VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

BIENNALE ARTE VERCELLI - Con l’ARTE si ripARTE. Allo Studio d'Arte inaugurazione della nona mostra collettiva    

Una nuova selezione di artisti e di opere

Vercelli Città

Sarà inaugurata domenica 13 marzo alle ore 17,30 presso lo Studio D’arte 256 di Corso Libertà a Vercelli la nona mostra collettiva del progetto artistico  Biennale Nazionale d’Arte Vercelli, una “maratona” artistica organizzata dal pittore Ezio Balliano come reazione all’emergenza sanitaria e come strumento di fiducia e ripartenza che ci accompagnerà per tutto l’anno proponendo ogni due settimane una nuova selezione di artisti e di opere rappresentative della produzione di ciascuno e, soprattutto, vetrina delle novità e delle tendenze del mondo dell’Arte che fra i primi ha saputo reagire alla grave crisi causata dalla pandemia.

Continua nel frattempo il lavoro della commissione di critici, artisti, giornalisti e collezionisti a cui è affidato il compito di segnalare, per ciascuna mostra, un’opera particolarmente significativa e meritevole di partecipare, al termine del ciclo espotitivo, alla prima edizione del concorso “Biennale d’Arte Vercelli”. Una grande mostra delle opere selezionate pensata per coinvolgere maggiormente i partecipanti in un clima di incontro ma anche di confronto e per concorrere all’assegnazione del prestigioso trofeo messo in palio dall’Organizzazione insieme all’invito, per il vincitore, ad una mostra personale presso lo Studio d’Arte 256, degno coronamento  di un percorso artistico davvero impegnativo ma di grande soddisfazione. 

Una breve presentazione degli Artisti e delle loro opere:

Maria Barisani

I suoi lavori esprimono il bisogno di una realtà felice , il sogno di un mondo che ha ritrovato  la gioia e lo stupore che solo i bambini e gli animali nella loro purezza possiedono ancora e che, se da una parte costituiscono gli elementi fragili della società odierna, sono anche i più forti nel senso che sono loro che continuano a darci la speranza di un futuro migliore.

Efisio Cambaru

Coltiva la passione della pittura ad olio ritraendo paesaggi e scorci caratteristici maturando un colpo d’occhio raffinato e raggiungendo una visuale esclusiva, grazie alla quale l’osservatore vive in prima persona il punto di vista del pittore. Il mare è da sempre stato fonte di ispirazione per le sue opere. Il pennello traccia percorsi emotivi, pur conservando una concezione analitica, quasi fotografica , rimandandoci gli scorci così come sono, nei quali ognuno può riconoscere parte di sé stesso.

Mario Cattaneo

Propone un’arte quasi macchiaiola, “non dando priorità al disegno e alle tecniche ma al colore, mirando alla rappresentazione tra fedeltà al dato visivo e valenza evocativa della trasfigurazione”, esprimendo fantasia, creatività, gioia di vivere, piacere per le cose semplici e quotidiane  che ci avvolgono in suggestioni surreali a sfondo onirico.

Carlo Alberto Cozzani

Le sue opere sono un insieme di elementi dati dall’attaccamento, quasi morboso, per il proprio territorio, dove sente tutte le vibrazioni che trasmette.

Sovrapposizioni, presenti anche nei suoi progetti, dati da stratificazioni che ogni giorno il territorio ligure rilascia, colori, linee, forme, odori, racchiuso tra il blu del mare ed il verde-grigio delle sue montagne.

Elisa Guasco

L’opera è incentrata sullo stimolo di trasformare la sua arte già molto personale  in un cammino ancora di più emblematico. L’artista immagina così di intraprendere un viaggio spedito con il suo kilt a suon di musica per portare in giro la propria arte che a partire dal 2020 la vede impegnata anche sul lato fotografico.

Marcos Antonio Gutierrez

Pittore Contemporaneo nato in Honduras, appena adolescente ha cominciato  ad interessarsi dell’arte pittorica. Nel 2018, durante una vacanza in Italia, resta affascinato nel contemplare, nei numerosi Musei italiani, le varie opere d’arte di Autori italiani e internazionali famosissimi e si innamora di tutta la cultura europea e di quella italiana in particolare. Attualmente vive e lavora a Roma.

Valentina “Dada” Villani

Giornalista, pittrice, scrittrice e fotografa creativa, da anni trascorre la vita in viaggio, girovagando per il mondo. Sfrutta esenzialmente la materia che la natura offre: recuperi restituiti a nuova vita e ritrovati nei luoghi più diversi e singolari, a cui con gesto informale vengono aggiunti olii, acrilici, vernici, smalti per trovare autonomamente la propria strada artistica.

La mostra, ordinata presso lo studio d’Arte 256 di c.so Libertà a Vercelli continuerà fino al 27 marzo 2022 nei giorni da giovedì a domenica con orario 16,30-19,30.

Ingresso libero nel rispetto dei protocolli anticovid vigenti (Green Pass, igienizzazione delle mani, mascherina, distanziamento ecc.).

Redazione di Vercelli