VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

CIRCOLO RICREATIVO VERCELLI - Iniziative della Biblioteca Torelli      

Il calendario degli eventi e breve presentazione dei relatori e degli argomenti proposti

Vercelli Città

Sabato 12 febbraio, alla presenza di oltre trenta soci, il Circolo Ricreativo di Via Galileo Ferraris, ha ripreso la programmazione delle attività culturali, con la visita alla Mostra “Francesco Messina. Prodigi di bellezza” nelle due sedi di esposizione presso il Museo del Tesoro del Duomo e Arca.

È stata anche l’occasione per rivedere le fotografie di Federico Castellani “Vercelli 1873” che erano state precedentemente ospitate presso il Circolo. Ha accompagnato e guidato la mostra, la prof. Paoletta Picco, da sempre preziosa ispiratrice e indirizzo per le attività culturali del Circolo.

Nel prosieguo del pomeriggio, è stato presentato ai soci, il programma dei sabati culturali della Biblioteca.

Il Presidente Tino Candeli precisa: “Dopo il lungo periodo di sospensione, dovuto alla situazione sanitaria, riprendono le iniziative culturali del sabato, che hanno riscosso grande successo nelle passate edizioni. Dopo l’attivazione della Biblioteca Notaio Giuseppe Torelli, abbiamo ritenuto di proporre questo nuovo ciclo di attività, collegandole anche nei contenuti, ad argomenti coerenti al mondo dei libri”.

Riportiamo di seguito il calendario degli eventi con una breve presentazione dei relatori e degli argomenti proposti. Queste attività sono state organizzate dal Bibliotecario del Circolo, Renato Bianco.

5 marzo 2022 – Ore 17,30

Separazioni e divorzi nel lungo 800 piemontese

Relatore: Dottor Andrea Borgione, dottore di ricerca in Scienze Archeologiche, Storiche e Storico-artistiche presso l’Università degli Studi di Torino.

Laureato in Giurisprudenza, è attualmente Vice Comandante Vicario della Polizia locale cittadina.

Autore di vari saggi su riviste storiche, si è occupato di storia della famiglia e in particolare del matrimonio nel XIX secolo.

È stato vincitore dell’edizione 2017-2018 del Premio per gli studi storici sul Piemonte nell’Ottocento e nel Novecento, dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte, grazie al quale è stata possibile la realizzazione del libro che verrà presentato.

Un cenno anche per l’Editore del libro che viene presentato:  Carocci di Roma, una delle principali University press, per l’affidabilità dei contenuti e la cura redazionale delle sue pubblicazioni.

Tematica: La conflittualità coniugale nel XIX secolo è un tema piuttosto originale e finora poco trattato.

Attraverso questo delicato argomento, l’autore ci racconterà non solo delle grandi trasformazioni politiche, culturali, sociali ed economiche di quel periodo, ma anche di come, il ceto medio e popolare vivessero concretamente queste nuove esperienze.

La vita intima e familiare di migliaia di mogli e mariti infelici, in un contesto di cesure rivoluzionarie, la modernizzazione liberale, l’emergere di nuove discipline scientifiche e di pratiche politiche di massa, l’avvio del movimento femminista e del processo di industrializzazione.

Alle soglie della Grande Guerra, la separazione, era ormai carica di riferimenti ideologici intrecciati con l’esperienza storica più generale dell’Italia ottocentesca.

9 aprile 2022 – Ore 17,30

Un patrimonio eccezionale: gli archivi di vercelli

Relatore: Dottor Giuseppe Banfo, Funzionario Archivista Soprintendenza Archivistica e Bibliografica per il Piemonte e la Valle d’Aosta responsabile della tutela del patrimonio per il territorio di Vercelli

Laureato in lettere, è dottore di ricerca in Storia medievale.

Tematica:

Abbiamo ritenuto opportuno avvicinarci agli archivi cittadini partendo da chi ha il compito istituzionale della loro tutela e salvaguardia, perché siamo consapevoli della grandissima importanza dei documenti che la città di Vercelli conserva in Archivi e Musei.

È nostra intenzione approfondire questo argomento, ricercando la collaborazione degli “addetti ai lavori” cittadini e chiedendo loro di offrirci la possibilità di osservare direttamente alcuni di questi tesori, nei luoghi in cui sono conservati.

Una panoramica degli Archivi e della loro potenzialità, illustrata dal rappresentante della Sovrintendenza, pensiamo possa essere il modo più corretto per affrontare questi argomenti. 

7 Maggio 2022 – Ore 17,30

La Biblioteca di pubblica lettura al giorno d’oggi

Relatore: Dottoressa Cecilia Cognigni, laurea in Filosofia, Diploma universitario in bibliotecario e Diploma universitario in archivistica, paleografia e diplomatica.

È  bibliotecaria, coordinatrice della Commissione nazionale Biblioteche pubbliche dell’AIB, è responsabile dell’area Servizi al pubblico, attività culturali e qualità e sviluppo delle Biblioteche civiche torinesi. 

Autrice dei volumi La biblioteca raccontata a una ragazza venuta da lontano (Editrice Bibliografica, 2012), L’azione culturale della biblioteca pubblica (Editrice Bibliografica, 2015), Come progettare le attività culturali della biblioteca (Editrice Bibliografica, 2016). Ha curato come membro della Commissione nazionale biblioteche pubbliche il volume Biblioteche per tutti. Linee guida per lettori in difficoltà (2007).

Tematica:

Tre punti di osservazione di una Biblioteca che ci aiuteranno ad iniziare il percorso di avvicinamento a questa realtà che può rappresentare un importantissimo elemento di qualità della vita cittadina.

Cosa vuol dire e perché è importante progettare in biblioteca, quali metodi possono essere utilizzati e come si può costruire un progetto efficace misurandone l’impatto.

La biblioteca come progetto pensando all’insieme di funzioni e servizi che la biblioteca e in particolare quella pubblica, mette in campo.

Le nuove competenze, tanto più importanti per affrontare le nuove sfide della sostenibilità e le conseguenze della pandemia, che stanno trasformando la percezione pubblica e il posizionamento dei luoghi della cultura, coniugando, presenza, attività a distanza, digitale, nuovi divari e nuovi bisogni.

In tutto ciò, la nostra realtà di Circolo Ricreativo, vuole costituire un “think tank”, punto di riferimento in una realtà estremamente dinamica che dovrebbe portare a breve, alla messa a punto di una realtà bibliotecaria eccezionale in Vercelli: la Biblioteca integrata Civica e Universitaria.

Redazione di Vercelli