VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

CASALE MONFERRATO - Si inaugurano altre due mostre al Castello del Monferrato    

Dopo l’apprezzato omaggio di Belio a Vassalli, si aprono le esposizioni Carnevale nell’arte e A rebours

Dopo l’ottimo successo riscontrato sabato scorso dall’inaugurazione della mostra Belio. Il paesaggio della Chimera, omaggio a Sebastiano Vassalli, sabato 19 febbraio si apriranno al Castello del Monferrato altre due interessanti esposizioni.
Al già annunciato Carnevale nell’arte nella Manica Lunga, infatti, aprirà i battenti nelle sale del secondo piano anche il percorso espositivo A rebours dedicato ai pittori Gianni Rustico e Romano Demichelis.
Esponenti locali della corrente neodadaista e successivamente delle avanguardie piemontesi, la mostra sarà l’occasione per ripercorrere la loro ricerca dai primi anni settanta – con la realizzazione di esposizioni che oggi sarebbero definibili come “epocali” e performance di chiara provocazione – fino a pochi anni fa (Romano Demichelis è mancato nel 2008) ognuno col suo personale metodo non solo pittorico.

Si ricorderanno inoltre altri momenti del mondo artistico casalese degli anni Settanta del secolo scorso, tra cui la galleria d’arte Nuovo Dada, esistente nella nostra città per pochi mesi a cavallo tra gli anni 1971 e 1972, e l’indimenticata mostra Novesettembre72.

La mostra sarà inaugurata sabato 19 alle ore 11,00 e resterà aperta fino al 6 marzo.

La seconda esposizione, che si inaugurerà sempre sabato, sarà invece Carnevale nell’arte. Curato da Cecilia Prete, il percorso espositivo proporrà una selezione delle opere dell’artista Rodolfo Soldi, noto in città (e non solo) per esser stato il pittore dei clown, accompagnate da diversi elaborati realizzati dagli allievi iscritti al progetto didattico del Cpia di Casale Monferrato dal titolo Catalogazione e digitalizzazione delle opere di Rodolfo Soldi.

Un percorso che si snoderà in nove sezioni e vedrà le opere dei seguenti allievi accanto a quello di Rodolfo Soldi: Viviana Arengi, Gabriella Bauce, Loretta Bencich, Chiara Berruti, Luisella Cabrino, Carlotta Demichelis, Giovanna Ferrando, Luigina Genovese, Vanessa Marinaro, Silvana Nosengo, Giovanna Rossi, Adriana Sarasin e Guglielmina Scagliotti.

La mostra sarà inaugurata sabato 19 alle ore 11,30 e resterà aperta fino al 6 marzo.

Resterà aperta invece fino al 27 febbraio Belio. Il paesaggio della Chimera, omaggio a Sebastiano Vassalli, allestita nella sala Marescalchi.
«Tre mostre di assoluta bellezza e, ognuna nel suo ambito, capaci di emozionare i visitatori. Un’occasione da non perdere, per conoscere e scoprire l’arte nata o sviluppata a contatto con il nostro splendido territorio», ha sottolineato l’assessore Gigliola Fracchia.

I giorni e gli orari di apertura delle tre mostre sono: sabato e domenica dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 19,00.

Ingresso libero con Green pass rafforzato e mascherina.

Redazione di Vercelli