VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

ARTE - Ezio Balliano celebra i 25 anni delle grandi pale d'altare della Chiesa di Acate con una grande mostra dedicata alla Sicilia e ai siciliani                  

L'artista vercellese si presenta con quaranta opere che percorrono un itinerario ideale della sua produzione

Vercelli Città

L’Artista vercellese Ezio Balliano presenta 40 opere di impronta futurista, immerse in una foschia irreale, un universo pittorico fatto di esattezza stilistica e di illusione, di razionalità e di intuizione, di sogno e realtà.

Nella primavera del 1995, con una toccante cerimonia, nell’antica chiesa dedicata a San Vincenzo Martire ad Acate, nel ragusano, affacciata sul mare e splendida per le testimonianze barocche,  venivano scoperte le sei grandi pale d’altare – oltre due metri per tre e mezzo – realizzate dal pittore vercellese Ezio Balliano a seguito di una prestigiosa committenza che aveva come obiettivo la creazione di un ideale ma solido legame culturale tra Vercelli e la cittadina siciliana nella provincia di Ragusa.

Nel 2020 si sarebbe voluto celebrare il 25° anniversario di quella inaugurazione ma il dramma della pandemia aveva impedito lo svolgimento di qualunque manifestazione. Adesso, finalmente, con il ritorno ad una certa normalità, anche l’arte può riconquistare i suoi spazi con il ritorno in Sicilia del pittore Ezio Balliano.

Dopo tanti anni mi sento particolarmente legato e davvero orgoglioso per la realizzazione questo progetto artistico e per il successo e il gradimento che continua a riscuotere – afferma il pittore Ezio Ballianoe non solo per il grande impegno che ha richiesto – oltre un anno di lavoro – ma soprattutto per la grande esperienza umana vissuta a stretto contatto con le persone che mi hanno consigliato ed aiutato, in particolare Don Rosario di Martino, Parroco della Chiesa di S.Vincenzo scomparso di recente, la famiglia Masaracchio che mi ha spronato e incoraggiato nel mio lavoro, gli Acatesi e tutti i Siciliani che mi hanno accolto con affetto e amicizia ed è a loro che desidero dedicare questa mostra”. 

Omaggio alla città di Acate” è infatti il titolo della mostra  personale del pittore Ezio Balliano che sarà inaugurata domenica 3 aprile 2022 alle ore 18,00 presso la galleria d’arte Schembarte in C.so Vittorio Emanuele, 314  a Comiso (RG).

L’artista vercellese si presenta con quaranta opere che percorrono un itinerario ideale della sua produzione. Sulle tematiche oramai classiche del paesaggio della sua terra, Balliano innesta una visione personalissima della realtà dettata dal bisogno di una sempre maggiore libertà espressiva dedicando grande attenzione agli aspetti più fuggevoli della realtà, determinati dal mutare della luce, sempre attento a cogliere le sfumature più suggestive  in una continua reinvenzione del soggetto: elemento decisivo dell’arte.

E’ per questo che  le proprietà del colore si esaltano caricandosi di una notevole intensità espressiva, assumendo, pur nella sottile e quasi incorporea stesura ispirata all’adesione ad un rivisitato e personale “chiarismo” , lo spessore e la densità emozionale in genere riservata al disegno.

Le realtà solide della terra, edifici, alberi, persone si dissolvono negli effetti atmosferici di nebbie e nuvole, che, vaporose e involute, suggeriscono vortici ed anse,  cascate di colore, composizioni irreali frantumate da spirali riflessive, spazi e volumi investiti da fasci di luce che moltiplicano le prospettive e dilatano all’infinito la dimensione del silenzio e del misticismo.

Pura astrazione quindi, e libertà di esprimere e suscitare emozioni profonde; l’artista svincolato definitivamente dal riferimento iconografico al concreto può librarsi, volando alto, nell’aura  incontaminata della poesia.   

La mostra di pittura “Omaggio alla città di Acate” sarà visitabile presso la galleria d’arte Schembarte in C.so Vittorio Emanuele, 14  a Comiso (RG), fino al 12 aprile 2022 dal lunedì al sabato dalle 17,00 alle 20,00.

Redazione di Vercelli