesco Niccolini, con Ippolito Chiarello

17/09 Vicolo Shilke – Vicolo Shilke h.21

Fondazione Luzzati Teatro della Tosse | Nim Neuroni In Movimento le donne baciano meglio di e con Barbara Moselli, regia Marco Taddei

18/09 casacuocolobosetti – Via Ariosto 85 h.19.30 – 20.30 – 21.30

Zebra Cultural Zoo Miss Lala e il Circo Fernando in a room        , con Marigia Maggipinto, ideazione e regia Chiara Frigo

21/09 | casacuocolobosetti – Via Ariosto 85 h.21

Teatro Verdi Di Fiorenzuola D’arda Sciara Progetti Teatro

Uno strappo, ispirato a una storia vera,  con Ture Magro, drammaturgia Sara Parziani e Ture Magro

22/09 Vicolo Shilke – Vicolo Shilke h.21

Crack 24

Monologo di donna con lievito madre, di e con Giulia Cerruti

23/09 | Ex Chiesa Santa Chiara – Corso Libertà 300 h.21

Nazieuropa  di e con Beppe Casales

Una scelta di proposte dunque che guarda alla contemporaneità e alla varietà nella tipologia di spettacolo, dalla stand-up comedy alla ripresa di un testo come Ruy Blas di Victor Hugo, alla performance   tratta dalla Voce Umana di   Cocteau, che vedrà un’attrice, Anna   Maria Troisi attendere le chiamate degli spettatori all’interno della vetrina di una libreria,  alla prima nazionale dell’ultimo spettacolo itinerante di Cuocolo-Bosetti,

La via dei campi , che si svolgerà a bordo di un pullman in mezzo alla città e alle risaie ecc. il tutto disseminato in luoghi diversi della città e dei luoghi ad essi circostanti per una  immersione totale a

dimostrazione che, davvero, #ogniluogoèunteatro.

Accanto agli spettacoli veri e propri, poi, Ippolito Chiarello, condurrà un laboratorio gratuito aperto a tutti sul tema dei miti della musica morti a 27 anni che si svolgerà si svolgerà dal 10 al 17

settembre tutti i giorni presso Spazio Gioin in via Laviny 67.

Club27 – Il M(io) mito, con la pratica del Barbonaggio Teatrale.

Il laboratorio verrà presentato sabato 10 settembre alle 11.30 presso lo Spazio Gioin in via Laviny 67 e si terrà nei giorni indicati dalle 15 alle 20: l’orario si potrà adeguare alle esigenze dei

partecipanti.

La restituzione pubblica avverrà sabato 17 settembre con una parata per le vie di Vercelli che sfocerà, alle ore 18.30, in P.zza Cavour (lato via Ferraris) dove verrà allestita  una sorta di radio dal vivo, dove il pubblico potrà, a richiesta, domandare il racconto di uno dei miti scelti tra Jimi Hendrix, Kurt Cobain, Robert Johnson, Jim Morrison, Amy Winehouse, Janis Joplin, Brian Jones, artisti tutti accomunati dall’essere morti a 27 anni.

Per partecipare: mandare una mail a info@teatrodidioniso.it con le proprie generalità e breve presentazione e motivazioni. Indicare anche su quale mito si desidera lavorare tra: Jimi Hendrix,

Kurt Cobain, Robert Johnson, Jim Morrison, Amy Winehouse, Janis Joplin, Brian Jones.

Termine ultimo per presentare domanda di partecipazione 10 settembre 2022.

Il Barbonaggio teatrale, inventato da Ippolito Chiarello nel 2009 dalla sua esperienza attorale come modello di proposta artistica finalizzata alla creazione di una relazione innovativa con i pubblici e soprattutto con i non pubblici ha, nel tempo, dato vita a una comunità internazionale.

Un teatro diffuso che abbraccia le comunità e diviene strumento di incontro reale, confronto e dialogo.

Favorisce una promozione integrata a livello territoriale del patrimonio culturale dei territori che abita.

Il movimento artistico è stato presentato in Italia, nelle principali capitali europee, Barcellona, Madrid, Parigi, Londra, Berlino, in Canada ed è stato segnalato per il Premio Rete Critica e il Premio Ubu nel 2014.

Informazioni e prenotazioni

La prenotazione agli spettacoli è obbligatoria.

E’ possibile prenotarsi:

da lunedì a venerdì in orario 9.30 – 12.00 c/o Infogiovani via Laviny 67.

tel. e whats app: + 39 328.4592121 tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.00

e-mail: info@teatrodidioniso.it

Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto dei regolamenti anti COVID.

Dopo ogni spettacolo è previsto un momento di convivialità in compagnia degli artisti, dei vini di B&S srl e del Cookie Festival creato da Pasticceria 7sins

Biglietti

Biglietto unico €10,00

Biglietto Le vie dei campi: € 15,00

I biglietti saranno acquistabili

c/o Infogiovani via Laviny 67dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00

on line su:

www.ciaotickets.com

oppure nei luoghi di spettacolo a partire dalle ore 20.15

N.B

I biglietti degli spettacoli Le vie dei campi e Battiti sono acquistabili esclusivamente presso Infogiovani e www.ciaotickets.com

Festivalcard: dopo 5 spettacoli il sesto è gratuito! Ritirate la Festivalcard presso Infogiovani o lasera prima dello spettacolo

Dopo teatro da VICOLO SHILKE: presentando il biglietto dello spettacolo o la Festivalcard sconto del 10% su tutte le consumazioni.

 

Redazione di Vercelli