VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

MUSEO LEONE – “Battiti…ancora” pensieri e paesaggi poetici di Luciano Balzaretti        

Insegnante e pedagogista Balzaretti ha trascorso una vita intera a contatto con la parola

Vercelli Città

Quando ti metti a scrivere / è un mistero / dove la penna / ti potrà condurre / parti da un punto /che hai determinato / e ti ritrovi / nel cuore di una storia

(Luciano Balzaretti)

 

In questi semplici versi, ridotti, per ragioni di spazio, in forma di prosa, sta tutto il mistero della scrittura, della narrazione e della poesia.

E si intravvede anche quella passione del narrare e del confrontare sé stessi con la parola scritta che trapela da ogni pagina di Luciano Balzaretti.

A lui e ai suoi paesaggi lirici e introspettivi è dedicato il reading in programma giovedì 20 ottobre alle 17.30 nella Sala delle Cinquecentine del Museo Leone.

Insegnante e pedagogista, Luciano Balzaretti ha trascorso una vita intera a contatto con la parola: prima come strumento educativo, da egregio professore di Lettere nella Scuola secondaria di primo grado, poi come strumento di autoanalisi, quasi uno specchio delle proprie emozioni e dei propri sentimenti.

Battiti… ancora” è una raccolta di pensieri tratti dall’ultima produzione di Luciano, quella più recente e matura, da cui traspaiono tutte le esperienze di una vita: la famiglia, gli amici, le semplici gioie familiari e anche le sofferenze, la gioventù e la vecchiaia, mediati attraverso l’esperienza della memoria e della natura.

Si tratta solo di una piccola parte di una vasta produzione lirica, pubblicata in modo indipendente, ma con il supporto e l’incoraggiamento della professoressa Giusi Baldissone, che terrà a battesimo la lettura di giovedì con una sua preziosa introduzione.

I testi, scelti dall’autore seguendo il fil rouge del paesaggio (da quello della Bassa a quello interiore, come recita il sottotitolo), saranno letti da Cinzia Ordine e Giulio Dogliotti che, per l’Associazione culturale “Il Porto”, hanno collaborato con il Museo Leone alla costruzione dell’evento.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

 

Redazione di Vercelli