VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

FONDAZIONE LA NOSTRA GENT - 2^ Edizione di Sentieri ribelli      

In programma una passeggiata sul Monte Fenera

Valsesia e Valsessera

E’ in programma sabato 10 settembre una passeggiata sul monte Fenera con partenza alle ore 9.30 nel parcheggio di Fenera San Giulio, frazione di Borgosesia (VC).

Venendo da Grignasco si lascia la via Ottone Angelo poco prima del salumificio Franchi e si prende a destra, la strada provinciale Fenera San Giulio fino a raggiungere il parcheggio.

Arrivando da Borgosesia dalla via Montrigone, la strada si trova a sinistra.

Rientro previsto alle ore 16 circa al parcheggio di partenza

Consigliato abbigliamento adeguato

Sconsigliato ai bambini con meno di 8 anni

In caso di brutto tempo verrà comunicato tramite mail l’eventuale annullamento (mail con cui è stata effettuata la prenotazione; verificare fino al mattino stesso eventuali comunicazioni) Prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail: lanostagent@gmail.com Per informazioni aggiuntive e dettagliate contattare l’indirizzo mail: lanostagent@gmail.com

La seconda edizione di Sentieri Ribelli sarà un’edizione speciale !

Avremo infatti la collaborazione di Eleonora Matarrese.

Eleonora Matarrese è nata in Puglia e vive in Piemonte, raccoglitrice sin da bambina e cuoca appassionata, racconta di fitoalimurgia e etnobotanica sul suo sito, nei social e nel suo libro La Cuoca Selvatica – Storie e Ricette per portare la Natura in Tavola (Bompiani).

Nel 2013 ha aperto Pikniq, primo ristorante a offrire cibo selvatico a 360°, oggi anche azienda agricola, che fornisce specie selvatiche commestibili a chef e privati e tiene corsi di riconoscimento, raccolta e cucina sia a privati che in ambito universitario.

Oggi lavora come consulente su fitoalimurgia e buone pratiche di raccolta e trasformazione di specie selvatiche commestibili, anche in ambito di autosufficienza, permacultura e food forest.

Unica italiana nella Association of Foragers, è direttore di i Skogen!, magazine su fitoalimurgia e etnobotanica in chiave di ricerca e professore universitario a contratto di Fitoalimurgia e Etnobotanica.

Non mancherà però anche in questa edizione la collaborazione del Professor Orsi e dei Guardiaparco dell’ Ente di Gestione delle Aree Protette della Valsesia.

Sarà una giornata all’insegna della natura per scoprire sempre più il nostro territorio.

Si tratterà di una passeggiata a scopo divulgativo e didattico alla portata di tutti.

Sentieri Ribelli per questa edizione 2022 sarà parte di un progetto più ampio che ormai da mesi accompagna la nostra Fondazione.

In data 9 novembre 2021 abbiamo ricevuto comunicazione nella quale la Regione ci ha informato dell’esito positivo del bando relativo al progetto denominato “Il passato nel futuro, Tra ambiente, storia e Innovazione” realizzato con il contributo del MLPS e in collaborazione con la Regione Piemonte.

Il progetto è stato studiato in stretta collaborazione con il “Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia” e con il Comune di Romagnano Sesia.

Nei mesi passati la Fondazione si è occupata di sviluppare un progetto che coinvolgesse tutte le scuole di ogni ordine e grado di Romagnano Sesia al fine di suscitare interesse nei bambini e nei ragazzi, sviluppare il senso di appartenenza al territorio, e sensibilizzare ai temi della tutela del patrimonio culturale e bio-ambientale.

I ragazzi e i bambini coinvolti nel progetto sono stati più di 400!! Il tema del progetto è stato “Scuola in erba” – Tra natura e innovazione- potete quindi immaginare come Sentieri Ribelli sia la naturale prosecuzione di questo bellissimo progetto.

Scuola in Erba non è però l’unica iniziativa finanziata con il bando vinto: “Il passato nel futuro, Tra ambiente, storia e Innovazione”.

Il Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia in collaborazione con la Fondazione creeranno un laboratorio didattico utilizzando il materiale ideato e sviluppato dai bambini e ragazzi nel corso dell’iniziativa Scuola in erba

Verrà creato un percorso virtuale che consenta alle scuole, impossibilitate di recarsi in loco, di esplorare il Museo semplicemente collegandosi ad una piattaforma online.

Questo strumento consentirà la realizzazione di visite a distanza offrendo esperienze interattive in un contesto ludico, secondo la logica del learning-by-doing, in particolare per gli alunni più piccoli. Postazioni multimediali collocate all’interno del museo in Villa Caccia per rafforzare la capacità comunicativa degli allestimenti durante le visite delle scolaresche che si recano in loco.

 

Redazione di Vercelli