VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

BIENNALE NAZIONALE D'ARTE VERCELLI  2021/2022 con l’ARTE si ripARTE - Al via l'undicesima mostra collettiva          

L'obiettivo è quello  di offrire agli artisti, affermati o esordienti uno spazio per incontrarsi, confrontarsi e farsi conoscere

Vercelli Città

Sarà inaugurata domenica 24 aprile 2022 alle ore 17,30 presso lo Studio d’Arte 256 di Corso Libetà a Vercelli l’undicesima mostra collettiva del progetto artistico“ Biennale d’Arte Vercelli “, a cura del  pittore Ezio Balliano.

Si tratta di un impegnativo percorso artistico che si pone l’biettivo di offrire agli artisti, affermati o esordienti pittori, scultori, fotografi ecc., uno spazio per incontrarsi, confrontarsi e farsi conoscere, proponendo ogni due settimane una nuova selezione di artisti e di opere rappresentative della produzione di ciascuno e, soprattutto, vetrina delle novità e delle tendenze del mondo dell’Arte.

La mostra, ordinata presso lo studio d’Arte 256 di c.so Libertà a Vercelli continuerà fino al 8 maggio 2022 nei giorni da giovedì a domenica con orario 16,30-19,30.

Ingresso libero nel rispetto dei protocolli anticovid vigenti.

Gli artisti e le opere:

Egidio Albanese

Impegnato in un continuo lavoro di ricerca trae ispirazione dal mondo classico attualizzando nel presente aspetti salienti della storia, die personaggi e dell’archeologia della civiltà mediterranea. Frammenti, vasi, spezzoni di affresco evocano il silenzio misterioso del passato alla scoperta di un  mondo onirico, intriso dal fascino della leggenda.

Bruno Beccaro

Lo studio della Filosofia, la scrittura e la passione per la montagna sono il filo conduttore della sua ispirazione in un intreccio instricabile di immagini e pensiero. Dipinge le parole, la natura, il paesaggio, i volti, sperimentando tecniche personali. Ha esposto con successo in numerose mostre in Italia e all’estero.

Manuel Chieregato

Compositore d’avanguardia è punto di riferimento di Libra Space Travel Agency, un collettivo artistico attualmente impegnato in un progetto artistico di animazione  multimediale in 3 D: un viaggio sensoriale, in cui realtà e sogno, narrazione e poesia, tradizione e sperimentazione entrano in comunicazione tra loro alla scoperta di nuovi mondi interiori.

Tiziana Comis

Ha studiato mosaico bizantino e contemporaneo all’Accademia di Belle Arti di Ravenna. Realizza mosaici con tecniche innovative   utilizzando pietre, smalti e oro ed altri materiali, anche inconsueti,  inseriti in mobili-scultura disegnati da lei stessa, seguendo l’antica tecnica giapponese del Shou Sugi Ban, (legno bruciato), che rende il manufatto resistente e durevole.

Giancarlo Fantini

I suoi paesaggi appaiono immersi in una luce particolare, creata dagli elementi che l’attorniano: un mondo colmo di luci e di colori,  specchio della forza del creato che rinasce sotto la mano dell’artista. Immagini capaci di trasmettere un sentimento positivo, sereno,  un momento di gioia interiore che aiuti ad affrontare le sfide continue della vita quotidiana.

Roberto Franchitti

Dall’esperienza vissuta scaturisce una visione creativa svincolata da norme e normative: l’importante è provocare emozione. Con ironia ma più con autoironia continua a giocare con un’infanzia arricchita dall’esperienza. Passato, presente e futuro rappresentano il linguaggio con cui le opere parlano dell’uomo che esprime la storia, il sociale, lo spirituale.

Sofia Granelli

La sua ricerca artistica è incentrata sugli effetti creati dala luce che scolpisce le superfici e crea forme. Trae ispirazione dalle foto che lei stessa realizza e che risvegliano in lei particolari emozioni. Sempre presente l’acqua, che affascina l’artista per i suoi riflessi e le innumerevoli sfumature di colore che offre in un effetto tridimensionale in grado di coinvolgere l’osservatore.

Maria Scalia

Prende motivo dalla figura per realizzare studi psicologici dei suoi personaggi con l’approfondimento dei temi sociali e umani in  una interpretazione dei valori spirituali contenuti nell’immagine o nel soggetto che ella vuol rappresentare, attraverso un lavoro introspettivo che mette in risalto caratteri e personalità sempre nuove e diverse.

Redazione di Vercelli