VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

BIBLIOTECA DI COGNE – Concorso letterario 2022: La ciglianese Ornella Grazio si aggiudica il terzo premio        

L’autrice sul filo delle emozioni e dei ricordi, guida alla scoperta  del Parco del Gran Paradiso

Cigliano e Borgo d'Ale

Con il racconto “Buon anniversario Parco”, la ciglianese Ornella Grazio si aggiudica il terzo premio del Concorso letterario 2022 della Biblioteca di Cogne che aveva per tema: “ 100 anni di Parco Nazionale del Gran Paradiso: emozioni e ricordi”.

La cerimonia di premiazione del concorso – giunto alla sua nona edizione – è avvenuta il 29 dicembre 2022 all’auditorium della Biblioteca di Cogne alla presenza dell’ assessore alla Cultura del Comune di Cogne, Eleonora Trento.

Ed è proprio sul filo delle emozioni e dei ricordi che l’autrice ci guida alla scoperta  del Parco del Gran Paradiso, il primo parco nazionale istituito in Italia ad opera del Re Vittorio Emmanuele III, il 3 dicembre del 1922.

Il racconto “Buon anniversario Parco” muove da un ricordo lontano, quando l’autrice – ancora adolescente – fissa in un tema scolastico i primi ricordi e le prime emozioni nella scoperta del Parco durante la prima vacanza estiva nella località montana di Cogne in Valle d’Aosta.

Mediante il filo dei ricordi delle molti estati trascorse a Cogne, Ornella Grazio  ci porta ad esplorare  l’affascinante ambiente naturale del Parco: fiori ed alberi, acque e rocce, prati erbosi e cime innevate, marmotte e camosci.

Dopo le prime avventure sui sentieri contigui al villaggio di Cogne, l’orizzonte si allarga fino a raggiungere rifugi e bivacchi d’alta quota, da dove l’autrice, sperimenta l’emozione della salita al suo primo quattromila: la vetta del Gran Paradiso.

Così, man mano, ogni cima, ogni fiore, ogni albero, ogni roccia, ogni animale, ogni località prendono un nome proprio disegnando una  personale mappa di quella parte di Parco che si trova nella vallata di Cogne.

Ma lo sguardo dell’autrice oltrepassa i confini  delle cime della valle per raggiungere,seppur metaforicamente, prima le altre vallate valdostane, – Val di Rhemes e Val Savarenche –  e poi anche le valli piemontesi,Valle dell’Orco e Val Soana, che fanno parte del Parco del Gran paradiso.

Una storia e un presente del Parco che l’autrice riassume in poche ed efficaci parole: “Tutto questo è il Parco,un ecosistema di animali, piante, fiori, sentieri,pascoli,rocce e ghiacciai, uomini e donne, una convivenza che si esprime nel rispetto della vita, un valore universale custodito e tramandato in dono alle future generazioni”.

 

Redazione di Vercelli