VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

BIENNALE NAZIONALE D'ARTE VERCELLI – Inaugurazione nuova Mostra Collettiva di pittura          

La "maratona" artistica organizzata dal pittore Ezio Balliano  sta riscuotendo un lusinghiero e crescente interesse e apprezzamento di pubblico e di critica

Vercelli Città

Sarà inaugurata domenica 13 novembre alle ore 17,00 presso lo Studio D’arte 256 di Corso Libertà a Vercelli una nuova mostra collettiva di pittura nell’ambito del progetto artistico Biennale Nazionale d’Arte Vercelli, la “maratona” artistica organizzata dal pittore Ezio Balliano che sta riscuotendo un lusinghiero e crescente interesse e apprezzamento di pubblico e di critica.

Nata come reazione all’emergenza sanitaria e come strumento di fiducia e ripartenza, questa kermesse artistica ci accompagnerà ancora a lungo proponendo ogni due settimane una nuova selezione di artisti e di opere rappresentative della produzione di ciascuno e, soprattutto, vetrina delle novità e delle tendenze del mondo dell’Arte che fra i primi ha saputo reagire alla grave crisi causata dalla pandemia.

Gli Artisti e le Opere.

Alessio Averone

Vercellese, è musicista e pittore. Le sue opere affondano le radici nella metafisica con linee astratte, archi, piani interrotti e prospettive al tempo stesso inquietanti ma serene, scomposte dai colori in un gigantesco puzzle geometrico. Opere di sogno, dunque, o meglio, come scrive il critico, un antisogno, avvolto in pareti levigate e linde azzurre e rosa a creare un mondo che si vorrebbe veramente, almeno una volta, visitare.

Mirko Berlinghieri

Artista autodidatta vive ad Ospitaletto (BS), dove svolge la professione di avvocato. Durante il primo lockdown riscopre l’inclinazione verso il disegno e la pittura ed inizia a sperimentare la sua passione per l’arte. Predilige i colori ad olio per creare atmosfere oniriche legate a ricordi e luoghi del cuore che lo portano a guardare “altrove” e a cercare in sè stesso nuovi orizzonti.

Marco Di Lorenzo

Vive a Vercelli, ha frequentato l’Istituto di Belle Arti di Vercelli, con insegnante il Prof. Renzo Roncarolo. La sua pittura è caratterizzata da colori delicati in paesaggi quasi fantastici e ricchi di luce, dominati da una notevole emotività artistica. Ha partecipato a numerose collettive nel Vercellese, ricevendo vari premi e consensi soprattutto nelle vedute paesaggistiche.

Roberto Fondelli

Vive a Poggibonsi, tra le colline senesi. Ama dire di Sè: “Non chiedete quale sia la mia tecnica o il mio stile; non saprei rispondervi. Dipingo per passione: I soggetti dei miei dipinti sono “Stati d’animo”, “Sensazioni”, “Bisogni”. Con la pittura ricerco Pace, Armonia, Bellezza, Serenità, certezze di futuro, libertà di spazi, rispetto verso gli altri, giustizia sociale: tutte aspirazioni del Genere Umano, in questo tempo oscuro”.

Aleandro Mariotti

Nasce ad Imperia e sin da piccolo si avvicina al disegno e alla pittura sperimentando nuove tecniche: acrilico, carboncino, acquerello, olio. Le sue opere sono caratterizzate da una attenta ricerca del disegno e del chiaroscuro in una sintesi di forma e raffinato cromatismo che, inizialmente tonale, via via diviene sempre più materico. L’Artista rivisita, trasforma e reinventa le sue opere prendendo sempre più coscienza dei propri mezzi espressivi.

Maria Grazia Marniga

Vive e lavora in provincia di Brescia. Ama spaziare tra varie tecniche: pastello, acquerello, olio, sanguigna. Passando dal paesaggio, alla natura morta, ai ritratti. La sua pittura è improntata alla rappresentazione di soggetti realistici in cui sia importante far risaltare la bellezza della natura nel paesaggio e la semplicità delle piccole cose.

Pierangelo Merlin

Veneto, dotato di grande capacità espressiva, ripercorre ln maniera originale i molti percorsi e i tanti linguaggi della pittura astratta. Il risultato è un segno fresco e veloce, quasi un dialogo tra il mondo interiore dell’artista e gli occhi di chi guarda i suoi lavori, ottenuto con tecniche quali il grattage e la bomboletta, cara agli artisti di strada, con una materia narrativa e pittorica complessa che contiene e sviluppa segni e storie nuove, dalla forte intensità emotiva.

Maria Grazia Tantimonaco ( Mary )

Nata a Foggia, autodidatta, inizia la sua carriera artistica nel 2008 trovando nella pittura un mezzo per appagare i suoi sentimenti e le sue emozioni e perseguendo con estrema coerenza un supremo ideale di chiarezza formale. È il colore l’elemento fondamentale della sua arte; l’Artista, ispirata dal suo grande amore per la terra natia, trova il giusto equilibrio tra luci e ombre per trasmettere gioia e serenità, sempre alla ricerca alla ricerca di nuovi spunti creativi.

La mostra sarà inaugurata presso lo Studio d’Arte 256 di C.so Libertà, 256 domenica 13 novembre alle ore 17,00 e continuerà fino al 27 novembre 2022 con orario da venerdì a domenica dalle 16,30 alle 19,00 con ingresso libero nel rispetto delle norme anticovid vigenti.

 

Redazione di Vercelli